Contenuto sponsorizzato

E' una trentina di 14 anni la sorpresa di Ruttosound, la gara di rutti più famosa d'Italia

Il suo nome di ''battaglia'' è stato ''Cappuccetto Rutto'' ed è riuscita ad entrare nella top ten della manifestazione di Reggiolo davanti a migliaia di persone, conquistando i titoli dei giornali del posto  

Pubblicato il - 22 giugno 2019 - 13:32

REGGIO EMILIA. Si chiama Elisa ed è di Trento la campionessa mondiale di rutto (titolo conquistato nel 2009 a Potenza) mentre è un'altra trentina giovanissima ''la vera sorpresa'' dell'edizione 2019 di ''Ruttosound'' la competizione di rutti, avete capito bene, più famosa d'Italia. Un evento che richiama migliaia di persone da tutta Italia a Reggiolo (provincia di Reggio Emilia) e che vede sfidarsi i migliori ''ruttatori'' del Paese. E quest'anno la grande sorpresa è stata ''Cappuccetto Rutto'' una 14enne trentina che ha scalato la classifica andando a inserirsi tra i migliori dieci. Ottava la posizione finale raggiunta dall'angelica trentina (nella pagina Fb dell'evento potete anche vederla esibirsi) che si è conquistata titoloni sulla Gazzetta di Reggio (QUI ARTICOLO) a Reggionline (QUI ARTICOLO).

 

L'evento viene così descritto dagli organizzatori sulla pagina internet: ''Più di diecimila, su un grande prato, tra gli stand di una festa della birra che ha lo stesso ordinato formato delle feste dell’Unità, ad aspettare la finale. Nelle serate precedenti, in un Rutto Point, i ruttatori potenzialmente forti si sono sottoposti ad un provino di selezione. Due minuti per mettere in mostra le proprie capacità. Si sono presentati in 50 e i 20 migliori sono sul palco stasera. Il più giovane ha 14 anni ed è accompagnato dai genitori. Il più maturo 32. La maggior parte tra 20 e 25. E’ quella l’età migliore. Anche nel rutto l’atleta deve essere giovane e molti, nel retropalco, tra emissioni di riscaldamento, confermano che con l’età si perde sempre qualcosa. I finalisti sono di tutti i ceti sociali. Vengono dalle provincie di Reggio, Modena, Mantova e Parma. E, dice Morselli, “sono il meglio del rutto del Nord Italia. Gente che rutta normalmente alle feste della birra e stasera ha la possibilità di farlo in modo agonistico” . Perché il rutto è fenomeno sociale, che non è normale esibire in pubblico ma che comunque esiste. Tanto vale dargli dignità - concludono- almeno sportiva''.

 

Per la cronaca a vincere è stato Alessio Masoni di Campogalliano (Modena), al secondo posto Rutt Mysterio di Savignano sul Panaro (Modena) e al terzo il Porco di Cadè. 

Questa la classifica finale: 

 

  1. Alessio Masoni (Campogalliano)
  2. Rutt Mysterio (Savignano sul Panaro)
  3. Il Porco di Cadè (Reggio Emilia)
  4. Alessio Caciolari (Medolla)
  5. Mark Spaccarutto (Rimini)
  6. Lorenzo Corno (Milano)
  7. Martin Dave Lombardo Zanella (Milano)
  8. Cappuccetto Rutto (Trento)
  9. Ruttolo (Taranto)
  10. Andrea Carra (Reggio Emilia)
  11. Danny Di Leo (Milano)
  12. Jasmine Francesca Serra (Reggio Emilia)
  13. Putelo Buelo (Cologna Veneta, Verona)
  14. Simone Moretti (Sassuolo)

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 18:30

Il Trentino chiede date certe al Governo e ribadisce la sua volontà di aprire gli impianti, ovviamente ai turisti prima che ai residenti. Intanto però oggi si contano altri 8 morti e il totale della seconda ondata sale a 257 mentre le persone in terapia intensiva restano 44 

01 dicembre - 19:16

Da oggi tutti i pazienti oncologici che hanno la necessità di sottoporsi alle sedute di chemioterapia, ma anche di ricevere supporto psicologico, devono recarsi al Santa Chiara. "Il tema sanità è sempre stato cavalcato delle varie forze politiche di governo e quando nel 2018 sentivo parlare di cambiamento mi chiedevo a che cosa si alludesse. Ora l’ho capito: cambiamento per la Giunta significa togliere servizi, significa risparmiare, significa tagliare, significa sanità Trento-centrica"

01 dicembre - 19:49

Sono 450 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 156 positivi a fronte dell'analisi di 2.026 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,7%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato