Contenuto sponsorizzato

Il B&b di Trento offre ospitalità gratuita a Liliana Segre e la sua scorta lei risponde alle 3.50 del mattino: ''Gentilezza e cortesia. Questa è la vera politica''

Fabio Pipinato titolare della struttura ''Trento nel Verde'' ha scritto giovedì sera alla senatrice sopravvissuta ad Auschwitz dopo che la prefettura di Milano ha stabilito che possa essere in pericolo a causa delle ripetute e quotidiane minacce di movimenti di destra: ''Lei mi ha risposto stamani con una mail, nonostante il momento che sta vivendo e l'attenzione mediatica internazionale''

Di Luca Pianesi - 09 novembre 2019 - 13:19

TRENTO. ''Mi ha risposto alle 3.50 di questa mattina. In un momento che, immagino, per lei non sia proprio tranquillo con l'attenzione del mondo su quanto le sta succedendo, la stampa nazionale e internazionale che la cercano e l'attività di senatrice da seguire. Ma proprio questo messaggio dimostra come la buona politica esista, la Politica con la P maiuscola. Dobbiamo dire grazia a Mattarella che ha scelto come senatori a vita persone di un livello assoluto e grazie a lei per la cortesia e la gentilezza dimostrata anche in questa occasione''. Fabio Pipinato stenta quasi a crederci. Alle 18.30 di giovedì pubblicava sulla pagina Facebook del B&b Trento nel Verde (che gestisce) questo post

 

''Il B&B Trento nel Verde offre ospitalità gratuita sino a giorni 7 alla Senatrice a vita Liliana Segre e alla Sua scorta! Non solo! Estendiamo l’invito ai pochi sopravvissuti ai campi di concentramento che riteniamo essere “padri della Patria”! Non servirà mostrare ne’ il numero di prenotazione e tantomeno il numero marchiato dai nazisti sul braccio! Invitiamo i colleghi delle strutture ricettive presenti nell’Italia migliore a fare altrettanto! Inviato con un msg di solidarietà a liliana.segre@senato.it''.

 

Ebbene Liliana Segre ha impiegato poco più di 24 ore e ha risposto alla mail dell'attuale presidente di Ipsia del Trentino (Istituto Pace Sviluppo Innovazione Acli). ''Sono rimasto davvero stupito - spiega Pipinato - stamani alle 3.50 è arrivata la mail. E non c'è dubbio che l'abbia scritta lei stessa perché ne ho riconosciuto lo stile gentile e cortese con il quale già in passato mi aveva scritto per dimostrare la sua vicinanza all'iniziativa Trento che Resiste che avevamo organizzato. Credo sia una cosa che ci dimostra che siamo davvero davanti ad una persona straordinaria. In quest'epoca di violenza sia verbale che fisica dico per fortuna che abbiamo figure come la senatrice Segre''.

 

Ma il contenuto del messaggio? ''Ha ringraziato molto per il messaggio e per la solidarietà che le abbiamo espresso - completa Pipinato che in queste ore è a Pompei per il congresso nazionale del Centro Turistico Acli - dicendo che è onorata dell'invito e le farebbe molto piacere venire a Trento ma che con l'età non può viaggiare più di tanto. Ma noi non ci arrendiamo. Siamo solo a due ore da Milano, dove abita, e in senato abbiamo anche Donatella Conzatti che speriamo ci possa aiutare e ci faccia da tramite per portarla a Trento. Noi siamo pronti anche ad organizzarle un comodo viaggio pur di averla con noi. Sarebbe un'occasione straordinaria per la comunità di arricchimento e di crescita e la possibilità di misurarci da vicino con la politica più vera. Quella di chi, anche in mezzo a tanti problemi e a un'attenzione mediatica mondiale, a 89 anni trova il tempo di rispondere a un cittadino con una mail alle 3.50 del mattino''. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

22 novembre - 08:22

Si tratta di Luca Bettega. Sul posto si sono portati i carabinieri e il medico legale. E' stata disposta l'autopsia per accertare le causa della morte 

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato