Contenuto sponsorizzato

Una telecabina da 10 posti e una pista lunga 2 km, tante le novità per la Skiarea Paganella

E' stato aperto al pubblico la Vigilia di Natale il nuovo impianto che garantirà un collegamento più efficace tra i versanti di Andalo e Fai della Paganella e che porterà in quota circa 2.400 persone all'ora. Aperta anche "Jana Granda", pista con una difficoltà intermedia che deve il suo nome ad una particolarità del territorio

Pubblicato il - 25 dicembre 2019 - 20:52

PAGANELLA. Grandi novità per la stagione invernale in Paganella. La Vigilia di Natale, infatti, è stato aperto al pubblico il nuovo impianto Dosson-Selletta. 

 

Si tratta di una nuova telecabina, da 10 posti (con una portata oraria di circa 2.400 persone), che garantirà un collegamento più efficace tra i versanti di Andalo e Fai della Paganella.

 

La telecabina - realizzata da Paganella 2001 S.p.a - parte da Pian del Dosson (stazione intermedia della telecabina che, dal centro di Andalo, arriva al Doss Pelà) e raggiunge località La Selletta a 1.980 metri s.l.m. La stazione di partenza, in località Dosson, è stata inserita nel contesto ambientale rispettando, il più possibile, l'armonia con la natura e le strutture già esistenti. La forma, i colori e i materiali sono stati scelti proprio per questo. Ad esempio, il tocco naturale del legno - usato per il rivestimento esterno - riproduce il profilo stilizzato delle Dolomiti di Brenta. 

 


 

A margine del nuovo impianto è stata realizzata anche una nuova pista, lunga 2 km, e dotata di un moderno impianto di innevamento artificiale. "Jana Granda", questo il nome dato alla pista, è un tracciato di difficoltà intermedia (rossa) e con una pendenza media che varia dal 26% al 43%.

 

Molto tempo è stato anche dedicato alla scelta del nome per questa nuova pista. Una scelta che è stata condivisa con tutti gli amanti della Paganella, che hanno proposto centinaia e centinaia di nomi. Non è stata una scelta facile dato che i nomi arrivati sono stati tanti e, tutti, molto belli. Alla fine si è deciso di optare per "Jana Granda" perché questo nome è strettamente legato al territorio e ad una qualità che lo contraddistingue. "Iana" o "jana" è, infatti, un termine dialettale con cui gli abitanti di Andalo identificano le cavità naturali del territorio. Il territorio della Paganella è carsico, ricco di cavità sotterranee. Proprio qui si trova la cosiddetta "Gana del Dosson", una delle grotte più lunghe del Trentino (si estende per circa 2 km, come la nuova pista). Ecco quindi il motivo della scelta. La Gana del Dosson è infatti localmente conosciuta come la “Jana dal Dosson”. Per questi motivi la nuova pista si chiamerà “Jana Granda”, cioè grande grotta, per rendere omaggio a una delle più lunghe grotte tra le 2000 censite in Trentino.

 

Per collegare al meglio la nuova pista alla rete già esistente, è stata realizzata anche una pista di raccordo. Il nuovo raccordo collega il Rifugio Malga Zambana alla nuova pista. Si tratta del raccordo "Gallo Cedrone", lungo 400 metri e di difficoltà rossa. Anche in questo caso il nome non è stato scelto a caso ma per rendere omaggio a questa specie protetta che sceglie i boschi della Paganella come dimora abituale

 

Tutte queste opere permettono una miglior connessione tra i versanti di Andalo e Fai della Paganella, un trasporto più sicuro e, soprattutto, l'alleggerimento del traffico della stazione intermedia della telecabina Andalo-Doss Pelà.

 

Per la prossima stagione invernale è prevista anche la realizzazione di uno skiweg lungo 200 metri che permetterà invece di raggiungere direttamente la nuova pista a chi si troverà alla partenza dell’impianto Albi de Mez-Cima Paganella.

 

Grazie ai nuovi lavori, e allo skiweg in programma, la Skiarea Paganella incrementerà del 10% la superficie sciabile disponibile e riuscirà a portare in quota più di 30 mila persone all'ora.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
24 ottobre - 09:54
Sono circa 14 mila gli addetti necessari a questo settore tra strutture ricettive e della ristorazione. Gianni Battaiola (presidente di Asat): [...]
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Cronaca
24 ottobre - 09:50
Disavventura per due escursionisti di nazionalità tedesca soccorsi nella tarda serata di ieri a circa metà tracciato del sentiero dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato