Contenuto sponsorizzato

Una nuova telecabina trasparente anche sotto i piedi con stazioni di partenza e arrivo 'nascoste' nella montagna: "Così la struttura si mimetizza nell'ambiente"

La nuova telecabina avrà una portata oraria di 2.800 persone, con 53 vetture a disposizione, delle quali una completamente in vetro (pavimento compreso) per un'esperienza immersiva. Le stazioni di partenza e arrivo, interrate, si mimetizzano perfettamente nell'ambiente naturale. Ecco i dettagli 

Di S.D.P. - 02 dicembre 2023 - 12:35

PINZOLO. La stagione invernale a Pinzolo partirà con una serie di grandi novità, fra ampliamento di alcune piste da sci, il completo restyling del rifugio in quota e la nuova telecabina che da Prà Rodont giungerà fino a Doss del Sabion, realizzata in sostituzione della seggiovia a 4 posti. 

 

La data d'inaugurazione e di apertura degli impianti è sempre più vicina (fissata per il 3 dicembre ndr) e non manca da parte di molti la curiosità di vedere dal vivo e testare la nuova telecabina che da Prà Rodont condurrà i turisti fino a Doss del Sabion. Un impianto lungo circa due chilometri con 600 metri di dislivello

 

Come riferisce Gianni Baldessari, direttore di Funivie Pinzolo, "la nuova telecabina avrà una portata oraria di 2.800 persone, con 53 vetture a disposizione". Le cabine, di cui una provvista di pavimento in vetro trasparente per un'esperienza davvero immersiva, potranno ospitare fino a 10 persone: "Nelle altre 52 è invece presente il portasci, situato nella parte centrale del pavimento". 

 

La realizzazione del nuovo impianto ha comportato anche il rifacimento delle stazioni di partenza e di arrivo (poste rispettivamente a Prà Rodont e al Doss del Sabion ndr), volutamente costruite ipogee, ossia interrate: "Sono state 'nascoste' nella montagna - riferisce Baldessari - con la volontà di mantenere l'ambiente più integro possibile".

 

Ispirate alle forme di vita fossile restituite dalle rocce della serie geologica dolomitica, le nuove strutture si mimetizzano infatti perfettamente nell'ambiente naturale. Usciti dalle cabine, una volta in quota, ci si affiderà a delle scale mobili o all'ascensore per raggiungere il rifugio. A completare gli interventi, che hanno comportato un investimento di 25 milioni di euro, infatti, anche la riqualificazione del rifugio Doss del Sabion, con tanto di bar con vista sulle Dolomiti. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 marzo - 11:43
La polizia tedesca ha fermato una persona, l'ex marito della figlia della fisioterapista di 61 anni aggredita a febbraio. Sequestrati cellulari, [...]
Cronaca
05 marzo - 09:50
Sul posto anche i vigili del fuoco e le forze dell'ordine oltre al personale tecnico dell'Autostrada. E' successo al chilometro 183 in [...]
Cronaca
05 marzo - 09:24
A finire davanti al giudice sono padre e figlio, il primo per violenza privata e lesioni mentre il secondo per violenza sessuale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato