Contenuto sponsorizzato

Dal Trentino la mascherina per fare sport in sicurezza e senza fastidi. Si chiama ''Stratos Mask'' ed è realizzata da La Sportiva

E' realizzata in tessuto mesh 3D con filtro interno di filtrazione batterica intercambiabile certificato. La mascherina è un prodotto lavabile, riutilizzabile e comodo da indossare. L'azienda: ''E' bene ricordare che in montagna la possibile trasmissione del virus può avvenire anche in verticale: in situazione di dislivello le goccioline di saliva non vengono rilasciate solo in scia ma anche in caduta''

Pubblicato il - 16 maggio 2020 - 11:10

TRENTO. Si chiama Stratos Mask ed è la mascherina studiata apposta per l'attività sportiva (anche se ovviamente può essere indossata sempre, anche in in condizioni ''normali'').L'ha realizzata l'azienda di Ziano di Fiemme La Sportiva ''per contenere al massimo la diffusione del Coronavirus'' spiegano visto che se è vero che durante la corsa o le escursioni in montagna si può non indossare la mascherina è anche vero che bisogna comunque averla con sé e metterla se si incontra qualcuno. E il virus non si ferma se si sta facendo sport, anzi, se possibile tra fiatone e sudore i rischi potenziali aumentano.

 

E La Sportiva lo sa bene tanto che, tra le aziende leader mondiali per l'arrampicata, specifica che ''è bene ricordare che in montagna la possibile trasmissione del virus può avvenire anche in verticale: in situazione di dislivello le goccioline di saliva non vengono rilasciate solo in scia ma anche in caduta a chi sta sotto di noi: indossare sempre la mascherina è il miglior modo per evitare la trasmissione''.

 

E allora ecco questo prodotto innovativo e tecnologico: ''Stratos Mask avvolge ergonomicamente il viso di chi la indossa, evitando il disperdersi di goccioline di saliva che potrebbero potenzialmente contenere il virus. È pensata per utilizzatori dinamici e sportivi quindi la massima attenzione è stata posta su comfort, stabilità, respirabilità e sicurezza, garantendo allo stesso tempo la massima libertà di movimento. E' realizzata - prosegue l'azienda di Ziano - in tessuto mesh 3D con filtro interno di filtrazione batterica intercambiabile certificato. La mascherina è un prodotto lavabile, riutilizzabile e comodo da indossare grazie ad una perfetta ergonomia studiata per fasciare il volto in maniera sicura e confortevole''.

 

Importante l'attenzione all'aspetto ecologico del prodotto: essendo lavabile e quindi riutilizzabile e va a ridurre sprechi e modalità usa e getta di molti altri modelli di mascherine che già stanno mettendo in pericolo l'ambiente. Inoltre lo studio che è stato fatto sul filtro interno ha permesso di impiegare meno materiale delle comuni mascherine. E poi c'è il prezzo: nelle Faq dell'azienda questi sono i dettagli che riguardano costi, commercializzazione e modalità di acquisto

 

Quando sarà disponibile SM? È possibile pre-oridnarla o acquistarla online?
Stratos Mask, con 30 filtri monouso inclusi, è disponibile per il pre-ordine, che verrà accettato in base alle disponibilità direttamente da La Sportiva. Le spedizioni inizieranno la prima settimana di giugno 2020.

Quanto costa SM?
Stratos Mask, con 30 filtri monouso inclusi, è venduta al prezzo di euro 19,00. I Stratos Mask Filters, venduti in una confezione di 90 filtri, al prezzo di euro 9,90.

SM è una mascherina certificata? Se sì, quali certificazioni possiede?
Stratos Mask non è da considerarsi un presidio medico. Il filtro risponde agli standard EN ISO 14683:2019 (TIPO II) ed i tessuti sono certificati Oeko-Tex. 

È possibile personalizzare SM o acquistarla per i dipendenti della mia azienda?
È possibile personalizzare il colore di Stratos Mask solo per ordini maggiori a 1000 unità. 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato