Contenuto sponsorizzato

FOTO ALL'INTERNO. Maltempo, passo Sella chiuso e isolato da venerdì scorso. MeteoTriveneto: ''Temperatura percepita di -18 gradi. Caduti fino a 230 centimetri di neve''

Le raffiche di vento hanno raggiunto i 70 km/h domenica mattina con aria calda in arrivo, i 90 km/h sabato sera, entrambi i giorni con l'aria calda in arrivo, e venerdì ci si è fermati a 87 km/h. Le fotografie arrivano direttamente da Stefano, gestore dell'hotel Maria Flora che trascorre tutto l'anno in quota. La struttura collabora con MeteoTriveneto da circa 12 mesi

Di L.A. - 08 dicembre 2020 - 17:09

TRENTO. "Sono caduti mediamente 180 centimetri di neve con punte di 230 centimetri". Così Stefano Zamperin e Giampaolo Rizzonelli, rispettivamente presidente e socio di MeteoTriveneto, che aggiungono: "I picchi sono dovuti anche al vento, che assumono una valenza particolarmente importante a quelle altitudini: difficilmente si trovano accumuli sui tetti dell'hotel". 

Le raffiche di vento hanno raggiunto i 70 km/h domenica mattina con aria calda in arrivo, i 90 km/h sabato sera, entrambi i giorni con l'aria calda in arrivo, e venerdì ci si è fermati a 87 km/h. Le fotografie arrivano direttamente da Stefano, gestore dell'hotel Maria Flora che trascorre tutto l'anno in quota. La struttura si trova ai 2.240 metri di passo Sella, il più alto dei passi dolomitici, è isolata ormai da venerdì scorso. 


"La nostra associazione collabora con l’hotel Maria Flora da circa un anno - proseguono gli esperti di MeteoTriveneto - abbiamo installato sul tetto dell’hotel una stazione meteo e una webcam collegata ventiquattro ore su ventiquattro e liberamente consultabile (Qui link). La temperatura tra venerdì scorso e oggi (martedì 8 dicembre) ha oscillato tra i -9 gradi di minima e i -1 grado di massima". 

Dal 1 dicembre scorso, le temperature a passo Sella sono sempre rimaste sotto zero con una temperatura percepita tra lunedì 7 e martedì 8 dicembre di -18 gradi a causa dell'effetto del vento, il cosiddetto wind chill. 

Una grandissima quantità di neve caduta in poche ore. Nella giornata di ieri è stata pubblicata una prima analisi del week end di maltempo appena trascorso con dati superiori a quelli dell'alluvione del 1966. Solo la neve in quota e il vento con valori dimezzati ha evitato una tempesta Vaia (Qui articolo). All'interno dell'articolo c'è anche la pubblicazione di due immagini tratte dalla webcam dell'associazione MeteoTriveneto per un confronto tra le immagini di fine novembre e inizio dicembre. 

"Oggi le immagini arrivano direttamente dalla strada del passo. La riapertura non sarà agevole visiti i quantitativi di neve caduta e il conseguente rischio valanghe", concludono Zamperin e Rizzonelli.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
04 August - 20:31
In vista di venerdì 6 agosto e dell'entrata in vigore del Green Pass, l'associazione dei Rifugi del Trentino ha stilato una lista di linee guida [...]
Cronaca
04 August - 19:40
Trovati 29 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 2 guarigioni. Ci sono 9 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Economia
04 August - 21:20
L'Antitrust dell'Unione europea ha approvato il regime italiano da 430 milioni di euro per risarcire i gestori degli impianti di risalita per i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato