Contenuto sponsorizzato

Il 21 novembre è Giornata mondiale dei sopravvissuti al suicidio. L'invito di Ama a conoscere i numerosi servizi per contrastare il fenomeno

Sono tanti i servizi a disposizione della comunità per chi sta vivendo un momento di difficoltà. Dalla linea telefonica di prevenzione attiva dalle 7 di mattina all'1 di notte, sia per giovani che per adulti, ai gruppi specifici di Ama per chi ha subito un lutto o soffre di ansia e depressione

Pubblicato il - 20 novembre 2020 - 11:05

TRENTO. In occasione della Giornata Internazionale Dei Sopravvissuti, che ricorre il 21 novembre, come ogni anno, l’Associazione Ama e l'Apss desiderano sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema.

 

Questa giornata è solitamente occasione ogni anno per il gruppo di lavoro del progetto di prevenzione Invito alla Vita di promuovere il dibattito e la conoscenza dei servizi e delle risorse messe a disposizione alla popolazione, sia nell’ottica di contrastare il fenomeno sia di supportare la comunità colpita da tale doloroso evento

 

L’impatto di un suicidio sulle famiglie, sulla rete sociale, amicale e sulla comunità è rilevante, anche dopo molto tempo dall’evento. Il suicidio di una persona cara travolge le certezze su cui si fondano la visione del mondo intorno a sé e la percezione della vita di chi se ne è andato e della propria identità. ù

 

L’esperienza dei sopravvissuti, ciononostante, può presentare anche trasformazioni e cambiamenti nella direzione della ricostruzione di una nuova esistenza in cui sia possibile convivere con la sofferenza quotidiana. Altrettando importante è lo sforzo che alcuni intraprendono per uscire dall’isolamento sociale grazie anche e soprattutto alla creazione di nuove relazioni o al proprio coinvolgimento in varie forme di impegno come il volontariato.

 

In alcuni casi questi cambiamenti hanno potuto beneficiare di una risorsa molto preziosa: il sostegno reciproco che i sopravvissuti mettono in atto mediante i gruppi di auto mutuo aiuto. Questi gruppi esistono in tanti Paesi. Ve ne sono alcuni anche in Italia, incluso il Trentino attraverso l’Associazione Ama (qui il sito).

 

Nei gruppi di auto mutuo aiuto si attuano processi emotivi, cognitivi e relazionali in grado sia di alleviare le fasi acute della sofferenza sia di guidare il sopravvissuto nell’esplorazione di nuovi modi di guardare alla propria vita e di vari accorgimenti utili a fronteggiare il confronto quotidiano col lutto.

 

Nei gruppi coloro che hanno già attraversato il deserto del suicidio di un proprio caro prendono per mano e accompagnano giorno per giorno e senza presunzioni coloro che da poco sono stati scagliati in questo stesso deserto.

Per chi sente di vivere un momento di difficoltà: Linea telefonica 800-061650 di prevenzione del suicidio in Trentino Invito alla vita: È a disposizione di tutti i cittadini una linea di ascolto, attiva dalle 7 del mattino all’1 di notte, a cui rispondono persone accoglienti, formate ad ascoltare in modo attivo e non giudicante.
 
TRA-di-NOI Youngle Trento: giovani volontari disponibili all’ascolto on line il lunedì, mercoledì e venerdì sera dalle 20.00 alle 22.00 sulla App Youngle e sui canali social del progetto. Sono attivi anche due gruppi di auto mutuo aiuto per giovani con target 18-35.

 

Sostegno ai sopravvissuti: gruppo di auto mutuo aiuto per familiari di persone suicidatesi e l’accoglienza diretta presso Associazione Ama da parte di operatori esperti.  Sostegno a persone che soffrono di depressione con rischio suicidario: gruppi ama e in particolare per depressione e ansia.

 

Per info: ASSOCIAZIONE A.M.A.

tel. 0461.239640

info@automutuoaiuto.it www.automutuoaiuto.it

Facebook: Invito alla vita- prevenzione del suicidio

Youtube: Associazione A.M.A. Trento

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 16:45

L'episodio, segnalato da un utente, è avvenuto in uno dei comuni ''zona rossa'' del Trentino. Le Poste Italiane: ''Negli uffici protocolli stringenti e rispettiamo sempre le regole''

23 novembre - 16:53

Tragico incidente domestico in una casa di Salorno. Un bambino di appena 2 anni è stato travolto da un mobile. I genitori hanno chiamato i soccorsi ma per il piccolo non c'è stato nulla da fare

23 novembre - 15:04

Alla conferenza stampa della giunta comunale il primo cittadino si esprime riguardo alle dimissioni di Zanella da assessore della giunta comunale: "Ci eravamo detti di essere una squadra, di abbandonare le casacche delle forze politiche di provenienza e imparare a condividere i passaggi. Evidentemente non è stato così per tutti. Il prossimo passo? Rilanciare l'attività amministrativa e difendere l'istituzione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato