Contenuto sponsorizzato

''Nato a Milano'' replica allo spot della Valsugana: ''Ci teniamo tutto ma pure lontani da voi. Valsugana, va a ciapà i ratt''

Lo spot boomerang voluto dal Comune di Levico dove si invitavano i turisti a ''tenersi la loro Smart, il loro 5G e la loro Settimana della Moda'', dopo anche gli articoli di Repubblica, Stampa e Fatto Quotidiano, ora ha un suo video di replica con tanto di post (questo sì ironico e riuscito). Tra i commenti: ''Comunque una incapacità in marketing mai vista. Fai una segmentazione clienti, identifica uno dei tuoi clienti chiave e poi insultalo.. non mi sembra una buona strategia''

Pubblicato il - 06 giugno 2020 - 10:03

MILANO. ''Cara Valsugana, ci teniamo tutto e magari poi quest'anno ci teniamo pure lontani dalla Valsugana. Ps: tranqui, prima o poi ci torneremo, noi milanesi siamo cittadini del mondo (nel frattempo però...Valsugana va a ciapà i ratt, giargiana!!)''. Dopo lo spot di qualche giorno fa di Visit Valsugana che forse, per qualcuno, avrebbe dovuto attirare qualche turista (ma dove, in realtà, di fatto si finiva per denigrare la vita appunto dei potenziali visitatori mostrandogli immagini di bei paesaggi e contemporaneamente invitandoli a ''tenersi'' i loro mini-appartamenti, il loro 5G, la loro Settimana della Moda) è arrivata la replica di Milano.

 

L'ha realizzata la pagina Facebook ''Nato a Milano'' (che per la cronaca ha oltre 5 volte i follower dell'Apt della Valsugana) postando un video dove scorrono immagini stupende del capoluogo lombardo realizzato da ''Yury Sirri Time Lapse and Hyperlapse'' e sopra il post, questo sì davvero ironico, dove si risponde apertamente alla pubblicità trentina. Uno spot, lo ricordiamo, che dopo solo un'ora che il Dolomiti ha pubblicato l'articolo (E IL VIDEO) dove ne raccontava l'assurdità è stato cancellato dal canale Youtube dell'Azienda per il turismo (evidentemente qualcuno si era accorto di aver sbagliato completamente la comunicazione) ma ormai era troppo tardi. Uno spot che è finito su La Stampa, sul Fatto Quotidiano, su Repubblica, criticatissimo da tutti (anche perché i riferimenti a Milano e alla Lombardia che stanno cercando di rialzarsi dopo la tragedia del coroinavirus, sembravano evidenti), ma che è piaciuto molto a chi è terrorizzato dal 5G

 

Qualcuno ha provato a vederci dell'ironia, delle citazioni dello spot Ichnusa o di Trainspotting anche se la chiave comunicativa, in entrambi i casi, è completamente ribaltata e posta in chiave positiva (è cosa ben diversa dire i ''nostri'' hipster o ''scegliete'' la famiglia rispetto a ''tenetevi'', di fatto, la vostra vita QUI ARTICOLO). ''Comunque una incapacità in marketing mai vista. - commenta un utente di Nato a Milano -. Fai una segmentazione clienti, identifica uno dei tuoi clienti chiave e poi insultalo.. non mi sembra una buona strategia''. Per non parlare di un altro commento che recita: ''Quello spot è il “bestiario” della comunicazione! Pas probleme! Io vado a Cortina ed in Cadore, regione Veneto, 1000 volte meglio della Valsugana''.

 

E allora ecco il post di Nato a Milano

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 09:59

Anche ieri notte lo spettacolo tra vicolo San Marco e via Santa Maria era questo. Si stanno facendo i salti mortali per tenere aperte scuole e università e per garantire la presenza sui posti di lavoro ma serate come queste rischiano di vanificare tutto anche per quelli che rispettano le regole e in questa difficile epoca storica riescono a rinunciare alla birretta schiacciati tra altre decine di persone

27 settembre - 11:29
L'allerta è scattata intorno alle 2.30 tra sabato 26 e domenica 27 settembre nell'Alto Garda. Due ragazzi polacchi hanno intrapreso la via Claudia lungo le placche zebrate a Dro. In azione soccorso alpino e vigili del fuoco di zona
27 settembre - 10:57

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.242 tamponi, 21 i test risultati positivi. Il totale complessivo è di 3.489 casi e 292 decessi da inizio emergenza coronavirus

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato