Contenuto sponsorizzato

Riattivato il Servizio d'ascolto della Lilt per i pazienti oncologici e i loro parenti. "Una maniera di sentirsi meno soli"

Sospeso a febbraio a causa della pandemia, il Servizio d'ascolto messo a disposizione dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori tornerà a tenersi in remoto, grazie all'ausilio della tecnologia. Rivolto ai pazienti oncologici, ai loro parenti o accompagnatori, SpazioIn permette di confrontarsi con un volontario Lilt, per un momento di conforto o due chiacchiere spensierate

Pubblicato il - 27 novembre 2020 - 12:36

TRENTO. Da lunedì 30 novembre prenderà avvio il nuovo Servizio di ascolto Lilt. Eliminati in presenza a causa del virus, che attacca maggiormente le persone più deboli ed immunodepresse, gli incontri dei volontari della Lega italiana per la lotta ai tumori con i pazienti oncologici o con parenti e accompagnatori verranno così riattivati grazie all'ausilio della tecnologia.

 

Tramite una chiamata o una videochiamata whatsapp al numero 3792193259, un volontario Lilt sarà disponibile dal lunedì al venerdì tra le 14.30 e le 17.30 per un momento di ascolto o di confronto. Fin dalla sua nascita il servizio di ascolto, svolto negli ospedali di Trento e Rovereto da volontari appositamente formati, si è sempre dimostrato prezioso. Il suo obiettivo infatti è di dare spazio agli ammalati e a chi si prende cura di loro per uno sfogo emotivo o per qualche chiacchiera più leggera.

 

 

“E' una dimensione sicuramente molto particolare questa, di fare le cose online, a cui siamo costretti – ha raccontato Annarosa, volontaria di Lilt – ma quando non vado più in ospedale penso molto a tutte quelle persone che sono rimaste un po' più sole. Sapere di tornare utile così fa trovare nuove speranze anche a me”.

 

“Io passavo la mattina al Centro di Protonterapia – commenta invece Paolo, un altro volontario della Lega contro i tumori – lì scambiavo spesso due parole con i genitori che attendevano i loro bambini mentre facevano la terapia. Certo, c'è anche chi ha poca voglia di parlare e non tutti i giorni va allo stesso modo, ma io provavo sempre a farmi avanti e a dare loro il mio spazio. Poterlo fare di nuovo, anche al telefono, è una cosa importante”.

 

Il Servizio, o “Spazio In” (per stare INsieme, Inlinea e INlilt) è nato grazie al contributo ricevuto nel bando della Fondazione Aquila Basket Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 gennaio - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

22 gennaio - 18:31

Il corpo senza vita dell'uomo è stato trovato ad inizio settimana. Oggi la notizia e la conferma che si tratta di una morte per ipotermia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato