Contenuto sponsorizzato

Circa 700 persone per abbellire le pensiline della Bassa Valsugana. Csv: "Portiamo bellezza in questi luoghi d'incontro sul territorio"

Sono state circa 700 le persone impegnate nell'iniziativa "Pensi-line", coordinato dal Csv. Otto le pensiline oggetto di abbellimenti che ridanno colore a dei fondamentali luoghi di incontro nella Bassa Valsugana. La responsabile Mirella Maturo: "Vogliamo che sia un'opera che continui nel tempo"

Di Silvia Pasolli - 10 marzo 2021 - 13:21

BORGO VALSUGANA. È terminata la realizzazione del progetto “Pensi-line”, consistente nell'abbellimento di 8 pensiline in Bassa Valsugana. L'iniziativa, nata per creare comunità in luoghi spesso frequentati, da giovani e non, mira a trasformarli nuovamente in punti d'incontro e confronto, per chiacchierare e per lasciare i propri pensieri.

 

L'idea è stata sviluppata dalle parole che alcune persone hanno scritto rispondendo a domande come: “Cosa lasci quando parti?” o “Che cosa ti fa stare bene?”. Affisse sulle pensiline, queste frasi hanno ricevuto svariate risposte, permettendo di raccogliere le parole da affiggere in un secondo momento.

 

Le “fortunate” pensiline scelte per questa iniziativa si trovano a Spera, Strigno (QUI un approfondimento), Ivano Fracena, Villa Agnedo, Borgo Valsugana (2), Marter e Roncegno Terme. Molti sono i partner del progetto: il Mart, che ha lavorato alla realizzazione delle grafiche, Nettare (Network Territorio Ambiente Ricerca Educazione) e Uisp Trentino che hanno rispettivamente coordinato il processo di partecipazione della cittadinanza e di animazione dei luoghi.

 

Inserito nell'ambito di un progetto più vasto, per il contrasto della povertà educativa minorile, “Pensi-line” fa parte di #Fuoricentro: coltiviamo le periferie, iniziativa che coinvolge per 3 anni una rete di 30 partner sui territori del Comun General de Fascia, della Comunità della Paganella e della Comunità della Valsugana e del Tesino. Presentato da Fondazione trentina per il volontariato sociale, il progetto conta sul coordinamento di Npn-Csv Trentino e il sostegno della Provincia di Trento.

 

Coinvolta nel progetto anche Trentino Trasporti. “Le pensiline delle periferie – ha evidenziato la responsabile della progettazione e manutenzione delle pensiline Pamela Peretti – continuano a essere luoghi d'incontro, in particolare per i giovani, e non solo luoghi di attesa dell'autobus. Trentino Trasporti con le sue 600 pensiline rappresenta, da un certo punto di vista, una rete di socializzazione diffusa”.

 

All'iniziativa, soprattutto, hanno partecipato scolaresche, associazioni e utenti dei social network. Questi ultimi hanno avuto un ruolo fondamentale. “Le persone coinvolte sono state tra le 600 e le 700. Abbiamo potuto raccogliere pareri per scegliere le parole e visto che non possiamo realizzare l'inaugurazione dal vivo, nelle prossime settimane pubblicheremo su Facebook i risultati del progetto”, spiega Mirella Maturo, responsabile del progetto.

 

Le prospettive sono quelle di realizzare un ebook con le parole e i pensieri raccolti dagli operatori che hanno intervistato giovani e non, radunando diverse opinioni. “Vogliamo che sia un’opera che continui nel tempo, che non sia statica. Che sia il principio di qualcosa piuttosto che l’esito - racconta Maturo - la nostra idea era di creare delle linee di pensiero tra le pensiline, portare bellezza nel territorio. Una delle pensiline era ad esempio oggetto di continui atti vandalici, che dall'abbellimento sono diminuiti. Speriamo che il progetto venga portato avanti dalla comunità, che ha visto partecipare anche gli amministratori provinciali durante la realizzazione, e che il territorio si prenda cura di questa iniziativa”, conclude la responsabile.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 29 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 19:00
Secondo la presidente del Comitato per la legalità e la trasparenza ed ex consigliera comunale a Rovereto, molti cittadini lamenterebbero tempi [...]
Cronaca
29 novembre - 20:00
Trovati 64 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 31 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 836.703 le dosi di [...]
Cronaca
29 novembre - 19:02
I centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari saranno aperti in via eccezionale dalle 6 alle 24 per una vera e propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato