Contenuto sponsorizzato

Sperimentare la cittadinanza attiva attraverso l'abbellimento delle pensiline degli autobus. Pensi-Line arriva a Strigno

Nell'ambito di un progetto finalizzato a migliorare le periferie, anche i Comuni della Valsugana hanno ospitato Pensi-Line, iniziativa per abbellire le pensiline degli autobus con il sostegno di Trentino Trasporti. Questa volta, ad essere protagonisti, gli studenti e i docenti dell'Ic di Strigno e Tesino. "Sperimentiamo la cittadinanza attiva"

Di Laura Gaggioli - 13 ottobre 2020 - 20:15

STRIGNO. Continuano i percorsi di volontariato in Alta Valsugana. Dopo #Fuoricentro: coltiviamo le periferie, progetto sulle periferie iniziato a settembre 2018, nella giornata di martedì 13 ottobre è stata inaugurata la prima delle otto pensiline delle corriere coinvolte nell’iniziativa Pensi-Line. E' Strigno, in questo caso, a colorarsi in questa nuovo progetto sostenuto da Trentino Trasporti per la riqualificazione dei luoghi di passaggio ogni giorno frequentati da centinaia di studenti.

 

Per la strada del paese di Strigno, infatti, erano molti gli studenti, insieme ad alcuni insegnanti e alla Dirigente Mancini dell’IC Strigno e Tesino, che hanno partecipato all’installazione grafica curata da Carlo Tamanini del Mart, dando vita a un’opera effimera e di semplice, seppur efficace, applicazione. “Per i ragazzi il progetto rappresenta l’occasione di sperimentare la cittadinanza attiva, partecipando ad azioni che incidono sulla quotidianità come l’abbellimento delle pensiline del bus”, ha affermato Giuliana Gilli, vicepresidente della Comunità Valsugana e Tesino che, dagli albori del progetto, ne sostiene la causa.

 

Il progetto proposto dalla Fondazione Trentina per il Volontariato Sociale e il Centro Servizi Volontariato del Trentino è attivo su diversi comuni della Comunità di Valsugana e Tesino, oltre che nel Comune General de Fascia e in Paganella. Tra i Comuni coinvolti anche Castello Tesino, dove è stato presentato il progetto RadioTesino, un podcast per la comunità avviato circa un anno fa, che persegue l’obiettivo di dare voce agli abitanti del luogo attraverso uno strumento flessibile e usufruibile in qualsiasi momento e su qualsiasi device.

 

Nel percorso hanno collaborato Giovanni Melchiori di SanBaradio e Nicola Sordo, attore e cabarettista, coinvolgendo fin dai primi passi della creazione del progetto cittadini di ogni età, andando a creare così “un gruppo plurale, eterogeneo e di valore, perché va dai giovanissimi ai pensionati che insieme si divertono e danno vita a pensieri ricchi ed intensi”.

 

Il percorso di #Fuoricentro prosegue poi mercoledì 14 nel Comun General de Fascia e giovedì 15 ottobre in Paganella. Pensi-Line si concluderà tra la primavera e l’estate del 2021 con dei micro progetti di scambio territoriali per far vivere ai ragazzi delle scuole medie coinvolte un’esperienza #Fuoricentro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 November - 15:57
Alla manifestazione di piazza Dante a Trento sono presenti anche i No-vax altoatesini, compreso l’ex comandante degli Schützen: Siamo in 100mila [...]
Cronaca
27 November - 15:41
A lanciare l'allerta ieri sera i familiari, preoccupati dal mancato rientro. Le ricerche in zona Trento avevano dato esito negativo mentre un [...]
Cronaca
27 November - 11:50
Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 395 positivi a fronte di 2.264 test molecolari. Altri 3 decessi. Sono 10 le persone in terapia intensiva
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato