Contenuto sponsorizzato

I pupazzi di neve invadono i social e le strade. Lavis indice il contest "Costruisci il tuo pupazzo di neve" e Trento segue l'esempio

Fino al 10 gennaio i bambini potranno pubblicare le foto dei propri pupazzi di neve e partecipare alla gara. "Abbiamo bisogno di cose così, semplici, per riuscire a far sentire meno soli i bambini", racconta l'assessora Pasolli, spiegando l'obiettivo del progetto. Anche a Trento è piaciuta l'idea ed è partito un progetto parallelo dedicato alle Circoscrizioni

Di Mattia Sartori - 05 gennaio 2021 - 16:47

LAVIS. Neve quanto basta, felicità in abbondanza, un pizzico di fantasia e un filo di olio di gomito sono gli ingredienti necessari a creare un bellissimo pupazzo di neve. In questi giorni pieni di neve che hanno causato tanti disagi costruirne uno può essere un modo per divertirsi tutti insieme e tornare bambini per un attimo, ricordando quanto possano essere belle le nevicate.

 

A Lavis hanno colto l’occasione e negli ultimi giorni hanno lanciato il concorso “Costruisci il tuo pupazzo di neve”. L’assessora Pasolli racconta: “È stata una cosa naturale: è bastato guardare la neve dalla finestra per pensarci. Abbiamo bisogno di cose così, semplici, per riuscire a far sentire meno soli i bambini. Soprattutto in un periodo così difficile in cui i contatti sociali sono per forza limitati. La gara è infatti dedicata ai più piccoli (ma anche i grandi possono aiutare) in modo che possano passare qualche ora di spensierata libertà a giocare nella coltre bianca, invece che bloccati in casa. Non solo questo, ma speriamo che il concorso riesca anche ad abbellire la nostra cittadina, sostituendo allegri pupazzi ai cumuli di neve sporca a lato della strada”.

 

Le regole del concorso sono semplici: costruire il proprio pupazzo, scattare una foto e inviarla all’indirizzo email politichegiovanili@comunelavis.it entro il 10 gennaio 2021. Le foto verranno poi pubblicate sui canali social dell’Ufficio politiche giovanili di Lavis, dove per una settimana tutti avranno la possibilità di votare il proprio pupazzo preferito. “Il 17 gennaio alle dieci di mattina conteremo i voti e i tre più votati riceveranno in premio un buono presso la libreria “La pulce d’acqua” di Lavis”, spiega Pasolli.

 

La risposta è stata straordinaria - racconta l’assessora – e siamo molto felici di come sta andando. Non solo abbiamo già ricevuto 52 foto a pochi giorni dal lancio, ma stanno partecipando bambini anche da altri comuni del Trentino. Abbiamo ricevuto foto di pupazzi da Trento, dalla Val di Cembra e da Pergine”.

 

Ovviamente rimangono in vigore le precauzioni sanitarie in vigore a causa della pandemia. I pupazzi andranno costruiti nei pressi della propria abitazione, rispettando il distanziamento sociale e con la mascherina addosso per potersi divertire in sicurezza.

 

L’iniziativa è piaciuta così tanto che anche a Trento si è deciso di replicarla. La circoscrizione Bondone ha infatti lanciato l’idea di seguire i passi di Lavis, indicendo un concorso simile dedicato alle Circoscrizioni di Trento. I bambini avranno tempo fino a domenica 10 dicembre per caricare le foto dei propri pupazzi di neve sui social usando gli hashtag #pupazzoTrento e #pupazzoNomecircoscrizione (es. #pupazzoPovo, #pupazzoArgentario…). La foto che riceverà più like verrà pubblicata nel giornalino della Circoscrizione, rendendo famosi i pupazzi più belli e tutti i partecipanti contribuiranno a popolare le vie del capoluogo con tanti buffi ometti di neve.

 

Luca Filosi, consigliere comunale racconta: “L’idea è partita da alcuni presidenti delle Circoscrizioni che avevano visto ciò che si stava facendo a Lavis ed è stata organizzata molto velocemente, praticamente in un pomeriggio. Ha riscosso così tanto successo che i cittadini hanno iniziato ad anticipare le istituzioni, pubblicando le foto prima ancora che la propria Circoscrizione potesse aderire al progetto. Siamo molto felici che un’iniziativa di questo tipo sia stata accolta così entusiasticamente, è un ottimo modo di fare gruppo anche in città, dove di solito si perde quel senso di comunità tipico dei centri più piccoli. In Comune inoltre abbiamo apprezzato molto che siano state le Circoscrizioni a prendere in mano la situazione: hanno un ruolo fondamentale e dobbiamo rilanciarle in modo che possano essere una parte importante della vita dei cittadini”.

 

Anche il sindaco Franco Ianeselli ha deciso di partecipare e ha già condiviso sui propri canali social la foto del suo pupazzo di neve preferito.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 settembre
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
16 settembre - 12:36
La norma che prevede la partecipazione della Pat in Itas Mutua è stata impugnata dal governo. Già la Procura della Corte dei conti aveva [...]
Cronaca
16 settembre - 12:20
L’obbligo di Green pass per andare al lavoro scatterà dal 15 ottobre. L’Italia è il primo Paese ad adottare una decisione di questa portata. [...]
Cultura
16 settembre - 11:29
A partire dal 15 novembre l'attuale direttore del Centro Servizi Santa Chiara lascerà il proprio incarico. Andrà il Lombardia dove sarà [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato