Contenuto sponsorizzato

Musica in viaggio tra borghi, castelli, chiese e palazzi. E' ''Pietre'', un invito alla scoperta e alla valorizzazione dei luoghi antichi

Volano, Isera, Nogaredo, Castellano e Nomi sono le realtà coinvolte in questo festival alla sua prima edizione, organizzato da Associazione filarmonica e Azienda per il turismo Rovereto e Vallagarina in collaborazione con i cinque comuni, l’Associazione accompagnatori di Media montagna del Trentino e il Museo diocesano tridentino

Pubblicato il - 15 May 2021 - 13:15

ROVERETO. Parte “Pietre”: un invito alla scoperta e valorizzazione di luoghi antichi che gravitano attorno a cinque comuni della Vallagarina, nelle immediate vicinanze della città di Rovereto: un territorio caratterizzato dal passaggio del fiume Adige nel fondovalle, che subito si trasforma in colline e poi montagne. La posizione collinare è stata la prima motivazione che, fin dai tempi antichi, ha favorito la nascita di piccoli borghi, armonicamente inseriti nel paesaggio.

 

Volano, Isera, Nogaredo, Castellano e Nomi sono le realtà coinvolte in questo festival alla sua prima edizione, organizzato da Associazione filarmonica e Azienda per il turismo Rovereto e Vallagarina in collaborazione con i cinque comuni lagarini, l’Associazione accompagnatori di Media montagna del Trentino e il Museo diocesano tridentino.

 

"Questo è un festival nato da un ambizioso progetto di rete con i Comuni e l’Apt Rovereto e Vallagarina che, oltre a valorizzare le bellezze del territorio, permette ai giovani artisti di esibirsi in cornici particolarmente affascinanti”, dice Klaus Manfrini, direttore artistico dell’Associazione filarmonica di Rovereto. "Ripartire in sicurezza - dice Giulio Prosser, presidente dell'Apt - lavorando uniti per la valorizzazione della Vallagarina, un territorio che offre esperienze di altissima qualità in un contesto che favorisce naturalmente il distanziamento sociale. Un grazie di cuore ai Comuni, all’Associazione Filarmonica, al Museo diocesano tridentino e agli Accompagnatori di media montagna del Trentino che hanno messo in campo competenze, risorse ed energie per dare vita a questa magnifica iniziativa”.

 

Sono cinque gli appuntamenti nell’arco di altrettanti fine settimana dal 16 maggio al 13 giugno. Focus degli incontri è invitare alla scoperta di luoghi normalmente non aperti al pubblico: chiese, castelli e palazzi che si svelano per l’occasione, ospitando concerti, degustazioni, passeggiate e visite guidate a tema arte sacra.

 

Per partecipare alle attività è necessaria la prenotazione. I prezzi sono contenuti e le iniziative prevedono il coinvolgimento di giovani e giovanissimi musicisti emergenti, in collaborazione con il Conservatorio “Monteverdi” di Bolzano. Sono previste riduzioni per i possessori di Trentino Guest Card.

 

Questo il programma delle iniziative per il mese di maggio che, combinando esperienze di valorizzazione e scoperta del territorio e concerti di musica classica, idealmente ci accompagnano al Festival Settenovecento (Rovereto, 17-21 giugno | Qui info).

 

Volano| domenica 16 maggio

 Nella cornice di “Memoriae”, si inserisce questa facile passeggiata nelle campagne sulla collina del paese, tra vigneti, boschetti di caducifoglie e pini silvestri. L’itinerario termina con la visita guidata alla chiesa di San Rocco, gioiello affrescato nel centro storico di Volano. La passeggiata si svolge in compagnia di due esperti: un Accompagnatore di Media Montagna del Trentino e un Mediatore del Museo Diocesano Tridentino. A seguire, presso la Cort de la Fontanela in via Ponta, concerto del Trio Einstein: Maximilian Parola, violino; Raphael Repetto, violoncello; Jana Pernthaler, pianoforte. A cura dell’Associazione Filarmonica di Rovereto in collaborazione con il Conservatorio Monteverdi di Bolzano.

 

Ritrovo: ore 9 presso parco Legat Volano
Durata attività: 2h30 passeggiata e visita alla chiesa di San Rocco, 1 h concerto (11:45-12:45)
Dislivello: 200 m circa, adatto a bambini a partire dai 7 anni
Partecipanti: minimo 5, massimo 20
Costo: € 9 intero, € 7 ridotto

Iscrizioni all’Apt entro sabato 15 maggio ore 15

 

Isera | sabato 22 maggio
Isera con gusto. Dal Borgo al Castello sulle tracce di una storia secolare per ammirare, in compagnia di un mediatore del Museo Diocesano Tridentino, i dipinti della chiesa dei SS Innocenti a Patone di Isera e raggiungere il suggestivo Castel Corno, collocato su uno sperone di roccia. All’arrivo l’Associazione Lagarina di Storia Antica darà il benvenuto e alcuni cenni sul castello. A seguire concerto del Quartetto Man: Maddalena Bortot e Francesca Zanghellini violini; Alessia Astretto, viola; Florin Burlacu, violoncello. In Programma: W.A. Mozart Quartetto n. 3 KV156, I. Stravinskij, Trois pièces pour quatuor à cordes, L. van Beethoven, Quartetto op.18 n.3. A Castel Corno, dopo il concerto, si potrà gustare un goloso pranzo con presentazione dei prodotti biologici di Isera a cura dell’Azienda Agricola Biodebiasi. Alle 18:30 a a Palazzo de Probizer è in programma una conferenza a cura di Carlo Andrea Postingher su alcuni elementi dell’identità locale, con la distribuzione di un’agile brochure illustrata dedicata a mettere in luce le più significative caratteristiche architettoniche e decorative di palazzo De Probizer e a far conoscere le famiglie che ne furono proprietarie nel corso del tempo, soffermandosi a tratteggiare i profili dei personaggi più eminenti che lo abitarono oltre a inserire il palazzo nel pregiato contesto architettonico di piazza San Vincenzo nel XVIII secolo. Intervento in collaborazione con la Cassa Rurale della Vallagarina. Presentazione di nove quadri che ritraggono i nobili della famiglia Fedrigotti di Belmonte donati al Comune di Isera dal signor Guido Armani, erede della Famiglia. A seguire, chi avrà piacere, potrà gustare in autonomia presso i ristoranti del borgo una proposta enogastronomica con i prodotti di Isera a filiera corta.

 

Partecipanti: minimo 5, massimo 20
Costo: € 20 comprensivo di visita guidata, pranzo, concerto e conferenza

Iscrizioni all’Apt entro venerdì 21 maggio ore 15

 

Nogaredo | domenica 30 maggio

Nella cornice di Calendimaggio, che quest’anno affianca il tema della donna a quello dell’ambiente, e propone una passeggiata che attraversa tutte le frazioni del paese di Nogaredo, è prevista una visita guidata alla chiesa di Brancolino con alcuni cenni sui Lodron a cura dell’Associazione Guide del Trentino e un concerto a cura dell’Associazione Filarmonica di Rovereto, sempre in collaborazione con il Conservatorio di Bolzano: si esibirà il Monteverdi Brass Quintet: Gianolio e Lorenzo Geroldi (trombe), Jonas Holzechnekt (trombone), Andrea Ferraiuolo (corno), Valerio Del Bianco (tuba). Il quintetto presenterà brani di M. Arnold, E. Grieg e V. Ewald.

 

Chi lo desidera potrà acquistare una “Calendi-bag” ideata dall’Associazione Calendimaggio, colma dei sapori del territorio: panini dolci e salati, frutta e bevande rigorosamente a km zero.

Partecipanti visita guidata: minimo 4, massimo 16
Costo: € 6 intero, € 4 ridotto
Costo Calendi-bag: € 15 menu adulto, € 10 bambino

Iscrizioni all’Apt entro sabato 29 maggio ore 15. Per la Calendi-bag termine iscrizioni il 23 maggio

 

L’appuntamento con “Pietre” prosegue a giugno a Nomi e Castellano. A breve il programma dettagliato degli appuntamenti in programma domenica 6 e 13 giugno.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 giugno - 12:51
Sono oltre 1800 le firme fino ad ora raccolte con la petizione per chiedere al presidente Fugatti ripristino degli autobus urbani in orario [...]
Cronaca
13 giugno - 12:21
Lo schianto è avvenuto poco dopo le 11. Un motocilista con ferite più gravi è stato elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento. Meno [...]
Società
13 giugno - 10:30
Sono 'Una casa per tutti' e 'Risonanze' le iniziative messe in campo da varie associazioni del territorio attive nel sociale: l'obiettivo è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato