Contenuto sponsorizzato

Incarichi senza gara? L'Apss a Il Dolomiti: ''Non necessario un confronto concorrenziale''. Ma Anac a Bologna per la stessa procedura: ''E' una violazione''

Di Luca Andreazza - 28 maggio 2022 - 06:01

TRENTO. "Gli standard delle metodologie di Accreditation Canada e Joint Commission International hanno marchi registrati e offrono un servizio infungibile. Da qui, la non necessità di procedere a un confronto concorrenziale". A riferirlo l'Apss nel rispondere a Il Dolomiti sugli iter di accreditamento d'eccellenza intrapresi negli anni a livello sanitario, due partite da oltre 300 mila euro

 

"Questi percorsi di accreditamento d’eccellenza - si legge nella nota dell'Apss - sono stati intrapresi negli anni dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari nell’ottica di un miglioramento continuo della qualità dei servizi erogati ai cittadini trentini. La scelta di intraprendere un percorso di accreditamento volontario, secondo standard specifici di una metodologia validata a livello internazionale, rientra nelle scelte strategiche di un ente pubblico e quindi nel più ampio concetto di discrezionalità amministrativa (Piano della qualità 2018 di Apss)".

 

Nel 2018 l'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha affidato un incarico da 250 mila euro (Iva esclusa) all'ente no profit Accreditation Canada per l'accreditamento sugli standard di qualità dei cinque ospedali di Arco, Borgo ValsuganaCavaleseClesTione, per il Servizio territoriale e per il Dipartimento di prevenzione, con quest'ultima struttura subentrata all'Aft di Pinzolo in corso d'opera (Qui articolo).

 

 

E più recentemente, c'è stata un'altra delibera per un importo di poco oltre i 75 mila euro a Joint commission international, anche questo un ente no profit ma con sede nell'Illinois (Stati Uniti) del servizio di accreditamento del presidio ospedale Santa Chiara di Trento (un rinnovo) con l'accreditamento dell'Unità operativa di protonterapia, quest'ultima una new entry. Una collaborazione instaurata nel 2005 e rinnovata nel 2008, nel 2012, nel 2015 e nel 2018 (Qui articolo).

 

 

"La storia di Apss - prosegue l'Azienda sanitaria - evidenzia come ogni cambiamento organizzativo rilevante sia stato accompagnato da un accreditamento volontario, secondo specifiche metodologie. Tutte le certificazioni che hanno scandito la storia organizzativa hanno metodologie e standard differenti e sono state scelte in funzione dello specifico contesto organizzativo in cui di volta in volta si riteneva prioritario sviluppare un miglioramento qualitativo. Per fare un esempio, Joint Commission International ha una pluriennale esperienza nella certificazione di ospedali ad alta complessità, a differenza di Accreditation Canada che si caratterizza per processi di integrazione tra ospedale e territorio, avendo come obiettivo la centralità del paziente nel continuum di cura".

 

Da qui le ragioni diverse che hanno portato a scegliere Accreditation Canada piuttosto che Jci. "Gli standard delle metodologie di questi due enti internazionali di accreditamento all’eccellenza - evidenzia l'Apss - sono brevettati e hanno marchi registrati da parte degli stessi, unici proprietari e quindi fornitori degli standard stessi. Parliamo quindi di un servizio infungibile fornito da un unico fornitore, come infatti viene esplicitato nelle delibere di affidamento. Da qui, la non necessità di procedere a un confronto concorrenziale. A conferma di questo esiste ampia giurisprudenza, con diversi pronunciamenti del Tar come quello di Napoli del 16 novembre 2016".

 

Nessun confronto concorrenziale in quanto si lavorerebbe in una specie di "esclusiva". Ma a Bologna è scoppiato proprio il caso dopo che è stato presentato un esposto perché l'Ausl ha assegnato alla no profit con sede a Ottawa, Accreditation Canada, un incarico da 400 mila per le verifiche di qualità, "senza gara o, quantomeno, una procedura negoziata a seguito di un'indagine di mercato".

 

L'Autorità nazionale anticorruzione ha prima aperto un fascicolo e poi ha evidenziato la "violazione delle norme in materia di contrattualistica pubblica" perché "esiste una pluralità di operatori economici che offrono sul mercato servizi di accreditamento degli enti del sistema sanitario. I sistemi di valutazione della qualità più diffusi in Italia in campo sanitario sono: Certificazione secondo le norme ISO 9000; Accreditamento tra pari; Sistema della Joint Commission InternationalModello dell’European Foundation for Quality Management (Efqm); Sistema del Canadian Council for Healt Service Accreditationche dal 2008 ha assunto la denominazione di Accreditation Canada – Driving Quality Health Service".

 

 

E se l'intervento di Anac appare più un richiamo ("Si invita la codesta Stazione appaltante - si legge nel documento firmato da Giuseppe Busia, presidente di Anac, e recapitato agli uffici della Ausl di Bologna - a volersi conformare per il futuro alle disposizioni di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 per l’affidamento e l’esecuzione di tale tipologia di serviziotenendo conto di quanto in specifico sopra rappresentato al riguardo") la struttura sanitaria felsinea, guidata ora da Paolo Bordon (già dg a Trento), sembra più che intenzionata a compiere un passo indietro per evitare di correre rischi, tutto bloccato per orientarsi a svolgere una gara, mentre la Corte dei conti avrebbe chiesto maggiori chiarimenti sull'operazione. 

 

A seguito dell'articolo questa vicenda è arrivata anche in Consiglio provinciale con Filippo Degasperi (Onda) che ha interrogato la Provincia per approfondire gli iter. "Si risponderà per le vie istituzionali con tutti i dettagli del caso", conclude l'Azienda provinciale per i servizi sanitari.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato