Contenuto sponsorizzato

"Non si reggeva più in piedi" (VIDEO), storia della coniglietta Camilla, "salvata grazie ad un intervento chirurgico alla bolla timpanica"

Giunta nelle scorse settimane nella clinica Suedtirol Exotic Vets di Bolzano, la coniglietta Camilla si presentava con la testa fissa sul lato destro e non si reggeva in piedi. E' stata salvata dai veterinari grazie ad un intervento chirurgico alla bolla timpanica

Di S.D.P. - 29 novembre 2023 - 15:42

BOLZANO. La coniglietta Camilla è stata salvata dai veterinari grazie ad un intervento chirurgico alla bolla timpanica. Giunto nelle scorse settimane nella clinica Suedtirol Exotic Vets di Bolzano, l'animale di 11 anni d'età si presentava con la testa fissa sul lato destro ("Head tilt"). 

 

Subito gli esperti si sono mossi per aiutare il coniglio ariete: "Le diagnosi differenziali – spiega il dottor Stefano Capodanno – in questi casi possono andare da malattie parassitarie a encefaliti passando per malattie infettive o patologie purulente come gli ascessi". 

 

Seguita precedentemente da altri veterinari che hanno inviato alla clinica la Tac fatta, la coniglietta è stata visitata anche da Capodanno, giunto infine a una diagnosi: "Grazie a questo esame abbiamo scoperto che aveva un empiema della bolla timpanica - fa sapere -. A quel punto è stato necessario ospedalizzare la 'paziente' 24 ore prima dell'intervento con fluidoterapia, copertura antibiotica e antinfiammatoria".

 

Una situazione particolarmente delicata, soprattutto perché "Camilla stava sempre ruotata sulla schiena non riuscendo a rimanere in stazione sulle quattro zampe". L'indomani l'animale è stato finalmente operato: "Un intervento impegnativo, di due ore e mezza, di osteotomia della bolla. Abbiamo aperto la cute, i tessuti sottostanti e il tessuto osseo per arrivare alla completa eliminazione del pus contenuto. Il tutto reso più delicato dall’età della paziente".

 

Già al risveglio, però, la situazione era cambiata: "L’anestesia è stata molto tranquilla e a 72 ore dall’intervento Camilla riusciva a stare in stazione con supporti laterali. A tre settimane dall’intervento eccola mangiare e stare bene dritta - conclude entusiasta il veterinario -. La strada, però, è ancora lunga ma sul lungo termine siamo molto ottimisti". 

Come sottolinea Capodanno, risulta fondamentale agire tempestivamente, nel momento in cui si nota qualcosa che non va nei propri amici a 4 zampe: "Qualora i vostri conigli presentino sintomi simili il consiglio è di recarsi rapidamente in clinica per verificare la situazione".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 marzo - 11:43
La polizia tedesca ha fermato una persona, l'ex marito della figlia della fisioterapista di 61 anni aggredita a febbraio. Sequestrati cellulari, [...]
Cronaca
05 marzo - 09:50
Sul posto anche i vigili del fuoco e le forze dell'ordine oltre al personale tecnico dell'Autostrada. E' successo al chilometro 183 in [...]
Cronaca
05 marzo - 09:24
A finire davanti al giudice sono padre e figlio, il primo per violenza privata e lesioni mentre il secondo per violenza sessuale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato