Contenuto sponsorizzato

Hanno tentato di fermare le costruzioni abusive sugli impianti da sci, lettera contro l'amministrazione di Folgaria: "Il rigore frena il turismo"

La giunta guidata dal sindaco Forrer ha presentato un esposto in procura per verificare la veridicità delle notizie riportate sulla lettera dove si elogia il comportamento del "Presidente della Folgaria Ski che ha acconsentito l'utilizzo delle strutture ancor che prive delle necessarie autorizzazione sanitaria, amministrativa ed edilizia"

Di Luca Andreazza - 29 maggio 2017 - 18:59

FOLGARIA. Il tentativo pare quello di fare ordine. La reazione, scomposta, con tanto di lettera più o meno anonima, invece è quella di chi si oppone al nuovo corso rimpiangendo il passato andato. Sabato la giunta del Comune di Folgaria ha presentato un esposto al procuratore della Repubblica al Tribunale di Rovereto. La ragione? Una lettera carica di attacchi all'amministrazione arrivata in Comune a inizio febbraio firmata, con nome e cognome che dopo accertamenti non sono stati identificati. 

 

Una lettera che ha come argomento portante quello che l'attuale Giunta starebbe lavorando “nel rigore eccessivo della legalità” e in quindi, in questo modo, frenerebbe lo sviluppo turistico della zona. Comportamento opposto, a quanto si legge, rispetto alla “concretezza” dei manager della Folgaria Ski. Addirittura si scrive che “il Presidente della Folgaria Ski ha acconsentito l'utilizzo delle strutture ancor che prive delle necessarie autorizzazione sanitaria, amministrativa ed edilizia”. Un modo, questo, preso a modello dal misterioso scrittore. 

 

La lettera è arrivata in Comune proprio quando l'amministrazione stava cercando di ristabilire un po' d'ordine proprio sulle piste da sci. Delle baracche abusive erano state fatte abbattere a dicembre ed altre erano all'attenzione delle forze dell'ordine. E infatti proprio a febbraio sarebbero arrivate le ingiunzioni di rimessa in pristino di alcuni fabbricati. Su tutti c'erano due ski-bar uno alla base dell'impianto Serrada - Martinella e l'altro a Passo Coe che erano stati trasformati in strutture con parti in cemento mentre da Prg sarebbero dovute essere semovibili e in legno (a inizio maggio, poi, altre strutture sono state abbattute sempre a Passo Coe).

 

Insomma i problemi c'erano ed evidentemente non tutto è sempre andato come doveva. Ma per il misterioso firmatario della lettera era proprio quello il modus operandi da seguire. “Questo è fare turismo – scriveva nella missiva – questa è praticità, questo è il buon senso: i permessi e la burocrazia possono arrivare in seguito”. E aggiungeva riferimenti alle amministrazioni passate: “Se quei sindaci si fossero fatti condizionare da norme e regolamenti, anziché operare con razionalità...”.

 

Le accuse contenute nella lettera sono apparse gravi all'amministrazione guidata dal sindaco Forrer che ha prima cercato di capire se avessero un fondamento e chi ci fosse dietro quella firma. E' stato dato mandato alla polizia locale e agli uffici interni del Comune di approfondire i vari "capi d'accusa" toccati e poi sabato scorso si è scelto per l'esposto in Procura per chiedere di fare chiarezza. "Gli uffici del Comune - comunica l'amministrazione - sono a piena disposizione degli organi inquirenti per accertamenti, controlli e per consegnare documenti e atti legati anche alle passate amministrazioni. Compito nostro è quello di fare, prima di tutto, chiarezza nell'interesse dell'intera comunità. Il sindaco e la giunta, compiendo questo atto dovuto, si augurano per primi che le frasi riportate nella missiva non trovino conferma in sede di eventuali indagini".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
20 ottobre - 09:31
Secondo Confesercenti gli studenti che escono dalle scuole alberghiere con un buon grado di formazione sono pochi e spesso manca la voglia di fare [...]
Società
20 ottobre - 11:13
Da Instagram a Facebook fino a TikTok: i maggiori social del pianeta 'censurano' le opere di nudo e i musei della capitale austriaca hanno deciso [...]
Cronaca
20 ottobre - 11:22
Il poliziotto penitenziario aggredito è stato accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara di Trento con diversi traumi. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato