Contenuto sponsorizzato

Merano, in cucina spunta un tesoro di oltre 3.000 monete di epoca romana

Il ritrovamento è avvenuto durante gli scavi in via Virgilio a Maia Alta. Le monete risalgono al periodo dell'imperatore Diocleziano all'epoca della scissione dell'Impero romano fra occidente e oriente

Di Luca Andreazza - 09 marzo 2017 - 15:42

MERANO. Un tesoro di 3.187 monete provenienti dalle zecche del mondo di allora: Cartagine in Africa, Antiochia in Turchia, Tessalonica in Grecia, Alessandria in Egitto, ma anche Siscia in Croazia, Lione in Francia, Roma e Aquileia. Tutto questo è affiorato durante gli scavi archeologici in via Virgilio a Maia Alta, dove sono state rinvenute anche fibule decorate e altri reperti di valore.

 

Nel corso degli scavi condotti dalla Soprintendenza provinciale alle belle arti di Bolzano è stato individuato un esteso edificio e durante le operazioni sono emerse queste monete, databili tra la fine del III secolo e l'inizio del IV secolo d.C., che si trovavano nascoste sotto una macina nella cucina della casa.

 

Questi reperti sono ora allo studio dell'ufficio beni archeologici e risalgono al periodo dell'imperatore Diocleaziano, all'epoca della divisione dell'Impero romano fra occidente e oriente: le monete riportano infatti l'effige di Maximianus Augustus, Constantius Clorus Caesar, Diocletianus Augustus e Galerius Caesar.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 dicembre - 15:11
La valanga, dicono gli operatori del soccorso alpino intervenuti sul posto, ha avuto un fronte di circa 30 metri ed una lunghezza di circa 300 metri
Cronaca
06 dicembre - 13:27
L'intervento è avvenuto nella zona di Racines in Alto Adige. Un autobus è rimasto bloccato a causa della neve
Economia
06 dicembre - 12:00
Via libera al nuovo intervento di sostegno al credito per agevolare, attraverso la garanzia della Provincia, il finanziamento di Confidi e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato