Contenuto sponsorizzato

Rossi: "Le battute di De Laurentiis sul Trentino? E' meglio che lo sponsorizzato rispetti lo sponsor"

Il presidente della Provincia replica allo show del numero 1 del Napoli: "C'era un clima di esuberanza tipicamente partenopea". E su Dallapiccola definito "uno al quale non far fare nemmeno l'usciere" Rossi aggiunge: "Noi abbiamo rispetto anche degli uscieri. Dallapiccola ha sempre fatto bene il suo lavoro"

Di G. Fin - 15 ottobre 2016 - 20:05

TRENTO. "Dallapiccola paragonato a un usciere? Da noi gli uscieri fanno sempre il proprio dovere e sono ben considerati e rispettati". Il presidente della provincia Ugo Rossi risponde in maniera decisa al presidente del Napoli De Laurentiis che ieri in conferenza stampa non ha certamente usato parole gentili nei confronti del Trentino e del suo assessore al turismo.

 

“Non è una questione personale – ha voluto chiarire il presidente Rossi – anche perché ho risentito la registrazione e mi sembrava una conferenza in un clima di esuberanza tipicamente partenopea”.

 

Detto questo, però, le parole dette dal presidente del Napoli non sono certo passate inosservate anche in Piazza Dante. "E' chiaro – ha spiegato Rossi - che quando c'è un contratto di sponsorizzazione noi siamo abituati a rispettarlo e a fare del nostro meglio sempre e comunque, a partire dall'ospitalità che abbiamo gli abbiamo dato, al fare le cose seriamente con l'accoglienza della squadra e dei tifosi. Senza contare che la Val di Sole è stata straordinaria".

 

Un contratto, però, ha anche una controparte che in questo caso è il Napoli. "Lo sponsorizzato – ha aggiunto Rossi - non può parlare male dello sponsor, che in questo caso è il Trentino, lo pretendiamo come elemento di correttezza contrattuale. Il contratto ha un valore e certo non viene onorato mettendo in cattiva luce lo sponsor".

 

Ugo Rossi, comunque, oggi ha cercato di contattare "attraverso un messaggino il presidente del Napoli ma - c'ha detto - non mi ha ancora risposto".

 

Quindi abbiamo chiesto un commento in merito alla dichiarazione di De Laurentiis che ha definito il suo assessore Dallapiccola: "Da manicomio. Con me non farebbe nemmeno l'usciere". Ovviamente abbiamo prima provato a sentire lo stesso Dallapiccola che però c'ha risposto con un sms dicendoci che "fa Rossi per tutti". E allora ecco: "A casa mia invito anche gli uscieri e ho rispetto anche per loro - ha risposto Rossi -. Esattamente come gli uscieri fanno il loro dovere, anche l'assessore Dallapiccola ha sempre fatto il proprio: avere la sponsorizzazione di una squadra di punta, ottenendola al minor costo possibile vuol dire ricoprire al meglio il proprio ruolo".

 

"De Laurentiis - ha concluso Rossi - sa benissimo che tutte le attività devono avere una sostenibilità e un equilibrio imprenditoriale. Dallapiccola ha fatto benissimo perché è riuscito a tenere il Napoli andando a ribassare le prime richieste economiche fatte. Noi siamo contenti del rapporto che si è creato negli anni con il Napoli e siamo sicuri che è così anche per loro al di là delle battute".  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato