Contenuto sponsorizzato

Rossi: "Le battute di De Laurentiis sul Trentino? E' meglio che lo sponsorizzato rispetti lo sponsor"

Il presidente della Provincia replica allo show del numero 1 del Napoli: "C'era un clima di esuberanza tipicamente partenopea". E su Dallapiccola definito "uno al quale non far fare nemmeno l'usciere" Rossi aggiunge: "Noi abbiamo rispetto anche degli uscieri. Dallapiccola ha sempre fatto bene il suo lavoro"

Di G. Fin - 15 ottobre 2016 - 20:05

TRENTO. "Dallapiccola paragonato a un usciere? Da noi gli uscieri fanno sempre il proprio dovere e sono ben considerati e rispettati". Il presidente della provincia Ugo Rossi risponde in maniera decisa al presidente del Napoli De Laurentiis che ieri in conferenza stampa non ha certamente usato parole gentili nei confronti del Trentino e del suo assessore al turismo.

 

“Non è una questione personale – ha voluto chiarire il presidente Rossi – anche perché ho risentito la registrazione e mi sembrava una conferenza in un clima di esuberanza tipicamente partenopea”.

 

Detto questo, però, le parole dette dal presidente del Napoli non sono certo passate inosservate anche in Piazza Dante. "E' chiaro – ha spiegato Rossi - che quando c'è un contratto di sponsorizzazione noi siamo abituati a rispettarlo e a fare del nostro meglio sempre e comunque, a partire dall'ospitalità che abbiamo gli abbiamo dato, al fare le cose seriamente con l'accoglienza della squadra e dei tifosi. Senza contare che la Val di Sole è stata straordinaria".

 

Un contratto, però, ha anche una controparte che in questo caso è il Napoli. "Lo sponsorizzato – ha aggiunto Rossi - non può parlare male dello sponsor, che in questo caso è il Trentino, lo pretendiamo come elemento di correttezza contrattuale. Il contratto ha un valore e certo non viene onorato mettendo in cattiva luce lo sponsor".

 

Ugo Rossi, comunque, oggi ha cercato di contattare "attraverso un messaggino il presidente del Napoli ma - c'ha detto - non mi ha ancora risposto".

 

Quindi abbiamo chiesto un commento in merito alla dichiarazione di De Laurentiis che ha definito il suo assessore Dallapiccola: "Da manicomio. Con me non farebbe nemmeno l'usciere". Ovviamente abbiamo prima provato a sentire lo stesso Dallapiccola che però c'ha risposto con un sms dicendoci che "fa Rossi per tutti". E allora ecco: "A casa mia invito anche gli uscieri e ho rispetto anche per loro - ha risposto Rossi -. Esattamente come gli uscieri fanno il loro dovere, anche l'assessore Dallapiccola ha sempre fatto il proprio: avere la sponsorizzazione di una squadra di punta, ottenendola al minor costo possibile vuol dire ricoprire al meglio il proprio ruolo".

 

"De Laurentiis - ha concluso Rossi - sa benissimo che tutte le attività devono avere una sostenibilità e un equilibrio imprenditoriale. Dallapiccola ha fatto benissimo perché è riuscito a tenere il Napoli andando a ribassare le prime richieste economiche fatte. Noi siamo contenti del rapporto che si è creato negli anni con il Napoli e siamo sicuri che è così anche per loro al di là delle battute".  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 05:01

Un'immagine registrata utilizzata per la campagna elettorale, tutto senza autorizzazione. Un caso che non è sfuggito alla proprietaria del "marchio", che è Cristina Fogazzi, conosciuta come l'Estetista cinica, che si è resa protagonista di un durissimo affondo contro Odilla Ponti candidata della Lega alle elezioni amministrative di Trento

22 settembre - 08:55

Per il governatore Veneto un risultato che nessun altro governatore aveva raggiunto. "E' una responsabilità grande che arriva da un voto dei veneti per il Veneto” ha spiegato

22 settembre - 08:09

Il ministro della Salute: "“Ho firmato una nuova ordinanza che estende l’obbligo di test molecolare o antigenico ai cittadini provenienti da Parigi e altre aree della Francia con significativa circolazione del virus. I dati europei non possono essere sottovalutati. L’Italia oggi sta meglio di altri Paesi, ma serve ancora grande prudenza per non vanificare i sacrifici fatti finora”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato