Contenuto sponsorizzato

Una manifestazione per gridare forte che "Il Trentino accoglie". Con il vescovo, l'imam e tutta la società civile

Il 6 dicembre a Trento una mobilitazione per condannare i fatti xenofobi di Soraga e Lavarone. In piazza anche i direttori del Muse e del Mart, il mondo dell'associazionismo e del volontariato

Di Donatello Baldo - 24 novembre 2016 - 10:41

TRENTO. I fatti di Soraga e Lavarone hanno provocato la risposta della società civile, di un insieme eterogeneo di realtà trentine che ha deciso di mobilitarsi per affermare che "Il Trentino accoglie". E questo sarà lo striscione di apertura di una manifestazione larga e plurale che il 6 dicembre percorrerà le vie della città di Trento.

 

"Purtroppo anche in Trentino si sono recentemente verificati degli attentati ad edifici predisposti per l’accoglienza dei profughi - scrivono i promotori della manifestazione - e non dobbiamo in alcun modo sottovalutare la gravità di questi episodi. Occorre che la società civile trentina manifesti pubblicamente e unitariamente la più netta condanna di questi atti, che confermi la propria disponibilità all'accoglienza dei profughi".

 

"Di fronte al dramma dei profughi, che rappresenta la più grave emergenza umanitaria dagli anni della seconda guerra mondiale, anche le comunità del Trentino sono chiamate a dare una risposta di solidarietà e di accoglienza - continua la nota - 
proprio perché le popolazioni di questa terra hanno sperimentato sulla propria pelle la condizione di profugo e migrante, le sue durezze e le sue speranze".

 

La manifestazione partirà alle ore 18.30 da piazza Duomo e le prime adesioni sono molto significative. Saranno presenti il vescovo Tisi e l'imam Breigheche, ma l'adesione l'hanno data anche padre Alex Zanotelli, il sindaco di Trento Alessandro Andreatta, i segretari delle confederazioni sindacali, anche il mondo dello sport con il presidente della Trentino Volley Diego Mosna e quello della cultura con la scrittrice Isabella Bossi Fedrigotti e le adesioni dei direttori del Muse, del Mart, del Museo storico di Trento e di di quello di Rovereto.  Tanti gli esponenti della società civile, delle associazioni e del volontariato. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 10:18

Il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher ha presentato nella giornata di venerdì 27 la nuova ordinanza che entrerà in vigore lunedì 30 novembre e porterà ad una riapertura scaglionata di diverse attività, oltre che all'allentamento delle misure per il contenimento del virus. Ecco quali sono le principali novità

27 novembre - 16:13

Durante i mesi di agosto e settembre, il lago è stato interessato da un’intensa fioritura algale, visibile ad occhio nudo per l’anomala colorazione dell’acqua della superficie. Questo episodio di fioritura è stato provocato da un ciano batterio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato