Contenuto sponsorizzato

Champions league, la Trentino Volley trova Kedzierzyn-Kozle, Izmir e Maaseik

Volley. Il sodalizio di via Trener inserito nella Pool E. Nella Pool A derby italiano tra Sir Safety Perugia e Cucina Lube Civitanova Fenerbahce SK Istanbul (Turchia), Sir Safety Colussi Perugia (Italia), Knack Roeselare

Di Luca Andreazza - 17 novembre 2017 - 18:32

MOSCA (Russia). Zaksa Kedzierzyn-Kozle, Noliko Maaseik e Arkas Izmir. Queste le avversarie sulla strada della Trentino Volley nella Pool E della Champions league. Nel Pool A si serve invece il derby italiano tra Sir Safety Perugia e Cucine Lube Civitanova, completano il raggruppamento Fenerbahce SK Istanbul e Knack Roeselare.

 

A Mosca hanno preso ufficialmente forma i cinque gironi di Main Phase del massimo torneo continentale, trofeo che il sodalizio via Trener ha già messo per ben tre in bacheca (2008/2009, 2009/2010 e 2010/11). I campioni di Polonia dello Zaksa Kedzierzyn-Kozle, i belgi del Noliko Maaseik e i turchi dell’Arkas Izmir sono le formazioni sulla strada per i Playoffs 12.

 

La fase a gironi, via il prossimo 3 dicembre, prevede sei gare totali divise tra girone d’andata e ritorno ed inizierà il 3 dicembre 2017. A febbraio si chiude questa fase e la Champions league entrerà nel vivo: le due prime classificate di ogni pool e le due migliori terze accederanno ai Playoff 12.

 

Lo Zaksa Kedzierzyn-Kozle è da anni tra le società di spicco della pallavolo polacca con sette scudetti, sei coppe nazionali e una serie di prestigiosissimi piazzamenti in campo europeo. In Champions League il miglior risultato di sempre del sodalizio fondato nel 1947 è il terzo posto ottenuto nella Final Four 2003 che si giocò al Forum di Assago a Milano. Nella passata stagione ha disputato il massimo torneo continentale per la decima volta, uscendo sconfitta ai Playoffs 12 contro i russi del Belgorod.

 

Nella rosa affidata all’italiano Andrea Gardini (storico capitano dell’Italia che negli anni novanta vinse tutto tranne le Olimpiadi) sono tanti i nomi noti, come il palleggiatore francese Toniutti, l’opposto portoricano Torres (entrambi ex Ravenna), lo schiacciatore belga Deroo (ex Modena e Verona), ma anche il secondo regista Falaschi, il libero Campione del Mondo 2014 con la Polonia Zatorski e il centrale della nazionale Wisnieski.

 

Lo Zarska parteciperà anche al Mondiale per Club 2017, che si giocherà proprio in Polonia, in qualità di squadra campione in carica del campionato del paese ospitante.

 
Sei i precedenti ufficiali contro Trentino Volley, sfidata nella fase a gironi delle edizioni 2012 e 2013 della Champions League e nella semifinale di Coppa Cev 2015. Il bilancio sorride ai colori gialloblu per 5-1.

 

L'Arkas Izmir è una realtà consolidata nel panorama del volley turco maschile e negli ultimi anni ha dato filo da torcere alle squadre di Istanbul e Ankara. Nella scorsa stagione non ha ottenuto vittorie, ma si è comunque guadagnata l’accesso alla Champions league (settima presenza assoluta) in virtù del secondo posto finale nel campionato nazionale.

 

Nel suo palmares trovano spazio quattro scudetti turchi, due coppe nazionale e soprattutto la Challenge Cup 2009, vinta superando nella finale organizzata in casa al tie break i polacchi dello Jastrzebski Wegiel. In Champions League, invece, il risultato più eclatante rimane il quarto posto nell’edizione 2012 nella Final Four di Lodz. Perse la finale per il terzo posto proprio contro Trentino Volley nel primo dei tre precedenti ufficiali tra le due società (18 marzo, 3-0); gli altri due sono relativi alla fase a gironi del torneo 2014, sempre appannaggio dei trentini.

 

La squadra è affidata ancora una volta al canadese Glenn Hoag (padre dello schiacciatore trentino Nicholas), alla settima stagione sulla panchina dei biancoazzurri. In rosa i nomi più importanti sono quelli del palleggiatore serbo Jovovic, dello schiacciatore tedesco Fromm (entrambi prelevati da Monza), dell’opposto cubano Sanchez Bozhulev, ma anche del posto 4 brasiliano Bravo (allenato a Piacenza da Lorenzetti). Al centro Koc e Matic garantiscono centimetri e muri.

 

Il Noliko Maaseik è tra le squadre più prestigiose e conosciute del Belgio per i tanti risultati di ottima levatura internazionale ottenuti nel recente e nobile passato. In patria nell’ultima stagione però ha vissuto un’annata senza troppe fortune, dove ha dovuto subire la legge degli storici avversari del Roeselare (vincitori del campionato e della coppa). Il ricco palmares durante gli ultimi dodici mesi non è quindi stato incrementato, ma può sempre contare su 14 scudetti, 14 coppe di Belgio e 14 supercoppe nazionali.

 
Parteciperà per la ventitreesima volta alla Champions league, competizione nella quale in due occasioni ha conquistato anche il secondo posto (sconfitta da Modena nel 1997 e Treviso nel 1999). Nell’ultima edizione la sua corsa si è interrotta già alla fase a gironi a causa dell’ultimo posto conseguito nella Pool A che comprendeva guarda caso proprio il Kedzierzyn-Kozle, ma anche Dinamo Mosca e Istanbul.

 

Rispetto al recente passato la rosa della formazione rossonera è stata sensibilmente rinnovata. A guidarla Joel Banks, promosso a prima allenatore dopo due stagioni di apprendistato alle spalle di Castellani. I giocatori di spicco sono lo schiacciatore olandese Maan (alle decima stagione di permanenza a Maaseik), che gioca in diagonale con l’argentino Bruno (ex Ortona in Serie A2), in rosa anche l’ex centrale di Modena Sighinolfi, che però solitamente non parte titolare perché gli vengono preferiti l’estone Tammemaa e lo sloveno Mijatovic. Sei i precedenti contro Trentino Volley, tutti a favore dei trentini.

 

POOL A
Fenerbahce SK Istanbul (Turchia), Sir Safety Colussi Perugia (Italia), Knack Roeselare (Belgio), Cucine Lube Civitanova (Italia).

 

POOL B
Ford Store Levoranta Sastamala (Finlandia), VfB Friedrichshafen (Germania), Paok Thessaloniki (Grecia), Halkbank Ankara (Turchia).

 

POOL C
Lokomotiv Novosibirsk (Russia), PGE Skra Belchatow (Polonia), Dinamo Moscow (Russia), Chaumont Vb 52 Haute Marne (Francia).

 

POOL D
Jastrzebski Wegiel (Polonia), Spacer’s Toulouse Vb (Francia),  Berlin Recycling Volleys (Germania), Zenit Kazan (Russia).

 

POOL E
Noliko Maaseik (Belgio)Arkas Izmir (Turchia)Trentino Diatec (Italia)Zaksa Kedzierzyn-Kozle (Polonia).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 luglio - 19:47
Il presidente della Società meteorologica italiana a il Dolomiti: “Ci sarei potuto essere anche io lassù. Quel ghiacciaio, visto da fuori, non [...]
Cronaca
04 luglio - 20:40
Dal 2012 al 2020 è stato a capo del soccorso alpino di Recoaro - Valdagno, Paolo Dani era un'espertissima guida alpina. L'addio dei colleghi: [...]
Cronaca
04 luglio - 17:50
Era una delle persone che si temeva potesse essere sotto la valanga causata dal seracco che è crollato ieri sulla Marmolada ma è stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato