Contenuto sponsorizzato

Trentino Volley ritrovata: affonda Piacenza e comincia la rincorsa

Il primo set i ragazzi di Lorenzetti rifilano un 25 - 10 che non lascia scampo agli emiliani che tentano di reagire nel terzo parziale ma non reggono gli attacchi di Hoag e soci 

Foto Trabalza
Pubblicato il - 26 novembre 2017 - 19:17

TRENTO. Buone sensazioni e forse, come da tempo si augura il presidente Mosna, la sorte sta girando. La Trentino Volley si ritrova a Piacenza, riscoprendosi squadra compatta e dal potenziale offensivo molto importante. Un secco 3 a 0 rifilato a agli emiliani di coach Giuliani con Hoag, Lanza e Vettori a fare la differenza. 

 

E che Lorenzetti stesso sia in cerca di conferme lo si vede anche dallo starting six: il coach ripropone gli stessi che giovedì avevano ben fatto (e vinto) contro Latina: Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Lanza e Hoag in banda, Eder e Zingel al centro e De Pandis libero

 

Il primo set si può dire che Piacenza lo guarda dagli spogliatoi senza scendere in campo. L’avvio di gara è eccezionale per i gialloblù che con Vettori e Eder aggrediscono gli avversari fra servizio ed attacco scappando subito sul 7-1. Sul 10-3 per gli ospiti, dopo altri due break point di Lanza, Giuliani ha già esaurito i time out a disposizione ma c'è ben poco da fare. Un muro di Eder riesce a portare il punteggio 20 a 7. Alla fine si chiude sul 25-10.

Giuliani cambia molti giocatori, cerca soluzioni diverse, ma non le trova. Nel secondo set è sempre la Diatec Trentino a condurre le danze, grazie alla ritrovata incisività del suo servizio che scava un nuovo solco profondo dopo il 5-4, trasformato velocemente in 13-7 con l’aiuto di Eder e la concretezza a rete di Vettori. Per provare ad entrare nel match Piacenza si affida principalmente alla battuta; un paio di ace (di Yosifov e Parodi) provano a ricucire lo strappo (17-14). Ma anche in questo parziale si chiude avanti 25 a 21.

 

Terzo set più combattuto con Piacenza che riesce ad andare avanti salvo, poi, essere ripresa sull'11 a 11. Avanti a braccetto fino al 15 a 15 ma Trento ha un Hoag in più che fa volare i suoi sul 16 a 19. Le distanze restano, grosso modo, quelle fino alla fine: 19 a 23 e poi 20 a 25

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 15:55

L’accesso al drive through è possibile solo su appuntamento: la centrale Covid gestisce le agende e fornisce ai singoli indicazioni sulle sedi, gli orari e le modalità di effettuazione del tampone

26 ottobre - 16:14

L’allarme lanciato da alcuni medici del Santa Chiara: Una situazione di sovraccarico lavorativo cronica, che espone a rischio di sicurezza sia i pazienti che il personale medico”. Degasperi: “Le criticità segnalate erano già state evidenziate un anno fa ma con il passare del tempo si sono acuite, perché nessuno ha fatto nulla?

26 ottobre - 20:41

Secondo Fugatti ci sono ancora “migliaia e migliaia di persone che attendono la cassa integrazione”, ma per il segretario della Cgil è vero solo in parte e soprattutto anche la Provincia è in ritardo: “Dei circa 15 milioni promessi ai lavoratori solo una minima percentuale è stata erogata”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato