Contenuto sponsorizzato

A Brunner e Confortola la Ski Marathon in tecnica libera, Mauro Brigadoi trionfa in quella a tecnica classica

Sci nordico. In archivio la quarta edizione della Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon targata Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Asd Charly Gaul Internazionale. Un evento giovane, ma ambizioso che dopo aver assegnato i titoli dei campionati italiani, ora aspetta la Coppa Europa per la prossima stagione

Pubblicato il - 26 febbraio 2018 - 10:52

TRENTO. In archivio la quarta edizione della Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon. La kermesse dedicata agli sci stretti targata Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Asd Charly Gaul Internazionale. Un evento giovane, ma ambizioso che dopo aver assegnato i titoli dei campionati italiani cittadini e master, ora aspetta la Coppa Europa per la prossima stagione.

 

Una doppia sfida in tecnica classica e in quella libera hanno accompagnato oltre 250 concorrenti in gara. A trionfare e iscrivere il proprio nome nell'albo d'oro della 30 chilometri sono stati Mauro Brigadoi, alla seconda affermazione in questa manifestazione, e Michela Tessaro al sabato, mentre l'altoatesino Julian Brunner e Antonella Confortola alla domenica. 

 

Nella gara di quindici chilometri i vincitori sono invece Simon Bosin nella tecnica classica e Stefano Detassis in quella libera. Grande week-end anche per Agata Marchi capaci di imporsi in entrambe le specialità. 

 

Il Team Trentino Robinson ha monopolizzato il podio della 30 chilometri in tecnica classica che ha aperto la quarta edizione della Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon, vinta per la seconda volta in carriera da Mauro Brigadoi.

Risultato frutto dell'ottimo gioco di squadra e il ventiseienne fondista fiemmese ha bissato il successo del 2016 e si è imposto per distacco davanti ai compagni di squadra Francesco Ferrari e Bruno Debertolis, che ha tagliato il traguardo a braccetto con il vincitore della passata edizione Loris Frasnelli e ha brindato dal podio all'ultima gara agonistica in Italia della carriera, ora pronto a dedicarsi al ruolo di team manager.

 

Nella 15 chilometri, valevole anche per l'assegnazione dei titoli di campione italiano Cittadini e Master, lo spunto vincente è stato quello di Simon Bosin del Team Futura, mentre nella parallela gara femminile la vittoria è andata all'atleta di casa tesserata per il Gs Marzola Agata Marchi.

 

La prima giornata della Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon ha assegnato anche i titoli tricolori Cittadini e Master in tecnica classica. Medaglie d’oro per Vania Zanatta dello Sci Fondo Treviso nella F1, Elisabetta Amici della Ss Valsassina nella F2, Bruno Debertolis del Robinson Ski Team nella M1, Marco Crestani del Team Futura nella M2, Silvano Berlanda del Team Futura nella M3, Giuliano Secco del Primiero nella M4, Roberto Martini del Gsa Asiago nella M5, Agata Marchi del Marzola e Bruno Debertolis del Robinson Ski Team nella senior, Silvia Pedretti del Marzola e Matteo Tomasi del Fiavè nella under 20.

Per quanto riguarda le vittorie di categoria nella 15 chilometri successo di Agata Marchi e Simone Bosin 19-40, di Vania Zanatta e Bruno Carrara nella 41-50, Elisabetta Amici e Umberto De Martin Pinter nella  51-60, Maria Rita Chini e Paolo Lamastra nella over 70. Infine nella 30 km Michela Tessaro e Mauro Brigadoi primi nella 19-40, Susanna Natale e Toni Barp vincitori nella 41-50, Paola Leonardi e Marco Crestani nella 51-60, Silvano Berlanda trionfatore nella over 60, Giuliano Secco nella over 70.
 

Tante emozioni anche nella seconda giornata di gare. Al primo passaggio in zona Capanne Viote erano in sei al comando, un gruppo formato da Stefano Detassis, Pietro Mosconi, Loris Frasnelli, i gemelli Thomas e Nicolas Bormolini e Julian Brunner.

 

Dopo il passaggio in località Rocce Rosse si è subito delineata la gara dei 15 km con Stefano Detassis e Pietro Mosconi che si sono giocati lo sprint per la vittoria.

 

Alla fine ha prevalso l’alfiere del Gs Marzola, che ha preceduto di un solo secondo il portacolori dello Sci club Leffe: 41’31” il tempo fatto registrare dal dominatore. Più staccato, a 3’18”, il terzo della light Martin Taschler iscritto dell’ultima ora e tornato sul Bondone dopo aver conosciuto questo territorio in occasione de La Leggendaria Charly Gaul ciclistica, a testimonianza del valore promozionale degli eventi sportivi.

 

La sfida sulla 15 chilometri femminile ha visto la stessa protagonista del sabato, cioè Agata Marchi del Gs Marzola, che non ha per nulla risentito delle fatiche della sfida a tecnica classica, giungendo da sola al traguardo con il tempo di 5’36”, infliggendo oltre 4 minuti a Patrizia Panizza del Fondo Val di Sole, quindi terza Elena Leonardelli del Made 2 Wind.

 

Mentre i podi festeggiavano la flower ceremony, premiati dalla direttrice Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones, sulla sfida lunga è calata la nebbia, con tre sciatori a giocarsi il tutto per tutto, cioè con l’olimpionico di Torino e Vancouver Loris Frasnelli, il compagno di squadra del Team Robinson Ski Team Nicolas Bormolini e il pusterese del Team Futura Julian Brunner.

 

Il terzetto è passato compatto a 4 chilometri dall’arrivo in località Capanna Viote, con Frasnelli a tirare il gruppo, subito dopo il transito a Rocce Rosse ecco che esce allo scoperto Brunner che ha aumentato il ritmo, riuscendo a staccare i rivali incapaci a rintuzzare l’attacco. Le spinte dell’altoatesino di Dobbiaco non sono diminuite fino al traguardo, dove è transitato con il tempo di 1h24’32”, precedendo di 11 secondi il livignasco Nicola Bormolini e di 38 secondi il fiemmese Loris Franselli. Ad oltre un minuto sono poi giunti il venostano Patrick Klettenhammer, quindi l’altro valtellinese Thomas Bormolini, Marco e Alessandro Mosconi.

 

Senza storia la sfida al femminile con la medaglia olimpica di Torino 2006 Antonella Confortola in testa dal primo all’ultimo dei 30 chilometri del percorso, affrontato con il piglio dei tempi migliori, chiudendo la sua fatica con il tempo di 1h36’53”, che rappresenta un’eccellente prestazione se consideriamo che è giunta a poco più di 12 minuti dal trionfatore. Sul secondo gradino del podio, con un distacco importante dalla fiemmese è giunta Giulia Gosetti dello Sci club Fiavè, quindi terza Michela Tessaro del Sottozero Nordic Team.

 

Nelle classifiche di categoria vittoria di Julian Brunner, Stefano Detassis, Agata Marchi e Giulia Gosetti nella 19-40, per Sergio Dezulian, Marco Mosconi, Patrizia Panizza e Antonella Confortola nella 41-50, per Pier Luigi Pedergnana, Nicola Parolari, Mariasilvia Mandarino e Anna Tasin nella 51-60, per Maria Rita Chini e Aldo Moresco nella over 70, per Domenico Invernizzi e Francesco Mich nella over 60.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

13 luglio - 12:24
L'allerta è scattata intorno alle 11.15 di oggi, lunedì 13 luglio, in via Nazionale a Mattarello poco prima del bivio che porta verso il centro abitato e che prosegue verso Rovereto. Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Mattarello e i permanenti di Trento
13 luglio - 11:40

Un dato che può essere considerato l'ennesimo campanello d'allarme. Sono 174 i tamponi analizzati nelle ultime 24 ore 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato