Contenuto sponsorizzato

Gianni Moscon difende la maglia tricolore a crono e beffa Filippo Ganna per 2 secondi

Dopo un duello a distanza appassionante il trentino del Team Sky, sempre indietro negli intermedi, riesce a strappare il tempo migliore. Terzo Fabio Felline

Di Luca Andreazza - 04 ottobre 2018 - 16:40

TORINO. La strada delle mele piemontese porta fortuna a Gianni Moscon. Il trentino in forza al Team Sky si conferma per il secondo anno consecutivo campione italiano a cronometro.

 

Il teatro di gara dei campionati italiano parte da Cavour in provincia di Torino e il percorso si snoda tra Campiglione e Bibiana su un circuito di 21 chilometri da ripetere due volte per un totale di 42 chilometri.

 

Un falsopiano in leggera discesa nel finale che ben si adatta a corridori in grado di azionare rapporti più lunghi. L'osservato speciale è proprio Moscon, reduce dal brillante quinto posto ai mondiali su strada di Innbruck e campione in carica nella specialità contro il tempo.

 

Il trentino è autore di una grandissima prova e beffa Filippo Ganna (Uae Team Emirates) per appena due secondi.

 

Il piemontese due volte campione del mondo di inseguimento registra sempre gli intermedi migliori e chiude in 28'22'', il duello a distanza è appassionante, Gianni Moscon è sempre vicino e nell'ultima parte di corsa trova lo spunto per rimontare e staccare il tempo di 28'24'', un crono che vale la riconferma della maglia tricolore. Terzo l'altro favorito di giornata, il piemontese Fabio Felline, distante però ben 57'' dal trentino.

 

PODIO CAMPIONATI ITALIANI A CRONOMETRO 

1. Gianni Moscon (Team Sky) km 41 in 28’24”
2. Filippo Ganna (UAE Team Emirates) a 2″
3. Fabio Felline (Trek-Segafredo) a 57″

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 16:09

Fra i 2 positivi uno è minorenne, il numero dei pazienti ricoverati scende a 16, di cui 3 in rianimazione a Rovereto. Ben 1597 i tamponi effettuati

30 maggio - 16:11

Il presidente del Veneto accusa Atene dimenticandosi che al momento nemmeno il nostro Paese permette ai cittadini di circolare tra le regioni e dandosi, in realtà, anche una risposta da solo per quanto da loro deciso: ''Non mi risulta che la sanità della Grecia sia come quella dell'Italia: non accettiamo lezioni da quel Paese''

30 maggio - 16:08

Sono 2.168 le persone guarite dal Covid-19 (+ 18 rispetto a ieri). A queste si aggiungono 805 persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate per due volte negative al test. Il numero complessivo dei guariti fra sicuri e sospetti si attesta a 2.973 (+ 23 rispetto al giorno precedente)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato