Contenuto sponsorizzato

Tris Astana al Tour of the Alps, vince Sanchez. Pinot sempre in ciclamino. Domani il gran finale

Il francese Pinot resta in maglia ciclamino davanti a Pozzovivo e Lopez (15'') e Froome (16''). In ripresa la condizione di Fabio Aru, che si è mosso bene sulle pendenze del Banneberg. Domani antipasto del percorso del Campionato del mondo di ciclismo

Di Luca Andreazza - 19 aprile 2018 - 17:14

LIENZ (Austria). Al Tour of the Alps vince quasi sempre l'Astana. Dopo i successi di Bilbao (Qui articolo) e Lopez (Qui articolo) nelle prime due frazioni e quella di O'Connor della Dimension Data (Qui articolo), arriva il successo di Luis Leon Sanchez al traguardo di Lienz.

 

La tappa Chiusa-Lienz si decide negli ultimi 1.300 metri, quando lo spagnolo saluta tutti e si impone con 6'' di vantaggio su Bennett e 11'' su Bouwman e quindi tutti gli altri. Il francese Pinot resta in maglia ciclamino davanti a Pozzovivo e Lopez (15'') e Froome (16''). In ripresa la condizione di Fabio Aru, che si è mosso bene sulle pendenze del Banneberg

 

Domani l'ultima tappa, da Rattenberg a Innsbruck per 161 chilometri. L'insidia di giornata è la salita di Iglis (7 chilometri al 6%), un antipasto del Mondiale: i ciclisti saranno impegnati in due giri completi del percorso, senza però la parte finale al 20%.

 

Il via da Rattenberg, la città storica più piccola dell’Austria e dopo un breve trasferimento attraverso il centro medievale, caratterizzato da numerose botteghe di vetrai, la corsa prende le mosse sulla Tirolestrasse, in direzione nord-est. In questo tratto non si incontrano salite impegnative, ma una serie continua di saliscendi fino al traguardo volante di Mariastein.

 

Si ritorna in direzione sud-ovest e si supera Brixlegg per risalire la Alpbachtal, 'il villaggio floreale più bello d'Europa', per una salita di 7,4 chilometri al 7,1% di pendenza media. La lunga e veloce discesa attraversa il centro abitato di Reith im Alpbachertal per ritrovare il fondovalle e la Tirolerstrasse.

 

Dopo 15 chilometri pianeggianti la strada ritorna a salire fino a Gnadenwald, questo tratto di strada è un’esclusiva anteprima della porzione in linea del prossimo Campionato del Mondo di ciclismo.

 

Un nuovo tratto in discesa porta la carovana a Hall in Tirol, da dove si riprende subito a salire in direzione Aldrans e del circuito che ospita a settembre la rassegna iridata.

 

Primo passaggio sulla vetta di Igls/Olympiaclimb e veloce discesa verso la periferia di Innsbruck fino all’imbocco della Olympiastrasse. Da questo punto si percorrono due tornate di una porzione 'ristretta' del circuito mondiale.

 

Il terzo e ultimo passaggio sulla vetta arriva a 12,3 chilometri dal traguardo, prima di tuffarsi nel cuore di Innsbruck e raggiungere il traguardo di Rennweg.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato