Contenuto sponsorizzato

Geoghegan Hart concede il bis al Tour the Alps, Nibali alle sue spalle

Zampata del britannico Tao Geoghegan Hart nella quarta tappa del Tour of the Alps. Secondo successo nella kermesse per il portacolori Sky che taglia il traguardo di Cles davanti a Vincenzo Nibali. Terzo Rafal Majka

Pubblicato il - 25 aprile 2019 - 17:01

CLES. Zampata del britannico Tao Geoghegan Hart nella quarta tappa del Tour of the Alps. Secondo successo nella kermesse per il portacolori Sky che taglia il traguardo di Cles davanti a Vincenzo Nibali. Terzo Rafal Majka. Nella classifica generale il leader è sempre il russo Sivakov.

 

Dopo i 134 chilometri da Baselga di Pinè, il 24enne regola in volata il siciliano, che si è messo in luce in tutta la giornata negli attacchi che hanno scremato il gruppo. 

 

Un ultimo tentativo di Nibali e Majka di salutare il gruppetto di testa è arrivato a tre chilometri dall'arrivo, ma il team Sky non si è lasciato sorprendere e in volata è arrivato il successo di Geoghegan Hart.

 

Nella giornata di venerdì la quinta e ultima tappa del Tour of the Alps, da Caldaro a Bolzano (147,8 chilometri).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 agosto - 06:01

Sono 15.614,29 gli ettari di superficie complessiva notificata bio e in conversione nel 2018 per 1.309 operatori, quasi un raddoppio in termini di ettari rispetto ai dati del 2017. Numeri che si trovano nella risposta dell'assessora Giulia Zanotelli all'interrogazione di Lucia Coppola (Futura). L'ex assessore: "Stanziati solo 5 milioni contro i 21 della volta precedente. Bocciato un emendamento del Patt che chiedeva più soldi per il comparto"

24 agosto - 11:39

L'inizio del concerto è previsto alle 14. Pur essendo stati previsti dei servizi di trasporto speciali, ci sono già code e rallentamenti in A22 all'uscita di Bressanone

24 agosto - 09:59

I tecnici sono al lavoro per scoprire le cause che hanno portato alla diminuzione dell’afflusso d’acqua: alla base potrebbe infatti esserci una perdita nell’acquedotto, oppure l’eccessivo consumo dovuto alle numerose presenze, ma anche le piogge scarse che potrebbero aver intaccato le riserve della sorgente

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato