Contenuto sponsorizzato

La rete di Aquaro salva il Levico. I termali restano in D

I gialloblù, obbligati a vincere, espugnano Tamai e mantengono la quarta serie. Retrocesso il San Giorgio

Pubblicato il - 12 maggio 2019 - 18:14

LEVICO. Il Levico è salvo. Ci sono voluti i 90 minuti dei playout di serie D, ma i gialloblù termali possono festeggiare il mantenimento della quarta serie. A Tamai basta la rete di Roberto Aquaro per evitare di raggiungere il Trento in Eccellenza. 

 

Dopo le rocambolesche ultime giornate il Levico si è trovato spalle al muro nell'ultimo impegno di questa stagione. Il risultato in trasferta per restare in D era obbligato, solo la vittoria, per la migliore classifica del Tamai alla fine del campionato.

 

Un Tamai in grande crescita, che si è presentato all'appuntamento forte di cinque risultati utili consecutivi e quattro successi, mentre i termali sono stati più discontinui.

 

 

Tutto annullato e cancellato. Alla gara dell'anno il Levico riesce a mantenere concentrazione alta e nervi saldi per colpire al momento giusto e poi gestire il punteggio. 

 

I gialloblù termali piazzano il colpo del ko al minuto numero 70: ci pensa il solito Aquaro a sbrogliare la pratica Tamai e far partire la festa. 

 

Pareggiano Belluno e San Giorgio dopo i tempi supplementari. Il risultato di 1-1 premia la formazione bellunese ai danni del San Giorgio di Patrizio Morini, che scende così nel massimo campionato regionale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 dicembre - 20:45

Il premier Giuseppe Conte spiega le principali misure contenute nel nuovo Dpcm per le festività di Natale e Capodanno: "La curva si è abbassata ma non possiamo distrarci e abbassare la guardia. Dobbiamo evitare la terza ondata"

03 dicembre - 20:17

Sono 449 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 45 pazienti sono in terapia intensiva e 53 in alta intensità. Sono stati comunicati 239 positivi sull'analisi di 3.575 tamponi molecolari e altri 237 contagi sono stati individuati tramite 1.954 test antigenici per un totale di 476 casi nelle ultime 24 ore

03 dicembre - 19:01

Mentre oggi la Pat ha finalmente comunicato i dati completi del contagio che mostrano come il Trentino abbia lo stesso numero (se non di più) di contagi dell'Alto Adige, come vi raccontava il Dolomiti da giorni, il presidente ha presentato i dati su Rt e ospedalizzazioni. Poi ha spiegato cosa non va delle decisioni prese a livello governativo e confermato che il weekend i negozi e centri commerciali saranno aperti in Trentino, salvo dpcm

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato