Contenuto sponsorizzato

Il tour de force della Dolomiti Energia si conclude su note positive: è vittoria contro Brescia. PAGELLE

Un inizio un po' confuso sembra fa presagire una sconfitta all'orizzonte, ma Trento raccoglie le ultime energie della settimana per uno sprint finale che porta alla vittoria i bianconeri superando i bresciani di coach Esposito

Di Mattia Sartori - 15 novembre 2020 - 22:51

BRESCIA. Ultimo sforzo di un’intensa settimana per la Dolomiti Energia. La sfida con Brescia chiuderà cinque giorni passati a girare per l’Europa, in cui l’Aquila ha collezionato un ottimo successo a Patrasso e una sconfitta a testa alta contro Gran Canaria nonostante i problemi di roster e la fatica accumulata. Stasera contro Brescia si conclude il tour de force in un match che, nonostante il periodo non particolarmente brillante della Germani, si preannuncia difficile.

 

Nei primi minuti regna un sostanziale equilibrio, con la Dolomiti Energia che fa fatica a far girare bene la palla. Troppe palle perse dei bianconeri permettono alla Leonessa di prendere le distanze sul +7. Maye e Browne tengono a galla gli aquilotti in attacco, ma un momento particolarmente positivo dei biancoblu gli permette di scappare a +15. Browne e Sanders fermano il parziale dei padroni di casa, ma la Germani chiude il primo quarto sul 25-13.

 

Il secondo periodo continua sulla falsa riga del primo con Brescia che detta il ritmo e l’Aquila a inseguire. Si abbassano anche le percentuali della Germani, ma i trentini non riescono ad approfittarne. In particolare Burns continua a fare male alla Dolomiti Energia, che contro di lui sembra non trovare risposta. L’antisportivo fischiato a Vitali regala un po’ di respiro ai bianconeri, permettendogli di alzare il ritmo e riportarsi sotto i 10 punti di svantaggio. Le triple di Morgan e Sanders valgono il -3, mentre il tiro libero di Conti permette a Trento di tornare negli spogliatoi sotto di soli 2 punti (37-35).

 

L’apertura del terzo quarto vede il canestro del pareggio di Browne e il vantaggio trovato da Sanders. Rientrano però in ritmo i biancoblu, che con due triple di fila si riprendono la posizione di testa. Trento non ha intenzione di cedere facilmente e si inizia così un tira e molla per il comando della partita. Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria e sul finale ci si trova in pareggio, sebbene Brescia abbia un libero da tirare per il fallo tecnico di Forray (59-59).

 

Si ricomincia lo scambio di canestri per mettere la testa avanti. Nessuna delle due squadre vuole mollare, ma è la Dolomiti Energia a prendere il primo piccolo vantaggio col +3 trovato da Martin dopo una fantastica difesa di Morgan. La difesa di Trento fa penare i bresciani, afflitti anche dai problemi di falli, che scivolano a -9. Cerca disperatamente di riprendere i bianconeri la Germani, ma continua ad essere ricacciata indietro e alla fine si arrende davanti ai trentini, che concludono la loro intensa settimana sulle note positive di una vittoria (73-80).

 

 

MARTIN 8,5 – La sua doppia doppia (19 punti e 10 rimbalzi) condita dalla sua solita alta intensità in difesa sono più che abbastanza per consacrarlo a miglior giocatore della partita per i trentini.

 

JOVANOVIC – N.E.

 

PASCOLO 5 – Si vede l’assenza prolungata dal campo che risulta in una prestazione non particolarmente brillante anche se perfettamente comprensibile.

 

CONTI 7 – Continua a sorprendere con le sue doti difensive, oggi si rivela particolarmente pestifero per i bresciani, che se lo trovano dappertutto.

 

BROWNE 7,5 – Nel primo quarto non riesce particolarmente bene, ma si riprende nel secondo dove prende in mano la situazione. Da quel momento smercia punti ed assist come caramelle, riuscendo anche a creare problemi a rimbalzo.

 

FORRAY 5 – Il capitano oggi non stupisce più di tanto. In particolare la gestione dei falli non è stata ottimale, alcuni sarebbero stati evitabili.

 

SANDERS 7 – Dopo un inizio un po’ spento trova fiducia e inizia a infilare tanti canestri fondamentali. Bene anche in difesa dove trova 4 palle rubate.

 

MEZZANOTTE – N.E.

 

MORGAN 7 – Come Sanders anche lui mette a segno tiri che influenzano pesantemente il risultato finale. Anche in difesa fa vedere il suo impegno, bello soprattutto il duello difensivo con Sacchetti nell’ultimo quarto.

 

WILLIAMS – N.E.

 

LADURNER 5 – Oggi non convince il lungo altoatesino, che dopo essere entrato nel quintetto iniziale non riesce a dare prova di sé.

 

MAYE 5 – Nel primo quarto fa bene in attacco ma troppi falli e palle perse lo costringono a rientrare in panchina. Male invece a rimbalzo, dove non riesce a compensare l’assenza di Williams.

 

BRIENZA 7 – Il parziale subito nel primo quarto non è stato il massimo, ma è stato recuperato bene con un bel gioco di squadra dalla fine del secondo quarto in poi. Dalla seconda metà in poi sono i trentini a controllare la partita e coach Brienza si prende sicuramente il merito di aver condotto i bianconeri attraverso un’intensa settimana.

 

GERMANI BASKET BRESCIA - DOLOMITI ENERGIA TRENTINO  73-80

(25-13; 37-35; 59-59; 73-80)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Martin 19, Jovanovic, Pascolo, Conti 4, Browne 16, Forray 3, Sanders 16, Mezzanotte, Morgan 13, Williams, Ladurner, Lechthaler, Maye 9. Allenatore: Nicola Brienza.

GERMANI BASKET BRESCIA. Cline 13, Vitali, Parrillo, Chery 5, Bortolani, Ristic 10, Crawford 9, Burns 18, Kalinoski 5, Moss 9, Sacchetti 4, Ancellotti. Allenatore: Vincenzo Esposito.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 12:08

La normativa trentina impugnata da Roma, nel modificare la legge provinciale 4 del 1998 in particolare per quanto riguarda le modalità e le procedure di assegnazione delle concessioni, secondo il governo “avrebbe ecceduto rispetto alle competenze riconosciute alla Provincia dallo statuto speciale di autonomia” e violato l’articolo 117, primo comma della Costituzione, che impone il rispetto del diritto europeo, e in particolare il principio della libertà di concorrenza 'per' il mercato”

21 gennaio - 11:47

Nell'ultimo bollettino dell'Azienda sanitaria altoatesina, emergono 566 nuovi positivi e 7 decessi. Il bilancio delle vittime in questa seconda fase si attesta così a 537 morti. Crescono i dati dei ricoveri in area medica, dell'indice contagi/tamponi e degli isolamenti domiciliari

21 gennaio - 10:21

Il gelicidio sarebbe all'origine dell'incidente avvenuto attorno alle 6.35 all'imbocco della galleria dei Crozi, lungo la statale 47 della Valsugana. Sono 11 i mezzi coinvolti, tra cui un camion e un furgone, toccatisi dopo essere scivolati sul manto ghiacciato. 3 le persone ferite portate all'ospedale per accertamenti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato