Contenuto sponsorizzato

Ennesimo colpo incassato dai trentini, stavolta sconfitti dalla Fortitudo. PAGELLE

Dopo trenta minuti di equilibrio i bianconeri si fanno di nuovo sfuggire la partita nei minuti finali di gioco. Questa volta a strappare la vittoria sono i bolognesi della Fortitudo, che espugnano la Blm Group Arena guidati da un Saunders da 26 punti

Di M.Sartori - 31 gennaio 2021 - 19:24

TRENTO.  C’è bisogno di vittoria tra le vette del Trentino. La Dolomiti Energia non vince da dicembre in Serie A e a questo si aggiunge la pesante sconfitta ai supplementari contro il Metropolitans in Europa. Per tornare al successo però bisogna superare la storica Fortitudo alla Blm Group Arena. I bolognesi si presentano con una panchina corta, ma ricca di talento, che già nel match di andata aveva fatto penare i trentini.

 

Entrambe le squadre partono aggressive, con Trento che guadagna il vantaggio grazie a un’ottima presenza a rimbalzo in attacco. La Effe resta attaccata per merito della sua micidiale precisione da tre punti. I trentini però sono ancora scottati dalle recenti sconfitte e premono sull’acceleratore, portandosi a +4 grazie alle triple di Maye e Morgan. I bolognesi minacciano più volte l’assalto al vantaggio, senza però riuscire a completarlo, e si chiude il primo quarto con Trento avanti di un intero possesso (20-17).

 

Si alza la velocità di gioco nei primi minuti del secondo periodo. Risorge Gary Browne, che in due azioni guida il primo vero tentativo di fuga della Dolomiti Energia, portandola a +8. L’entusiasmo però è un’arma a doppio taglio e la Fortitudo ne approfitta per prendere i bianconeri in contropiede, segnando quattro punti di fila e costringendo Brienza al timeout. Saunders e Banks continuano a mettere in difficoltà gli aquilotti, guadagnandosi anche il vantaggio bolognese entro la pausa di metà partita (36-38).

 

A inizio terzo quarto ci si contende il vantaggio che continua a passare di mano. Trento consolida la propria posizione portandosi ad oltre un possesso di distanza. Divario velocemente colmato dalla Lavoropiù, a cui bastano poche azioni per rimettersi testa a testa coi trentini. Nessuna delle due squadre riesce ad effettuare una vera fuga, ma a poco meno di due minuti dalla fine Bologna conquista il +4. All’Aquila non riesce il colpo di mano e si chiude sul 46-50.

 

Inizia malissimo l’ultimo quarto per la Dolomiti Energia: tripla di Baldasso e palla persa. Cercano di rispondere i bianconeri, ma la Effe non cede terreno e anzi scappa a +12 per il primo vantaggio in doppia cifra. Williams cerca di prendere in mano la situazione con un gran lavoro sotto canestro e riesce ad accorciare le distanze. Continuano però a rispondere i bolognesi, che la vogliono portare a casa. Ogni minuto che passa il match scivola sempre più lontano dall’Aquila e a un minuto dalla fine il risultato è solo da ufficializzare: vince la Fortitudo per

 

MARTIN 5 – Il mastino di Trento ha i suoi alti e i suoi bassi, ma non brilla in difesa come sappiamo sarebbe capace di fare. A questo si aggiunge anche una brutta prestazione al tiro in cui registra un 1/6 dal campo.

 

JOVANOVIC – N.E.

 

PASCOLO 4 – Sembra non abbia voglia di giocare questa sera, non mette intensità in campo e spesso non lo si vede nemmeno provare a correre.

 

CONTI – N.E.

 

BROWNE 5 – Ritorna a macinare punti in un paio di situazioni, ma in compenso non fa girare bene la palla per gran parte della partita come testimonia l’assenza di assist, assolutamente inusuale per il play trentino.

 

FORRAY 5,5 – Non è una gran serata nemmeno per il capitano, che si accende solamente quando è troppo tardi.

 

SANDERS 5,5 – Se non fosse per la scarsa prestazione al tiro avrebbe giocato una buona partita. Dimostra più controllo del solito, sia in attacco che in difesa.

 

MEZZANOTTE – N.E.

 

MORGAN 5,5 – Male al trio da tre, dove dovrebbe essere il punto di riferimento dei trentini. Buono lo sforzo in difesa e a rimbalzo anche se non basta per ribaltare la partita.

 

WILLIAMS 6,5 – Grande sforzo sotto canestro sia per quanto riguarda i punti che per i rimbalzi. Se tutti ci avessero messo la sua intensità forse sarebbe stato possibile vincerla.

 

LADURNER 4 – Falli, falli e ancora falli. Il giovane lungo trentino oggi viene dominato dai pari ruolo avversari, che non gli danno occasione di fermarli in altro modo.

 

MAYE 6 – Una sufficienza dettata dal suo inizio partita, ma che non rispecchia il finale dove si spegne come molti dei compagni. Di sicuro non il super Maye delle scorse sere, ma almeno porta un contributo solido.

 

BRIENZA 4 – Sesta sconfitta consecutiva in serie A. La cosa peggiore è che guardando solo l’inizio delle partite si vede che la squadra avrebbe la possibilità di giocarsela quasi sempre fino in fondo. Purtroppo ci si lascia sfuggire la vittoria tra le dita negli ultimi minuti, è un problema grave che va sistemato.

 

FORTITUDO LAVOROPIÙ BOLOGNA - DOLOMITI ENERGIA TRENTINO  64-78

(20-17; 36-38; 46-50; 64-78)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Martin 2, Jovanovic, Pascolo, Conti, Browne 12, Forray 6, Sanders 4, Mezzanotte, Morgan 8, Williams 18, Ladurner 1, Maye 13. Allenatore: Nicola Brienza.

FORTITUDO LAVOROPIÙ BOLOGNA. Banks 10, Aradori 5, Saunders 26, Hunt 8, Fantinelli 5, Baldasso 9, Cusin, Withers 5, Totè 10, Sabatini. Allenatore: Luca Dalmonte.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Cronaca
06 dicembre - 18:54
Il problema sta capitando con grande frequenza a chi ha prenotato negli scorsi giorni la sua dose di vaccino e ha ottenuto appuntamento [...]
Cronaca
06 dicembre - 18:07
Le Amministrazioni di Riva e Arco si erano accordate per una “staffetta” che prevedeva due anni di presidenza a testa, il critico d’arte [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato