Contenuto sponsorizzato

La rivincita degli "sherpa". Un gruppo di alpinisti nepalesi conquista il K2. Nessuno l'aveva mai scalato d'inverno. Messner: "Congratulazioni"

Sono nepalesi i primi nella storia dell'alpinismo a conquistare la vetta del K2 in un salita invernale. "Siamo orgogliosi di aver dimostrato che la collaborazione, il lavoro di squadra e una mentalità positiva possono superare i limiti di ciò che riteniamo possibile”. Festeggiamenti interrotti però dalla notizia della perdita di Serg Mingote, un alpinista catalano anche lui impegnato nell'ambitissima salita invernale 

 

Di Laura Gaggioli - 16 gennaio 2021 - 19:19

TRENTO. "The impossible is made possible". L’impossibile è reso possibile. Questa l'esultanza della squadra nepalese che per prima nella storia dell’alpinismo ha raggiunto la vetta del K2 in inverno. L’ultimo gigante ancora inviolato nella stagione fredda.

 

Dopo aver aiutato migliaia di spedizioni occidentali ad affrontare numerose sfide, il 16 gennaio 2021, alle 16.58 dell’ora locale, il Nepal ha finalmente potuto scrivere la sua pagina nella storia dell’alpinismo. Nimsdai Purja e il suo team hanno raggiunto il K2 facendo coppia con la squadra di Mingma G e un membro della Seven Summit Treks, Sona Sherpa, dimostrando al mondo di essere anche loro alpinisti capaci di compiere le più grandi imprese.

 

Un’impresa speciale, caratterizzata dal forte rischio di congelamento, festeggiato anche sui social da importanti volti della montagna, come Reinhold Messner. Si tratta infatti della prima volta che un gruppo di alpinisti tocca la vetta dell’ambitissima salita invernale del K2, che con i suoi 8611 metri è la seconda montagna più alta della terra e l’unica tra i 14 giganti a non essere stata ancora conquistata nella stagione più fredda.

 

L’intera squadra si è fermata 10 metri prima della vetta per ricompattare il gruppo, continuando poi verso il traguardo unendo le voci nel canto dell’inno nazionale nepalese. “Siamo orgogliosi - scrivono sui social - di aver fatto parte della storia dell’umanità e di aver dimostrato che la collaborazione, il lavoro di squadra e una mentalità positiva possono superare i limiti di ciò che riteniamo possibile”.

 

Gli alpinisti arrivati in cima sono Nimsdai Purja, Mingma David Sherpa, Mingma Tenzi Sherpa, Geljen Sherpa, Pem Chiri Sherpa, Dawa Temba Sherpa, Mingma G, Dawa Tenjin Sherpa, Kilu Pemba Sherpa e Sona Sherpa. In questo momento ancora tutti impegnati in altissima quota a organizzare la discesa. Sulla stessa via ci sono infatti anche diversi altri alpinisti che stanno cercando di affrontare e terminare la sfida. Tra essi, è notizia dell’ultima ora, Serg Mingote, il catalano alpinista 49enne anche lui intento nella salita invernale della seconda montagna più alta della terra, purtroppo ha perso la vita mentre stava scendendo dal Camp 1 al Campo Base Avanzato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 05:01

Una ricerca che ha messo insieme tanti pezzi di un mosaico per ricostruire la storia “perduta” di Anna Vivaldelli, uccisa a Dro l’8 marzo 1925. A quasi un secolo di distanza, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, ricostruiamo questa vicenda grazie ai documenti, le lettere e le testimonianze dell’epoca

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato