Contenuto sponsorizzato

L'Itas Trentino vince il primo trofeo stagionale: domina Monza e alza la terza Supercoppa italiana della sua storia

Dopo aver battuto nettamente Perugia, arriva un'altra prestazione solida per la squadra di Angelo Lorenzetti che regola i brianzoli in quattro set: 25-11; 25-21; 31-33 e 25-14. Un dominio per i gialloblù con la gara praticamente mai in discussione

Di Luca Andreazza - 24 ottobre 2021 - 18:06

TRENTO. Il primo trofeo della stagione è dell'Itas Trentino, sconfitta Monza nella finale a Civitanova Marche. La società di via Trener mette in bacheca la terza Supercoppa italiana dopo quelle conquistate nel  2011 e nel 2013. I gialloblù ritornano così a vincere dopo il Mondiale per club nel 2018 e la coppa Cev nel 2018/19.

 

Dopo aver battuto nettamente Perugia, arriva un'altra prestazione solida per la squadra di Angelo Lorenzetti che regola i brianzoli in quattro set: 25-11; 25-21; 31-33 e 25-14. Un dominio per i gialloblù con la gara praticamente mai in discussione.

 

L’inizio di match è tutto di marca gialloblù: Kaziyski regala il primo break (2-0), imitato poco dopo da Lisinac (muro su Grozer) e Lavia; sul punteggio di 6-2 Eccheli è già costretto ad utilizzare l’unico time out discrezionale a sua disposizione. Alla ripresa del gioco la situazione però non cambia, anzi migliora per Trento che mette in partita anche Michieletto e Podrascanin (11-4). Nella seconda parte della frazione l’Itas Trentino dilaga per il definitivo 25-11.

 

A quel punto Monza prova a scuotersi in avvio di secondo set (4-4), ma Lisinac e Michieletto mettono subito alle corde i brianzoli (7-4); Kaziyski spinge i suoi sul +4 (11-7), costringendo gli avversari a rifugiarsi in un time out. Grozer prova a svegliare i compagni; un suo turno in battuta produce quasi da solo la parità a quota 11. La squadra di Lorenzetti non si disunisce e riparte alla grande con Lavia e Michieletto (17-14) e poi nel finale sfrutta la vena di Kaziyski per portarsi velocemente sul 2-0 (25-21), tenendo sempre a debita distanza l’avversario.

 

Il terzo periodo si apre nel segno dei brianzoli, che con Dzavoronok e Galassi mettono in difficoltà la ricezione trentina (2-5); i gialloblù però reagiscono e impattano sul 9-9. E’ ancora Galassi, stavolta a muro, a rimettere davanti i brianzoli (9-12); Lorenzetti allora interrompe il gioco e alla ripresa trova da Lisinac il 12-12. Ci pensa Michieletto a muro firmare il primo vantaggio significativo del set (16-14), ma Grozer col servizio inverte di nuovo l’andamento del match (18-20). Il muro di Podrascanin vale la nuova parità a quota 20; da lì in poi le due squadre rimangono a contatto: Trento non sfrutta tre occasioni consecutive per portarsi a casa il match (dal 24-23 al 26-26); Monza ribalta la situazione con Grozer ma deve aspettare la settima occasione per riaprire la partita sul 31-33 con lo slash vincente di Galassi.

 

L'ultimo set è ancora a forti tinte gialloblù. La guida dell'Itas Trentino è salda e mai in discussione, la contesa si chiude sul 25-14. La società di via Trener apre così la stagione con un successo. Il decimo titolo italiano tra 4 scudetti, 3 coppa Italia e 3 Supercoppe italiane; si sale a 19 trofei se si aggiungono le affermazioni internazionali (5 Mondiali per club, 3 Champions league e 1 coppa Cev).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 17:10
C'è qualcosa di schizofrenico in quanto la Pat. Un albero sano abbattuto e trasportato con i camion a Roma dovrebbe comunicare il valore [...]
Cronaca
08 dicembre - 17:20
Come previsto la neve scende copiosa sull'intero territorio provinciale. Il bollettino delle 16 del Servizio gestione strade della Provincia di [...]
Cronaca
08 dicembre - 16:15
Tra sabato e domenica Fabio Pedretti è venuto a mancare durante una gara di corsa in montagna per un malore. Sotto gli articoli pubblicati (anche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato