Contenuto sponsorizzato

Trento ci prova ma Milano smonta tutto: la prima della serie va alle scarpette rosse (1-0). PAGELLE

Nonostante un inizio molto promettente i trentini cadono presto preda della strapotenza dell'Olimpia, che prende il largo tra il secondo e il terzo quarto. All'Aquila sono mancati precisione in attacco e intensità in difesa, ma soprattutto un gioco corale come quello che abbiamo visto nelle scorse partite. Ora sguardo al match di domani, fondamentale per il proseguimento della serie

Foto D.Montigiani
Di Mattia Sartori - 13 maggio 2021 - 19:26

MILANO. Iniziano oggi i playoff per la Dolomiti Energia (ormai alla sua sesta qualificazione di fila), una grande sfida, ma anche un grande traguardo viste le difficoltà che la squadra stava attraversando qualche mese fa. La prima serie contro Milano è già probabilmente il più grande ostacolo che Trento può trovarsi ad affrontare in questa corsa visto lo spessore della corazzata Armani, capitanata da un allenatore come Messina. La vittoria però non è impossibile, visti anche gli impegni di Eurolega che occupano le menti delle scarpette rosse e il momento positivo che sta attraversando l’Aquila. Ai trentini serviranno concentrazione e costanza per raggiungere l’ambito obiettivo.

 

Inizia bene la partita di Trento, che riesce a tenere testa ai milanesi controllando il ritmo del gioco. Lo show di triple di Browne vale anche il vantaggio per i bianconeri, che riescono a tenere a bada i padroni di casa. Un parziale di 8-0 per l’Olimpia ribalta la situazione. La pressione dei trentini in difesa impedisce a Milano di prendere il largo, in attacco invece i bianconeri non riescono a centrare il bersaglio e riprendere il comando. La lunghissima tripla di Sanders vale la parità, ma Datome e Biligha rimettono avanti le scarpette rosse. Non perde il controllo l’Olimpia, che chiude il primo quarto avanti di 6 (26-20).

 

Riprende intensità il gioco dei trentini, ma anche Milano non scherza e riesce a firmare il massimo vantaggio sul +7. I bianconeri si concentrano sull’attacco in area, ottenendo vari viaggi in lunetta che li portano a un solo possesso di distanza dai padroni di casa. Pesa il terzo fallo di Browne, finora miglior marcatore di Trento. L’Olimpia preme sull’acceleratore e mette 8 punti tra sé e Trento, che però risponde con uno spettacolare alley oop di Sanders per la schiacciata di Williams. Non basta però a rilanciare l’Aquila che scende a -12. I trentini corrono quindi ai ripari e cercano di resistere all’ondata biancorossa, ma Milano colpisce ancora e chiude sul +15 (49-34).

 

Non inizia bene la seconda metà di gioco per la Dolomiti Energia che tocca il -18. Arrivano presto buone notizie però, con l’Olimpia che commette tre falli nei primi due minuti di gioco. Trento fa fatica a trovare il canestro e continua a scivolare sempre più lontano dagli avversari. Le possibilità di vittoria sembrano allontanarsi sempre di più, con i padroni di casa ormai oltre i 20 punti di vantaggio. Ogni tanto arriva qualche segnale di ripresa da qualche giocatore bianconero, ma manca una prestazione corale, soprattutto in difesa. Anche il terzo quarto quindi si chiude senza evidenti miglioramenti per l’Aquila, nonostante la tripla sulla sirena di Morgan (72-51).

 

Trento cerca la reazione d’orgoglio a inizio del quarto periodo, ma la precisione dal perimetro di Milano rende difficile il recupero. Sotto di 24 punti i giocatori trentini sembrano ormai rassegnati a lasciare questo match all’Olimpia, pensando piuttosto a concentrarsi su quello di domani. Si entra quindi nel garbage time praticamente con ancora 5 minuti sul cronometro. Le scarpette rosse dilagano, arrivando quasi a segnare il +30 (88-62).

 

MARTIN 5 – Probabilmente è stato penalizzato dall’infortunio al piede che non gli ha permesso di dare il 100%. Nonostante ciò la sua prestazione non è stata delle migliori, lo abbiamo visto fare di meglio.

 

JOVANOVIC – N.E.

 

PASCOLO – N.E.

 

CONTI – S.V.

 

BROWNE 6,5 – Miglior marcatore di Trento, soprattutto nel primo periodo, quando pare che non possa sbagliare un tiro. Soffre però i tre falli commessi troppo presto e non riesce a distribuire benissimo il pallone ai compagni.

 

FORRAY 5 – Cerca di replicare la sua impresa difensiva dell’altra sera, ma nonostante lo sforzo i risultati non arrivano. Male al tiro dove riesce a infilare solo i liberi.

 

SANDERS 6 – Buon lavoro a rimbalzo e nella circolazione di palla, ma a volte esagera con i tiri, soprattutto quelli presi dalla lunghissima distanza.

 

MEZZANOTTE 6 – Bisogna dargli credito, questa sera è sembrato più in partita del solito. Si è inserito abbastanza bene nei giochi dei trentini, riuscendo anche a racimolare qualche punto e qualche rimbalzo. Forse ha bisogno di più fiducia.

 

MORGAN 6,5 – Il più preciso di tutti al tiro questa sera, ma a parte questo non fa molto di più. Si può migliorare.

 

WILLIAMS 5,5 – In una partita importante come questa c’è bisogno del Williams mostruoso che abbiamo visto più volte, ma stasera il lungo di Alabama non ci mostra sempre quel lato di sé. Nei prossimi match il suo dominio nel pitturato sarà fondamentale.

 

LADURNER 6 – Continua a confermare la fiducia che gli viene data. Ovviamente non può competere ad armi pari con i giocatori avversari, ma fa tante piccole cose che possono fare la differenza in una partita punto a punto (purtroppo stasera non è stato così).

 

MAYE 5 – Abbastanza incolore la partita del lungo da North Carolina. Per competere con Milano ci vuole molto di più.

 

MOLIN 5,5 – L’inizio è stato molto buono, con grande precisione e intensità da parte dei giocatori, ma a partire dal secondo quarto le cose sono sfuggite di mano. Serve

uno sforzo più di squadra, contro Milano non si può sperare che i singoli ribaltino la situazione.

 

ARMANI EXCHANGE MILANO (1) - DOLOMITI ENERGIA TRENTINO (0)  88-62

(26-20; 23-14; 23-17; 16-11)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Martin 2, Jovanovic, Pascolo, Conti 2, Browne 16, Forray 6, Sanders 4, Mezzanotte 2, Morgan 10, Williams 12, Ladurner 4, Maye 4. Allenatore: Emanuele Molin.

ARMANI EXCHANGE MILANO. Punter 13, Leday 8, Moraschini 9, Rodriguez 5, Biligha 8, Cinciarini, Delaney 4, Shields 16, Brooks 2, Hines 12, Datome 9, Wojciechowski 2. Allenatore: Ettore Messina.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 giugno - 06:01
Il consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella chiede chiarimenti in merito alle classi 'particolari' di indirizzo bilinguistico e musicale [...]
Cronaca
15 giugno - 07:47
E' successo nella tarda serata di ieri sulla Mebo, i vigili del fuoco sono intervenuti con le pinze idrauliche. La persona gravemente ferita dopo [...]
Cronaca
15 giugno - 07:28
Assalto a un mezzo portavalori sull'autostrada A1, nella sera del 14 giugno tra Modena e Bologna. Momenti di paura tra gli automobilisti, ci [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato