Contenuto sponsorizzato

A Madonna di Campiglio sono Kirchmaier e Trevisol il re e la regina della Top Dolomites Montura. Festa a sorpresa per i 71 anni di Francesco Moser

L'assessore Roberto Failoni: "La Top Dolomites ha un pregio in più: quello di poter mostrare a ciclisti ed appassionati la ricchezza e la varietà dei panorami trentini che vanno per l’appunto dalle Dolomiti al Garda"

Foto di P. Bisti e F. Lasca
Di L.A. - 19 giugno 2022 - 18:16

MADONNA DI CAMPIGLIO. Sono Stephan Kirchmaier e Martina Trevisol il re e la regina della quarta edizione di Top Dolomites Montura. Una manifestazione che ha festeggiato i 71 anni di Francesco Moser con un brindisi e una torta a sorpresa: un augurio di buon compleanno arrivato dai mille partecipanti, dal pubblico alla linea di partenza e dal Comitato organizzatore presieduto da Giovanni Danieli.

 

"Sport e turismo vanno spesso a braccetto e in Trentino ci sono molte manifestazioni che vivono questo spirito. Ma la Top Dolomites ha un pregio in più: quello di poter mostrare a ciclisti ed appassionati la ricchezza e la varietà dei panorami trentini che vanno per l’appunto dalle Dolomiti al Garda", il commento dell'assessore Roberto Failoni.

 

Una manifestazione baciata dal sole, una novità dopo gli ultimi anni caratterizzati da pioggia battente, freddo e anche la neve. Una competizione che compie un passo importante verso l'internazionalità per la presenza di alcuni atleti da Austria e Germania, senza dimenticare la vittoria di Stephan Kirchmaier, forte corridore e influencer del mondo sportivo proveniente da Innsbruck.


(Foto di P. Bisti e F. Lasca)

Una manifestazione che di anno in anno cresce in qualità organizzativa e cura nei dettagli tra la spettacolarità del paesaggio dalle Dolomiti di Brenta al lago di Garda, presidi lungo il percorso a garanzia della massima sicurezza e pic-nic gourmet in Conca Verde a Madonna di Campiglio per rinfrancare gli atleti dopo la lunga e faticosa gara sono stati apprezzati da tutti.


(Foto di P. Bisti e F. Lasca)

I mille iscritti sono partiti da Pinzolo allo scoccare delle 8 e sono arrivati a Madonna di Campiglio dopo aver percorso i 130 chilometri (Granfondo) con passaggio a Riva del Garda oppure gli 89 chilometri (Mediofondo) imboccando la strada del ritorno un po’ prima, a Fiavè.


(Foto di P. Bisti e F. Lasca)

Il re della quarta edizione della Top Dolomites Montura è stato Stefan Kirchmair che ha concluso la competizione in 4 ore 4 minuti e 52 secondi. Il corridore di Innsbruck è arrivato solo al traguardo lasciandosi alle spalle Patrick Facchini (Grafiche Zorzi Meccanica Melzani), il trentino di Roncone che è giunto a Campiglio con un ritardo di 3 minuti e 47 secondi sul vincitore.

 

Chiude il podio Aldo Caiati (Team Sildon Garda) che ha accumulato un distacco di 4 minuti e 19 secondi. A misurare la forza degli atleti sono stati il caldo e le due super salite da Spiazzo a passo Daone, da affrontare già all’inizio della gara, e l’ultima salita da Pinzolo a Madonna di Campiglio, 12 chilometri di “Grande salita del Trentino” resa famosa dal Giro d’Italia. In classifica generale ottimo quinto posto per Federico Nicolini (Uc Val di Non, + 7’10’’), protagonista per gran parte della gara, e settimo piazzamento per l’atleta di casa Timothy Bonapace (Asd Swatt Club, +9’51’’).

 

Tra le donne la più veloce è stata Martina Trevisol (Asd Asnaghi Cucine), tra il resto protagonista di un ottimo ventesimo posto assoluto, che ha concluso i 130 km in 4 ore 35 minuti e 21 secondi. Seconda Maria Elena Palmisano (Garda Scott Matergia) che ha terminato con un distacco di +2’01’’ sulla prima. Terza Susanna Rinaldini che ha affrontato la gara con ritmi più tranquilli ed è arrivata parecchio dopo le altre due protagoniste del podio.

 

Nella mediofondo successo per Davide Lombardi (Vitam-In Cycling). Il fiorentino, alla sua prima Top Dolomites Montura, ha affrontato il percorso Mediofondo di 89 chilometri fermando il cronometro sul tempo di 2 ore 56 minuti e 45 secondi. Poi Francesco Avanzo di Pieve Tesino del Team Sildom Garda (vincitore della prima edizione della Mediofondo Top Dolomites Montura e quarto nella classifica assoluta della seconda edizione) con un distacco di +53’’ e Davide Gottardi (Unter Brao Caffè) della Val di Cembra terzo con 1’ e 25’’ di ritardo.

 

Sul podio femminile della Mediofondo troviamo, invece, Francesca Sassani (Unter Brao Caffè) che ha chiuso in 3 ore 36 minuti e 48 secondi. Secondo gradino del podio per Elena Pancari (Team Loda, + 1’27’’) e terzo Federica Mapelli (Us Bormiese + 3’26’’). Quinto posto per Jessica Leonardi (Team Sildom Garda), già campionessa del mondo Uci Granfondo, che la Top Dolomites Montura la conosce molto bene avendo vinto l’edizione del 2019.

 

La manifestazione continua così il percorso di crescita, forte anche di 700 addetti che seguono ogni aspetto dell'evento e di partnership strategiche, come quella di Montura (Qui articolo). La Top Dolomites Granfondo è, infatti, un format di territorio, un brand che rappresenta tutto il “Top” outdoor dalle Dolomiti di Brenta al Lago di Garda, e rappresenta la sesta tappa del circuito cicloturistico più partecipato d’Italia - Zero Wind Show - che coinvolge centinaia di atleti ogni anno da tutto il mondo, pronti a sfidarsi per nove tappe nelle località più belle della penisola.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
26 June - 22:45
Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni di San Vigilio, l'evento clou della Disfida in piazza Fiera con la vittoria dei Gobj. [...]
Politica
26 June - 20:34
L'ex presidente della Pat: “Sulle Comunità di valle retromarcia definitiva, tutto resta come prima, in questi giorni altra retromarcia [...]
Società
26 June - 20:04
"Francesco e l'autismo" è una pagina nata a marzo scorso con l'intento di mostrare le attività quotidiane del bambino, dalle recite scolastiche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato