Contenuto sponsorizzato

Sinner si arrende in semifinale a Tsitsipas: un problema al ginocchio nel finale di terzo set e un clamoroso errore arbitrale "segnano" il match quando l'altoatesino era avanti

A Montecarlo Jannik non riesce a conquistare la prima finale sul rosso della carriera: perde il primo set, vince il secondo e ha saldamente in mano il terzo parziale. Prima un clamoroso errore della giudice gli impedisce di andare sul 4-1 e poi un problema al ginocchio ne condizionano il rendimento. Il greco s'impone in tre set

Di D.L. - 13 aprile 2024 - 16:40

MONTECARLO. Jannik Sinner saluta il Masters 1.000 di Montecarlo in semifinale: l'azzurro si arrende in tre set (4-6, 6-3- 4-6) al greco Tsitsipas, numero 12 del ranking, che nel Principato ha già trionfato due volte - nel 2021 e nel 2022 - dopo un match combattutissimo e condizionato da un problema fisico accusato dal 22enne di Sesto sul finire del terzo parziale, quando Jannik si trovava avanti 4-2, con un break di vantaggio.

 

E, aspetto non meno importante, a "segnare" il match è stato anche un gravissimo errore arbitrale commesso dalla giudice di sedia, che ha chiamato "in" un servizio di Tsitsipas sulla palla break in favore di Sinner: sarebbe stato il punto del 4 a 1 in favore dell'altoatesino, che avrebbe potuto servire per il 5 a 1. Le immagini televisive hanno mostrato come pallina fosse abbondantemente fuori. Un abbaglio che ha provocato anche le proteste del 22enne di Sesto, solitamente sempre molto pacato.

 

Poco male ai fini del ranking, perché Sinner resterà comunque al numero 2 della classifica, avendo eguagliato il risultato dello scorso anno e, dunque, manterrà gli stessi punti conquistati nel 2023.

 

Tsitsipas è un osso duro e si vede sin da subito con Sinner che deve salvare subito una palla break ma tiene il servizio. Immediata arriva la replica del greco, che prima impatta e poi toglie la battuta all'azzurro: Jannik annulla la prima con un ace, ma poi commette un doppio fallo che permette al numero 12 al mondo di mettere la freccia: 1-2.

 

L'altoatesino fatica a tenere Tsitsipas che allunga (3-1), ma con la battuta si riporta sotto, lasciando a zero l'avversario (2-3). Il pallino del gioco è nelle mani del greco che va 4-2, ma Sinner serve bene e resta nel match (4-3), salvo poi commettere qualche errore di troppo nell'ottavo game e permettere all'ellenico di riportarsi a più due (5-3). Altro servizio tenuto, ma Tsitsipas non spreca l'occasione e chiude subito il parziale in proprio favore: 6-4.

 

Jannik riordina le idee e torna in campo determinatissimo a ribaltare la situazione. E, infatti, dopo aver sfruttato al meglio la battuta, piazza subito il break commettendo un solo errore: 2-0. Il momento è propizio e il campione di Sesto non spreca l'occasione: 3-0 con un parziale di 12 punti a 3 in suo favore.

 

Tsitsipas accorcia (3-1) e poi prova a piazzare il controbreak, trovandosi avanti anche 30-15, ma Sinner fa.. il Sinner: una palla corta e due ottime prime gli permettono di andare 4-1. Jannik ha fretta con il greco che accusa un calo e riesce a salvarsi da una palla break: 4-2. I ruoli s'invertono con l'avversario dell'azzurro che cerca il tutto per tutto per rientrare nel set. Stavolta la palla break è per Tsitsipas, ma con un ace il fuoriclasse di Sesto impatta e poi vola veloce verso la conquista del parziale: 5-2.

 

L'ellenico tiene il servizio (5-3) ma, dopo un altro game combattutissimo (due palle break per Tsitsipas, set point per Sinner, altre tre palle break per il greco). Tutte annullate e, alla fine - con il serve and volley - Jannik la chiude in proprio favore: 6-3.

 

Si va al terzo e Sinner non perdona subito: subito break dell'azzurro che poi tiene il servizio e va subito 2-0. Tsitsipas accorcia (2-1), ma l'azzurro ha messo la sesta e vola 3-1 lasciando l'avversario a zero. Il quinto game è "eterno", l'arbitro commette un gravissimo e clamoroso errore sulla palla break a favore di Sinner (il servizio dell'avversario era out di almeno 7-8 centimetri), che perde il gioco ma resta avanti (3-2).

 

L'altoatesino non fa sconti (4-2) e anche Tsitsipas tiene la battuta (4-3), ma il rendimento di Sinner è condizionato da un problema fisico. Il match si ferma per il medical time out con il fisioterapista che tratta il ginocchio destro e, al rientro in campo, dopo un game lunghissimo, arriva il contro break dell'ellenico che impatta il match (4-4).

 

Jannik è claudicante e si vede: Tsitsipas tiene il servizio (5-4) e l'incontro si ferma ancora perché l'altoatesino deve nuovamente ricorrere alle cure del fisio. Ma non basta perché al rientro in campo si capisce che non c'è partita tra un Sinner zoppicante e l'avversario, che chiude subito.

 

Sinner resta al secondo posto del ranking, ma la priorità - adesso - è stabilire l'entità del problema fisico. Tra nove giorni inizia il Masters 1.000 di Madrid: Jannik ci sarà oppure, dopo un periodo di tornei di altissimo livello "no stop", sceglierà di riposare?

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 21:10
Giornata di lavoro per i vigili del fuoco e per il sistema di Protezione civile in Trentino. Disagi alla viabilità tra frane e strade chiuse in [...]
Ambiente
21 maggio - 21:17
Salute e costi, inquinamento, differenziata e l'energia per il riscaldamento domestico, il confronto con Bolzano e la richiesta di attivare un [...]
Cronaca
21 maggio - 18:07
La vicenda di Forti fa emergere sempre più disparità di trattamento e dopo l'incontro in pompa magna con la premier Meloni con tanto di diretta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato