Contenuto sponsorizzato

Trentadue salite del Monte di Mezzocorona, il record del mondo si inchina a Jimmy Pellegrini

Ultratrail. L'atleta di Laghetti di Egna stabilisce il nuovo primato del dislivello positivo in 24 ore con 20.320 metri. Battuto il record precedente del trentino Andrea Daprai

Jimmy Pellegrini in azione
Di Luca Andreazza - 06 novembre 2016 - 16:04

MEZZOCORONA. Missione compiuta. Jimmy Pellegrini si è dimostrato più forte anche della pioggia battente ed ha stabilito il record di dislivello in 24 ore. Il Monte di Mezzocorona ha visto il trentottenne di Laghetti di Egna transitare per ben 32 salite per un totale di 20.320 metri di dislivello

 

 

Jimmy Pellegrini, fra i più forti e importanti interpreti italiani dell'Ultratrail, ha così scalzato e mandato in soffitta il precedente primato stabilito nel 2009 dal trentino Andrea Daprai, quando al Passo del Tonale centrò il record con 17.675 metri di dislivello.

 

(19 salite in 13 ore, 12 minuti e 17 secondi)

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 10:44

Mentre in Trentino aumentano i contagi, sul fronte scuola il presidente Fugatti ha espresso la volontà di discostarsi rispetto al Dpcm evitando di riconvertire le scuole superiori per il 75% alla didattica a distanza. Ma altre sono le criticità intraviste dai docenti, tra cui la mancanza dell'obbligo di indossare la mascherina in classe. Pubblichiamo a riguardo una lettera di un insegnante. "E' la causa di questo aumento vertiginoso dei casi"

27 ottobre - 11:13

Lettere di Denis Fontanari e di oltre 600 persone tra ''Professionisti e aziende dello spettacolo trentino'' per avere quella risposta che il presidente ieri ha negato a il Dolomiti durante la conferenza stampa

27 ottobre - 12:54

Una donna 80enne è stata trovata uccisa in un appartamento di via Resia, a Bolzano. A trovare il corpo, la badante, giunta sul luogo come ogni mattina per offrire i suoi servizi alla coppia. Accanto al cadavere, il marito di 82 anni, indagato come probabile responsabile e che, per lo choc, ha tentato di togliersi la vita

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato