Contenuto sponsorizzato

Vettori v.s. Sakara. Il trentino: "Mi hai colpito appena sono caduto, mi hai deluso". Il Legionario: "Marvin, cresci. Devi essere meno arrogante"

Botta e risposta tra il grande campione romano di Mma e il nuovo emergente talento di Mezzocorona. Dopo la sconfitta di Vettori, di fine anno, il Legionario ha preso le difese del suo avversario: "Gli hai mancato di rispetto. Sei nato nell'epoca dei leoni da tastiera e questo è il risultato"

Marvin Vettori e Alessio Sakara
Pubblicato il - 05 gennaio 2017 - 18:27

TRENTO. "Quando io combattevo Valetudo a mani nude in Brasile tu giocavi con le figurine. Sei nato nell'epoca dei leoni da tastiera e questo è il risultato". A parlare è nientemeno che Alessio Sakara, il Legionario, un mito dell'Mma (e conosciuto dal grande pubblico anche per alcuni docu-reality per DMax, e per la trasmissione Il più forte presentata con Martin Castrogiovanni) il primo italiano della storia a competere nella promozione Ufc di Mma (arti marziali miste), la "lega americana" considerata la più prestigiosa in assoluto, e oggi calcata dal nostro Marvin Vettori, trentino, classe '93, nato a Mezzocorona. Ed è proprio a Marvin che il Legionario si rivolge in un video postato su Facebook e visto da migliaia di persone. Lo attacca apertamente con un atteggiamento un po' paternalistico, col dito alzato, da quello che "mo te la racconto". Un sfida a distanza che ha un po' il sapore dello scontro tra il "vecchio" che ha ancora tanto da spiegare e il "nuovo" che freme per bruciare le tappe e al quale va concesso di sbagliare.  

 

Tutto è cominciato da un post su Instagram dello stesso Sakara che al termine dell'ultimo Ufc207, quello di fine anno durante il quale Marvin Vettori è stato sconfitto a Las Vegas dal peso medio brasiliano Antonio Carlos Junior, scriveva: "Congratulazioni alla campionessa Amanda Nunes ed ai miei compagni di allenamento dell'American Top Team e auguro a qualsiasi persona di imparare dai propri errori: essere umili verso i superiori è un dovere, verso gli eguali è cortesia, verso gli inferiori è nobiltà, verso tutti è la salvezza. Il mio stile di vita sarà sempre questo". I complimenti, quindi, il Legionario li ha riservati ai compagni dell'American Top Team e tra questi c'è anche il brasiliano che ha battuto Marvin.

 

Lui non l'ha presa bene e ha reagito con un lungo post su Facebook: "Fa specie vedere come appena si inciampa, anche chi avrebbe dovuto in passato fare del buono per le Mma, e nel presente invece, supportare incondizionatamente fighter connazionali emergenti, non perda occasione per affondare la lama. Mi riferisco con rammarico ad Alessio Sakara che nel post su Instagram appena successivo a Ufc 207 non ha perso occasione di attaccare il sottoscritto per il comportamento precedente al match. Sarò visto da molti come un arrogante e presuntuoso - prosegue Marvin Vettori - poco me ne importa. Certo non mi sono mai erto a maestro di umiltà, nonostante ciò ho sempre preso le responsabilità delle mie azioni e mai mi vedrete fare buon viso a cattivo gioco. Tante belle parole sono state spese affermando che un altro atleta emergente non ti avrebbe reso nient'altro che orgoglioso. Belle parole fintanto che questi successori non sono realmente arrivati. Neppure un buon augurio prima del match, ne un minimo messaggio personale, non una singola parola di sostegno!  Mentre io, arrogante e di poca umiltà, io sì te li feci e io sì che ne spesi parole di sostegno nei tuoi confronti".

 

"No, non sono arrabbiato Alessio - conclude sempre riferendosi a Sakara - sono deluso. Hai illuso me e molti altri con parole poco seguite da fatti. Leggendo libri di storia su Roma, una frase di Catone mi rimase impressa: 'L'oratore deve essere prima un uomo di onestà, poi abile oratore'. Tutto si può dire, e non mi interessa, ma non troverete mai Marvin Vettori sperare nella più sonora delle sconfitte di un connazionale che cerca di portare alto il nome dell'Italia".

 

Pochi minuti ed ecco la replica del Legionario con un video su Facebook: "Caro Marvin, egocentrismo e arroganza sono un binomio che insieme non vanno bene, soprattutto se abbinati a sportivi di alto livello. Mi riferisco ai tuoi post prima dell'ultimo incontro e agli attacchi gratuiti a Clemente Russo, che nessun campione di sport da combattimento si sarebbe mai sognato di fare. Inoltre menti quanto scrivi che non ti ho mai fatto un in bocca al lupo, non farmi prendere il telefono, devo far vedere quante volte ti ho scritto? Ti ho sempre mandato messaggi in privato prima di ogni match, così come ho fatto con coloro che ti erano vicino ma l'ho fatto in privato perché siccome egocentrismo e arroganza non vanno bene. Te volevi che lo facessi pubblicamente come forma di esibizionismo, ma io lo facevo in privato fino all'ultimo match dove hai mancato di rispetto più volte al mio compagno di allenamento Antonio Carlos Junior. Lo hai attaccato duramente, scrivendo cose come 'Ti ho preparato un appuntamento dal dentista', ma almeno un cazzotto avresti dovuto darglielo però..., e ancora 'con il mio avversario ci pulirò la gabbia'. (...)  Io, a differenza tua, sono coerente. E ricorda - prosegue il Legionario - che quando io combattevo di Valetudo a mani nude in Brasile tu giocavi con le figurine e facevi ancora i compiti a casa".

 

"Purtroppo la verità è che non hai mai avuto un allenatore che al primo errore o alla prima parola fuori luogo ti prendeva e ti cacciava dalla palestra - conclude Sakara - come accadeva a noi della vecchia guardia. Sei nato nell'epoca dei Leoni da Tastiera e questo è il risultato. Però ti chiedo di non rompere più i co...ni perché io vivo la mia vita in palestra, ogni giorno, ho problemi di schiena, spalla, bicipiti, reni, occhio e l'unica cosa che mi rende felice è aprire i social la mattina e trovare gente che mi motivi la giornata; ecco, io vivo per questo, a differenza tua che fai dei social un altro uso. E ti dico un'ultima cosa: invece di essere rammaricato per me, rammaricati per le inutili polemiche che crei ogni volta. Del resto è noto che chi non sa come criticarti ti dà dell'invidioso ma io, per fortuna, d'invidia non ne ho mai avuta verso nessuna.  Marvin...cresci!Se vuoi ti darò sempre una mano, la porta è sempre aperta, ma cresci".

 

E chissà che il "vecchio" davvero non finisca per accogliere il "nuovo" e lo aiuti a ridurre gli errori e a crescere portandolo a raggiungere quel titolo di Campione del Mondo che il nostro Vettori ha dichiarato di voler raggiungere subito dopo essersi rialzato nella gabbia di Las Vegas. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 13:44

L'allerta è scattata intorno alle 12.45 di oggi, sabato 23 gennaio, in zona del Dosso Costalta, parte sud-occidentale del Lagorai tra l’altopiano di Pinè e la val dei Mocheni. Sono in corso le operazioni e le attività di soccorso

23 gennaio - 10:39

Dopo ore di attesa, con trattative serrate tra le autorità sanitarie di Roma e di Milano sulla colorazione della Lombardia, sono state grosso modo confermate le classificazioni della scorsa settimana. Trentino ancora giallo, Alto Adige rosso. A cambiare sono solo 2 regioni

23 gennaio - 11:29

La neve è tornata a interessare le Dolomiti fra Alto Adige e Bellunese. Chiusi i passi Fedaia, Pordoi, Falzarego, Val Parola e Giau. Veneto Strade ha disposto la chiusura anche della regionale 48 delle Dolomiti e della provinciale 49 di Misurina. La sindaca di Auronzo: "Non usate l'automobile"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato