Contenuto sponsorizzato

Ferrovia dell'Avisio, Transdolomites: “Se realizzata, potrà figurare tra le più importanti ferrovie dolomitico-alpine”

Siglato il nuovo Contratto di servizio 2024-2033 tra la Provincia e Trenitalia per la gestione dei servizi ferroviari lungo le linee Verona-Trento e Trento-Bassano del Grappa. “Segnale positivo, ora puntare su potenziamento linea Trento-Mezzana e ferrovia dell'Avisio”

Di Alissa Claire Collavo - 12 febbraio 2024 - 20:28

TRENTO. La Provincia di Trento e Trenitalia, società capofila del Polo Passeggeri del Gruppo Fs, hanno siglato il nuovo Contratto di Servizio 2024-2033 per la gestione dei servizi ferroviari lungo le linee Verona-Trento e Trento-Bassano del Grappa.

 

Un patto dal valore economico complessivo pari a 254,4 milioni di euro che ha l'obiettivo di migliorare la qualità del trasporto ferroviario sull'intero territorio provinciale.

 

“Si tratta di una notizia positiva”, fa sapere attraverso un comunicato Massimo Girardi, presidente dell'associazione Transdolomites di Pozza di Fassa, in quanto viene posta attenzione “alle iniziative di promozione e sviluppo turistico del territorio, attraverso i servizi regionali ferroviari o intermodali, con l'obiettivo di valorizzare i beni culturali e naturalistici trentini”.

 

In più occasioni, infatti, Transdolomites – che dal 2006 si occupa di tematiche inerenti la mobilità e il turismo sostenibile nelle valli di Fassa, Fiemme e Cembra, riguardanti in particolare le forme alternative di trasporto in ambiente alpino e il miglioramento della qualità della vita – ha messo in evidenza il ruolo centrale della ferrovia nel favorire la mobilità di residenti e turisti per quanto riguarda la mobilità interna e la raggiungibilità dei territori.

 

“Un potenziale attualmente azzoppato” – si legge nel comunicato – a causa dei ritardi decennali negli investimenti rivolti a potenziare l'infrastruttura ferroviaria in Trentino.

 

Tra gli esempi più citati, la ferrovia della Valsugana, “il cui percorso è ancora quello progettato per le esigenze di oltre un secolo fa”; la Trento-Mezzana, che “pur avendo fatto il salto di qualità da tramvia a ferrovia, è comunque un vicolo cieco per via del capolinea a Mezzana” quando invece era stata pensata e progettata per collegarsi alla Svizzera.

 

A questo proposito, spiega Girardi, “portarla a collegarsi a Tirano alla Ferrovia Retica, consentirebbe di evitare di passare per Milano”, rendendo in questo modo la Trento-Mezzana-Tirano-Engadina, una ferrovia internazionale.

 

Ci sono inoltre dei territori a forte vocazione turistica “che però soffrono la pressione del traffico e sono privi di ferrovia”, come l'Alto Garda – dove però, tra Rovereto e Riva del Garda, è in via di progettazione – e la zona dell'Avisio.

 

Qui, la ferrovia andrebbe senz'altro a rappresentare “un'infrastruttura importante per la lunghezza di circa 80 km e un investimento tra gli 1.5 e i 2 miliardi di euro”.

 

Una soluzione che faciliterebbe il trasporto di residenti e turisti e “vedrebbe le stazioni a valle degli impianti del Cermis, Predazzo, Moena, San Giovanni di Fassa, Campitello, Canazei, Alba e Penia, direttamente accessibili in treno senza necessità di realizzare nuovi parcheggi”.

 

Un collegamento, quello dell'Avisio, che “potrebbe figurare tra i più importanti delle Alpi”, spiega ancora Girardi, con un potenziale certificato anche dal Documento di Economia e Finanza della Provincia di Trento relativo al biennio 2023-2025.

 

Secondo una prima stima della Pat, infatti, si prevedono “circa 10mila spostamenti al giorno nei mesi primaverili e autunnali, e tra i 16mila e i 18mila nella stagione estiva e invernale”.

 

Un servizio ferroviario volto a migliorare la qualità del turismo e a “ridurre la schiavitù dell'automobile” nelle valli di Fassa e Fiemme e a permettere “a territori come la Val di Cembra di sperimentare nuove forme di turismo”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 aprile - 19:25
Nel 2020 era stato annunciato come candidato sindaco, poi le elezioni saltarono e, alla successiva tornata elettorale, non venne riproposto. "Era [...]
Cronaca
24 aprile - 19:01
L'allarme è stato lanciato attorno alle 17.30, sul posto i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e anche il soccorso alpino della stazione di [...]
altra montagna
24 aprile - 19:00
Il quotidiano diretto da Claudio Cerasa ha selezionato il podcast di Andrea Bettega per L'AltraMontagna, Alpigrafismi, tra i cinque “da non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato