Contenuto sponsorizzato

Luci spente e visite guidate con torce a energia solare, così Castello del Buonconsiglio e Muse aderiscono alla giornata del risparmio energetico

L'iniziativa promossa da Rai Radio2 mediante la trasmissione radiofonica “Caterpillar”, prevede lo spegnimento simbolico delle luci dei principali edifici e musei in modo da sensibilizzare i cittadini al risparmio energetico e ad uno stile di vita sostenibile

Di Alissa Claire Collavo - 14 febbraio 2024 - 18:34

TRENTO. Anche quest'anno, il Comune di Trento rinnova la propria adesione alla giornata nazionale del risparmio energetico, iniziativa promossa dalla trasmissione radiofonica di Rai Radio2 “Caterpillar” allo scopo di diffondere la cultura della sostenibilità ambientale e del risparmio delle risorse energetiche.

 

Un appuntamento giunto oramai alla ventesima edizione che prevede lo spegnimento simbolico delle luci dei principali edifici e musei della città, il prossimo venerdì 16 febbraio.

 

Al Castello del Buonconsiglio saranno organizzate tre visite guidate serali – alle 18.30, alle 19.30 e alle 20.30 – che consentiranno di ammirare gli affreschi di Romanino, Dosso Dossi e Marcello Foglino illuminati solo da un piccolo fascio di luce.

 

Un'atmosfera suggestiva esaltata dalla musica rinascimentale del Quartetto del corso di Musica d’insieme vocale e repertorio corale del Conservatorio Bonporti di Trento e Riva del Garda, composto dal Soprano Lucrezia Masia, Contralto Elisa Sala, Tenore Francesco Marcolini, Basso Alessandro Peduzzi e diretto dal Maestro Maurizio Sacquegna.

 

A seguire, l'aperitivo “al buio” nella Loggia del Romanino.

 

Al Palazzo delle Albere invece, a partire dalle 17, torce a energia solare consentiranno di visitare la mostra “Scimani. Comunicare con l'invisibile”, curata assieme al Mart – Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto e al METS – Museo etnografico trentino di San Michele all’Adige. Tra antropologia, psicologia, archeologia e arte contemporanea, l'esposizione riflette sul rapporto tra gli esseri umani e ciò che non è umano svelando i retroscena di un immaginario fatto di riti atavici, maschere inquietanti, allucinazioni e luoghi esotici.

 

La mostra Sciamani sarà visitabile (a luci accese) fino al 30 giugno 2024.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 aprile - 19:52
Il video della titolare del Perla Bar in via Belenzani sui social dopo la multa ricevuta venerdì sera per aver fatto 15 minuti di musica in più : [...]
Cronaca
13 aprile - 19:02
La macabra scoperta ad Aprica, in Provincia di Sondrio, dove a quanto pare la famiglia si era trasferita durante la pandemia. Da quanto emerso pare [...]
Cronaca
13 aprile - 17:47
Il comune di Santa Giustina ha predisposto il ripristino dell'area: l'altana è stata costruita in una zona di proprietà del demanio idrico. Gli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato