Contenuto sponsorizzato

La Galleria Alberta Pane di Venezia ospita "A Bartleby'': ''L’uomo è come sospeso tra l’essere e il non essere, tra l’inerzia e la voglia di scegliere''

DAL BLOG
Di Alda Baglioni - 01 ottobre 2021

Appassionata di arte e cinema con Chaplin nel cuore

Non è solo il cinema a prendere ispirazione dai libri. Anche l’Arte contemporanea trova in "Bartleby lo scrivano” di Herman Melville la figura giusta per influenzare cinque artisti.

 

Siamo nel cuore di Dorsoduro a Venezia, alla Galleria Alberta Pane, calle dei Guardiani e il 25 settembre si è svolto il vernissage della mostra “A Bartleby”.

 

Gli artisti sono: i francesi Marie Denis e Lèonard Martin, il croato Igor Eskinija e gli italiani Lucia Veronesi e Davide Sgambaro.

 

Bartleby una figura mite e silenziosa, è solito rispondere al suo capo: “Preferirei di no”. L’uomo è come sospeso tra l’essere e il non essere, tra l’inerzia e la voglia di scegliere.


Questa suggestione esistenziale diviene tragedia che parla a tutti in ogni epoca. Le opere degli artisti sono sculture sospese ma contemporaneamente pitture, fotografie, installazioni. Sembrano senza collocazione, senza chiarezza, senza nome.

 

Come le opere vegetali di Marie Denis chiuse in piccole scatole, facili da maneggiare, poste sul pavimento. Oppure le èstampes su carta che dialogano con il mondo vegetale, impilate contro il muro. Anche la forma creata da grandi foglie colorate di nero che sembrano una piccola gondola, è appoggiata precariamente al pavimento.

 

La luce e il sole della Croazia sono la fonte dei lavori di Igor Eskinja; la carta anche arrotolata, diventa un gioco tridimensionale di chiari e scuri.


E Lucia Veronesi con le sue grandi sculture appese assembla tecniche fino a fotografare ed ingrandire immagini già create. Dipinti scenografici per Leonard Martin tra staticità e movimento, dove rivivono le figure del passato.

 

Davide Sgambaro, con la sua performance affronta i problemi dell’uomo contemporaneo, la sua precarietà come negli scritti di Melville.

 

La Galleria, aperta a Venezia nel 2017 da Alberta Pane (sua città natale) in una storica falegnameria, è un ampio laboratorio aperto alla cultura, che non si ferma alle mostre ma vuole coinvolgere la popolazione con workshop ed incontri.

 

La mostra dal 25 settembre durerà fino al 6 novembre 2021. Per ulteriori informazioni: [email protected]

Ultima edizione
Edizione del 16 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
17 maggio - 12:13
Alcune strutture del capoluogo sono in sofferenza dal punto di vista degli operatori. L'assessora Elisabetta Bozzarelli: "Da sempre questi sono i [...]
Ambiente
17 maggio - 11:16
In passato questa specie era nota con sicurezza anche sul monte Brione dove però dal 1996 non è stata più osservata, probabilmente a seguito [...]
Cronaca
17 maggio - 10:28
Il sindaco di Mezzolombardo: “C'è l'apprensione di un'intera comunità in questa situazione ogni commento sembra quasi superficiale. Tutti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato