Contenuto sponsorizzato

Anticorruzione e trasparenza, il Trentino diventi un esempio virtuoso da esportare

Le segnalazioni e gli interventi del Movimento 5 Stelle all'Anac hanno evidenziato un sistema poco trasparente degli enti locali che hanno portato a denunciare gravi inadempienze delle amministrazioni trentine
DAL BLOG
Di Riccardo Fraccaro - 07 febbraio 2017

E' segretario alla Presidenza della Camera dei deputati, eletto in Trentino Alto Adige nel 2013 con il Movimento 5 Stelle

Grazie all'intervento e alle segnalazioni del Movimento 5 Stelle nei mesi scorsi l’Autorità nazionale anticorruzione ha dato l’ultimatum alle Comunità di valle del Trentino (qui la rispostae al Comune di Levico Terme (qui il procedimento), chiedendo il rispetto delle norme statali e locali in materia di trasparenza. Non lo dice il M5S, lo dice l’Anac che nelle amministrazioni degli enti locali trentini c’è un problema di trasparenza. Questo risultato mi ha spinto a portare nuovamente il caso in Parlamento con un’interrogazione (qui) al Ministro per la semplificazione Madia.

 

È stato grazie al prezioso lavoro di analisi prodotto dagli attivisti M5S che abbiamo potuto denunciare le gravi inadempienze da parte di molte amministrazioni locali e il totale disinteresse della Giunta provinciale di Trento nel porvi rimedio. Il deposito di un ulteriore atto di sindacato ispettivo è stato reso ancora più necessario dalla presentazione alle istituzioni locali di due petizioni popolari in materia di trasparenza, una regionale e una provinciale: la più recente (19/XV), consegnata il 23 gennaio scorso al presidente del Consiglio provinciale di Trento, sollecita l’amministrazione provinciale non solo a vigilare sul rispetto degli obblighi normativi, ma anche a formalizzare un’intesa con il commissario del Governo e con l’Anac, per garantire maggiore efficacia nei controlli e nell’applicazione delle misure sanzionatorie e disciplinari in caso di inadempienze.

 

La situazione rimane critica e le irregolarità sono diffuse: sono quindi tornato a sollecitare il Governo, affinché metta in campo iniziative concrete e stringenti, per fare del Trentino un esempio virtuoso da esportare nel resto del Paese e per consentire all’Anac e alle autorità locali un rapido e efficace intervento con il fine ultimo di attuare in maniera sistematica i principi e le disposizioni in materia di trasparenza presso tutte le pubbliche amministrazioni locali.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 13:50

Bocciato uno dei provvedimenti bandiera della Giunta Fugatti, il tribunale condanna Pat e Comune di Trento a disapplicale la norma sulle case Itea. Gli avvocati: “Per il Trentino è un primo passo molto importante per rimuovere le norme introdotte dalla Provincia negli ultimi anni in materia di welfare che hanno determinato effetti gravissimi di esclusione in danno degli stranieri”

29 settembre - 12:45

Un andamento ondivago delle Stelle alpine nei turni di ballottaggio che sembra strizzare l'occhio un po' di qui e un po' di lì. Il dato, però, è che il consenso agli autonomisti è andato in calo in quei territori in cui si sono rivolti al centrodestra rispetto a 5 anni fa

29 settembre - 13:19

La rabbia dello studente che è stato sanzionato: "Prima si incentiva la micro-mobilità e si spingono i giovani ad investire in un futuro più sostenibile, ma poi si multa uno studente per l’utilizzo di un mezzo elettrico per spostamenti in città". Lo skateboard è stato parificato ad un ciclomotore e il ragazzo è stato multato per mancanza di targa, libretto di circolazione, assicurazione, mancato uso di casco e conduzione sul marciapiede

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato