Contenuto sponsorizzato

Dimezzare gli stipendi dei parlamentari? Il Pd rinvia ancora e si serve di Dellai

La nostra legge, che farebbe risparmiare 87 milioni di euro, è stata rimandata in Commissione e a chiedere il rinvio è stato Dellai in persona che si piega agli ordini del premier Renzi
DAL BLOG
Di Riccardo Fraccaro - 26 ottobre 2016

E' segretario alla Presidenza della Camera dei deputati, eletto in Trentino Alto Adige nel 2013 con il Movimento 5 Stelle

Pur di non votare la proposta di legge del M5S per il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, il Pd in Parlamento ha chiesto il rinvio in Commissione. A chiedere il rinvio è stato un parlamentare trentino, Lorenzo Dellai in persona (guarda il video), che sebbene non faccia parte del Pd si piega senza batter ciglio agli ordini e ai ricatti del premier Renzi. 

 

Noi siamo scesi in mezzo alla gente in piazza Montecitorio (qui il video) a denunciare questa ipocrisia e le continue prese in giro di Renzi.

 

Ancora una volta il Pd e i suoi tirapiedi voltano le spalle ai cittadini, che chiedono a gran voce di tagliare sprechi e privilegi. Rispediscono in Commissione la nostra legge, che farebbe risparmiare 87 milioni di euro, e poi sfregiano la Costituzione con la scusa che serve più velocità per l’approvazione dei provvedimenti. La partecipazione è l’unica arma che abbiamo e anche la più potente per liberarci di questo Governo e ripristinare la democrazia: ricordiamocelo al referendum del 4 dicembre e andiamo in massa a votare No.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 13:12

E' avvenuto sull'Altopiano della Vigolana, dove il giovane risiedeva. Pedinato dai finanzieri, è stato fermato e ha tentato la fuga. La perquisizione dell'auto e della casa hanno così portato al rinvenimento di 7 etti di fumo, 15mila euro e due lingotti d'oro. Il soggetto era stato protagonista dell'efferato pestaggio di un militare al di fuori di un noto locale valsuganotto. Arrestato

12 novembre - 05:01

“Bene, è arrivata una nuova pollastrella” , sono queste le parole che Hope (nome di fantasia per motivi di sicurezza) ha sentito la mattina che ha capito di essere stata venduta alla mafia nigeriana. Aveva appena 18 anni quando è successo. E' stata costretta a spogliarsi, a farsi valutare come un oggetto all'asta da Madame, colei che si occupa del business nigeriano. Poi è finita sulla strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato