Contenuto sponsorizzato

Dai vivai forestali le piante per i ripristinare i boschi schiantati nell'ondata di maltempo

Gli addetti del Servizio foreste e fauna della Pat che operano nell’Ufficio pianificazione e selvicoltura hanno iniziato a raccogliere pigne e strobili di conifere dai quali ricavare i semi necessari per ottenere piante da vivaio adatte alla ricostituzione naturale del patrimonio boschivo
Dal blog di Sergio Ferrari - 28 marzo 2019 - 20:36

Già all’indomani del tornado che ha schiantato a fine ottobre 2018 i boschi del Trentino orientale, gli addetti del Servizio foreste e fauna della Pat che operano nell’Ufficio pianificazione e selvicoltura hanno iniziato a raccogliere pigne e strobili di conifere dai quali ricavare i semi necessari per ottenere piante da vivaio adatte alla ricostituzione naturale del patrimonio boschivo.

 

La raccolta ha riguardato in prima istanza larice e abete rosso.

 

Il larice è pianta tipicamente pioniera, la prima che si insedia su aree dissestate preparando l’ambiente a specie definitive come gli abeti e il faggio.

 

Luoghi di raccolta per il larice sono state le zone boschive di Daiano e Travignolo già iscritte nell’albo nazionale dei vivai specializzati da seme e il Parco di Paneveggio per l’abete rosso.

 

Da 30 ettolitri di strobili di larice consegnati al Centro per la biodiversità forestale di Verona per l’estrazione e la pulitura dei semi si ricaveranno 40-50 chili di seme

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 giugno - 20:11

Un fiume di soldi intercettato dalla Guardia di Finanza del Trentino Alto Adige nell'ultimo anno e mezzo grazie alle indagini di polizia giudiziaria che hanno consentito complessivamente di denunciare 54 persone per riciclaggio e autoriciclaggio e di sottoporre a sequestro beni, titoli e valori per circa 2,4 milioni di euro

25 giugno - 18:13

Intorno alle 13.40 l'aggressione, all'altezza della fermata di Lamar. Poi l'uomo è riuscito a scappare. Andreatta: ''In questo periodo molta attenzione da parte anche degli altri utenti. Per ridurre i disagi sono stati tolti gli abbonamenti gratuiti a un uomo e due donne con disturbi psichici ormai noti sia ai passeggeri che al personale viaggiante''

25 giugno - 17:30

La serie di incidenti è avvenuta in vai Degasperi. Tutto è stato innescato da una manovra eseguita in maniera non perfetta in uscita da un parcheggio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato