Contenuto sponsorizzato

Dai vivai forestali le piante per i ripristinare i boschi schiantati nell'ondata di maltempo

Gli addetti del Servizio foreste e fauna della Pat che operano nell’Ufficio pianificazione e selvicoltura hanno iniziato a raccogliere pigne e strobili di conifere dai quali ricavare i semi necessari per ottenere piante da vivaio adatte alla ricostituzione naturale del patrimonio boschivo
Dal blog di Sergio Ferrari - 28 marzo 2019 - 20:36

Già all’indomani del tornado che ha schiantato a fine ottobre 2018 i boschi del Trentino orientale, gli addetti del Servizio foreste e fauna della Pat che operano nell’Ufficio pianificazione e selvicoltura hanno iniziato a raccogliere pigne e strobili di conifere dai quali ricavare i semi necessari per ottenere piante da vivaio adatte alla ricostituzione naturale del patrimonio boschivo.

 

La raccolta ha riguardato in prima istanza larice e abete rosso.

 

Il larice è pianta tipicamente pioniera, la prima che si insedia su aree dissestate preparando l’ambiente a specie definitive come gli abeti e il faggio.

 

Luoghi di raccolta per il larice sono state le zone boschive di Daiano e Travignolo già iscritte nell’albo nazionale dei vivai specializzati da seme e il Parco di Paneveggio per l’abete rosso.

 

Da 30 ettolitri di strobili di larice consegnati al Centro per la biodiversità forestale di Verona per l’estrazione e la pulitura dei semi si ricaveranno 40-50 chili di seme

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 agosto - 06:01

Lettera aperta di cittadini e satini all'assessore all'ambiente. Progetto costoso, inutile e dannoso, che avvantaggia un'azienda privata, scrivono i firmatari. "Ridiscutiamo il tutto, per un turismo sostenibile"

24 agosto - 20:42

Un concerto che si è aperto con la stretta di mano nel backstage tra Lorenzo Cherubini e Reinhold Messner. "Ci siamo incontrati e mi sono spiegato con lui - ha spiegato il cantante - siamo gente che vuole fare festa non rovinate questo posto meraviglioso. Noi vogliamo amarlo ancora di più". Dopo le polemiche tra Jovanotti e il re degli ottomila tutto è andato per il meglio 

24 agosto - 21:32

L'incidente è avvenuto intorno alle 17 lungo la strada provinciale 85 poco prima di Vaneze sul monte Bondone. Sul posto ambulanza, elicottero, vigili del fuoco di Sopramonte, nucleo Saf dei permanenti di Trento e forze dell'ordine 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato