Contenuto sponsorizzato

Dai vivai forestali le piante per i ripristinare i boschi schiantati nell'ondata di maltempo

Gli addetti del Servizio foreste e fauna della Pat che operano nell’Ufficio pianificazione e selvicoltura hanno iniziato a raccogliere pigne e strobili di conifere dai quali ricavare i semi necessari per ottenere piante da vivaio adatte alla ricostituzione naturale del patrimonio boschivo
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 28 marzo 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Già all’indomani del tornado che ha schiantato a fine ottobre 2018 i boschi del Trentino orientale, gli addetti del Servizio foreste e fauna della Pat che operano nell’Ufficio pianificazione e selvicoltura hanno iniziato a raccogliere pigne e strobili di conifere dai quali ricavare i semi necessari per ottenere piante da vivaio adatte alla ricostituzione naturale del patrimonio boschivo.

 

La raccolta ha riguardato in prima istanza larice e abete rosso.

 

Il larice è pianta tipicamente pioniera, la prima che si insedia su aree dissestate preparando l’ambiente a specie definitive come gli abeti e il faggio.

 

Luoghi di raccolta per il larice sono state le zone boschive di Daiano e Travignolo già iscritte nell’albo nazionale dei vivai specializzati da seme e il Parco di Paneveggio per l’abete rosso.

 

Da 30 ettolitri di strobili di larice consegnati al Centro per la biodiversità forestale di Verona per l’estrazione e la pulitura dei semi si ricaveranno 40-50 chili di seme

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 giugno - 06:02

Dopo aver scoperto in diretta dall'annuncio del presidente Fugatti che i servizi all'infanzia avrebbero riaperto (praticamente solo per 5 settimane o poco più) si è scatenato il caos tra gli addetti ai lavori trattati alla stregua di ''parcheggiatori'' di bambini. Ieri sono arrivate le linee guida ma le lettere di due istituti della Valsugana dimostrano quanta poca condivisione ci sia stata in questa fase da parte della Giunta con i dirigenti che arrivano a consigliano ai genitori di valutare attentamente il reinserimento dei loro bambini

03 giugno - 17:24

La raccolta delle domande delle famiglie interessate al rientro è aperta fino a venerdì 5 giugno. La modalità di invio e le informazioni di dettaglio sono disponibili sul portale della scuola trentina. Approvate in data odierna le linee guida. Tra le novità l'avvio di una collaborazione con Fbk per la sperimentazione di soluzioni tecnologiche per rilevare il distanziamento, tracciare i movimenti e le interazioni

03 giugno - 20:07

Una persona ha manifestato i sintomi negli ultimi 5 giorni, mentre gli infetti non riguardano ospiti di Rsa o minorenni. Da inizio epidemia 5.437 casi e 467 decessi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato