Contenuto sponsorizzato

Un fungo antagonista del maggiolino, che da oltre 20 anni infesta i terreni trentini

Il responsabile del Servizio agronomico del Gruppo Mezzacorona, riferisce che nel territorio di competenza si è fatto ricorso all’orzo contenente il fungo Beauveria per sconfiggere il maggiolino
Dal blog di Sergio Ferrari - 04 novembre 2018 - 18:49

Una circolare del Centro di consulenza dell’Alto Adige datata 23 ottobre 2018 consigliava ai frutticoltori la distribuzione di orzo infettato con micelio del fungo Beauveria brongniartii rappresentato dal prodotto Bi pesco 2 GR della ditta Agrifutur contro le larve di maggiolino entro il 30 ottobre.

 

A quella data scadeva infatti la deroga all’impiego concessa dal Ministero della salute.

 

Il maggiolino infesta da più di 20 anni anche i terreni della Piana Rotaliana e quest’anno ha dato vita al volo di adulti che ha cadenza quadriennale.

 

Mauro Varner, responsabile del Servizio agronomico del Gruppo Mezzacorona, riferisce che anche nel territorio di competenza si è fatto ricorso all’orzo contenente il fungo Beauveria utilizzando seminatrici che hanno collocato il prodotto a 5 centimetri di profondità. Nel terreno sono presenti le larve di prima età

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 18:54

Il governatore in vista ad Ala attacca la precedente amministrazione provinciale: "Sono stati inconcludenti. Qui ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, noi ci prenderemo le nostre, ma i cittadini non possono correre simili rischi"

20 gennaio - 16:00

L'assessora preoccupata dal fatto che nel 2017 gli aborti in Trentino sono stati 703 mentre nel 2016 erano stati 684. Una minima crescita su base annuale che, ovviamente, ai fini statistici non ha valore mentre il dato resta comunque il secondo più basso di sempre. Nel 2007 erano quasi 1.300

20 gennaio - 19:07

L'allarme è stato lanciato intorno alle 15 dal padre. Il 43enne si trovava da solo in escursione. La macchina dei soccorsi subito in azione, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato