Contenuto sponsorizzato

Dall'incontro su Facebook alla convivenza, poi le botte. Un uomo a processo per violenza sessuale

La relazione a distanza è iniziata nel 2014. Dopo nemmeno un anno la decisione di andare a vivere assieme. Ma l'uomo che si è presentato dopo poco si è rivelato per quello che era: un violento

Pubblicato il - 17 November 2017 - 10:28

TRENTO. Credeva di aver incontrato l'uomo della sua vita, sperava in un futuro felice di amore e condivisione. La donna che alla fine si è decisa a denunciare le violenze subite ci credeva veramente in quella possibile relazione nata su Facebook.

 

All'uomo (40 anni) incontrato sui social tramite un'amica, ha pagato addirittura il viaggio dalla Romania per l'Italia. Anche lei è straniera (35 anni), forse con lui era più facile parlare, raccontare di sé. Un racconto durato sei mesi su messenger, confidenze che l'hanno convinta che qualcosa poteva nascere, che poteva dire sì alla convivenza.

 

La relazione a distanza è iniziata nel 2014. Dopo nemmeno un anno la decisione di andare a vivere assieme. Ma l'uomo che si è presentato dopo poco si è rivelato per quello che era: un violento che la minacciava, la prendeva a calci e pugni, la seguiva gelosissimo e per non lasciarla sola si è pure fatto assumere nell'impresa gestita dalla donna. 

 

Poi la denuncia, dopo l'ennesima violenza. L'uomo deve rispondere di maltrattamenti in famiglia, stalking e violenza sessuale. Ieri, davanti al giudice De Donato si è aperto il processo che dopo la prima udienza è stato rinviato a febbraio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 March - 11:03

Dal Trentino alla Tanzania la storia di Mariateresa Tonelli volontaria del servizio civile internazionale: “L’accesso all’energia è indispensabile per garantire l’istruzione e la salute in questi villaggi. Il Covid? Da fine gennaio sono aumentati i casi e i morti per infezioni respiratorie”

07 March - 14:41

I controlli avvenuti in questo weekend hanno portato a 18 persone sanzionate. Cinque persone sono state individuate e sanzionate dagli agenti perché si intrattenevano all’interno di un bar senza rispettare il distanziamento. Altre tre persone sono state multate perché trovate a passeggiare sul lungadige senza indossare la mascherina

07 March - 14:29

Con ogni probabilità l’automobilista non si è reso conto del gruppo di rider che stava attraversando la strada, un giovane è stato investito e trascinato per circa un metro. Sul posto i sanitari e i carabinieri

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato