Contenuto sponsorizzato

Imbrattati i new jersey attorno al mercatino. Scritte anarchiche sui blocchi di cemento

La via maggiormente presa di mira è quella di San Giovanni Bosco che da piazza Fiera porta a est verso via Piave, ma alcuni blocchi di cemento sono stati imbrattati anche in via SS Trinità e via Calepina, perpendicolari a via Mazzini

Pubblicato il - 22 novembre 2017 - 10:12

TRENTO. Come fossero lavagna bianche, i new jersey posizionati attorno ai mercatini di Natale per la sicurezza dei visitatori sono stati riempiti di scritte. Gli autori, vista la firma della A cerchiata, gli anarchici trenini

 

Le frasi sono il florilegio del loro pensiero: "Non c'è un cazzo da festeggiare", "I centri di accoglienza sono campi di concentramento", "L'Italia finanzia i lager in Libia", "Lo Stato italiano massacra in Libia", "Benetton Assassina", "La sicurezza è caccia ai poveri".

 

Imbrattati i new jersey attorno al mercatino

La via maggiormente presa di mira è quella di San Giovanni Bosco che da piazza Fiera porta a est verso via Piave, ma alcuni blocchi di cemento sono stati imbrattati anche in via SS Trinità e via Calepina, perpendicolari a via Mazzini.

 

Molti, nei giorni scorsi, hanno giudicato alquanto brutti i new jersey posizionati lungo le vie. Ma ora sono sicuramente più brutti. Forse, dopo l'imbrattamento della notte scorsa, il Comune opterà per un'altra soluzione: qualcuno ha proposto delle fioriere in cemento

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 marzo - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 marzo - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

03 marzo - 18:42

Il presidente ha confermato l'intenzione di proseguire con le lezioni in presenza. Ferro ha raccomandato di arieggiare gli spazi chiusi e mantenere le distanze sociali: ''Non ci rendiamo conto di quanto sia stressato il nostro sistema sanitario per questo aumento dei ricoveri che temo per i prossimi 10 giorni non potranno che aumentare''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato