Contenuto sponsorizzato

Rubavano occhiali alla Luxottica, denunciati una dipendente e il compagno

L'uomo dovrà rispondere di  reato di ricettazione mentre la donna per furto aggravato

Pubblicato il - 04 dicembre 2017 - 16:49

ROVERETO. Rubavano occhiali “Rayban” alla Luxottica di Rovereto per rivenderli poi a prezzi dimezzati su internet. Un lucroso traffico che è stato smascherato dai carabinieri di Rovereto che già dal mese di ottobre aveva iniziato un'attività investigativa per i continui ammanchi segnalati.

 

I militari hanno dovuto procedere a verificare se si trattasse di merce contraffatta o meno. L'esito dei controlli ha dimostrato che quelli venduti su internet erano effettivamente occhiali originali usciti dall'azienda per canali non ufficiali.

 

Le indagini hanno permesso di identificare l'autore dei post in internet e responsabile delle successive vendite a mezzo incontri diretti. Un uomo di 45 anni, colto sul fatto nei pressi del casello autostradale e di seguito la sua convivente, una donna di 54 anni, dipendente dell'azienda Luxottica.

 

Le perquisizioni domiciliari hanno portato al rinvenimento di svariate decine di occhiali Rayban assieme a numerosissimi ricambi a partire da lenti, viti a accessori vari.

I due sono stati deferiti all'autorità giudiziaria: l'uomo per reato di ricettazione mentre la donna per furto aggravato.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 19:34

I positivi totali di oggi sono 341 mentre i decessi sono 2 che portano il totale, da inizio epidemia a 1271 morti, 821 solo da settembre in questa seconda ondata di Covid-19. Ecco la mappa del contagio da Trento ad Ala da Pergine a Rovereto

27 febbraio - 20:20

Sono tante le voci che sabato 27 febbraio, in piazza Santa Maria, hanno ricordato Deborah Saltori, 42enne di Vigo Meano uccisa dall’ex marito. Non bisogna parlare di violenza solamente a posteriori, hanno ricordato le persone che hanno preso la parola in piazza. È necessario insistere sulla rieducazione degli uomini maltrattanti, ma anche sull’educazione dei ragazzi. “Chiediamo che i percorsi di educazione alle relazioni di genere siano riattivati”, ha domandato l’insegnante Maria Giovanna Franch, ma dalla giunta nessuna risposta

27 febbraio - 17:44

Dei nuovi positivi, 6 hanno tra 0-2 anni, 11 tra 3-5 anni, 24 tra 6-10 anni, 8 tra 11-13 anni, 19 tra 14-19 anni e 49 di 70 e più anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato