Contenuto sponsorizzato

Torna questa notte l'ora solare. Ecco alcune curiosità

Secondo alcuni potrebbero servire anche 3 settimane per abituarsi all'orario

Pubblicato il - 28 ottobre 2017 - 13:03

TRENTO. Torna questa notte l'ora solare e alle 3 tutti dovranno spostare un'ora indietro le lancette dell'orologio.  L'addio all’ora legale ci regalerà più luce di mattina, anche se di sera il sole tramonterà prima. 

Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, ha spiegato che dal 26 marzo 2017, grazie proprio a quell'ora quotidiana di luce in più, l'Italia ha risparmiato complessivamente 567 milioni di kilowattora (quanto il consumo medio annuo di elettricità di oltre 200 mila famiglie), un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 320mila tonnellate. In termini economici questo ha comportato un risparmio per i cittadini di circa 1 miliardo e 435 milioni di euro.

 

Ma da quando si cambia a fine ottobre l'ora? In Italia l’ora legale nasce come misura di guerra nel 1916, rimanendo in uso fino al 1920. Durante la seconda guerra mondiale fu abolita e reintrodotta diverse volte. Venne adottata per legge nel 1965 e dall'anno successivo anche se fino al 1980 durava solo 4 mesi. La sua durata è stata prolungata di qualche altra settimana solo nel 1996. In passato venivano fissati ogni anno dei giorni diversi per il cambio dell'ora, ma oggi il processo è più semplice e le date sono sempre le stesse: passiamo all'ora legale nella notte dell'ultima domenica di marzo e torniamo all'ora solare l'ultima domenica di ottobre. 

 

Secondo uno studio svizzero condotto su circa 500 giovani, per alcuni potrebbero servire anche 3 settimane per abituarsi all'orario.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 marzo - 10:02

I soldi ai singoli comuni arriveranno già in questi giorni e sarà compito dei sindaci, assieme ai servizi sociali, individuare le famiglie a cui riservare il buono spesa

30 marzo - 13:26

I sindacati Filcams e Fisascat Cisl hanno già segnalato il problema, nei giorni scorsi, all’Azienda provinciale per i servizi sanitari e alle ditte che si occupano del servizio di sanificazione delle strutture ospedaliere e nelle residenze per anziani, senza ottenere fino a questo momento alcun riscontro

30 marzo - 12:15

L’app trentina (e gratuita) sviluppata da due coinquilini per aiutare le persone con i servizi a domicilio, ecco l’idea di Giulio Michelon e Alvise Zanardo: “Non siamo né medici né infermieri ma abbiamo messo comunque le nostre competenze informatiche al servizio della collettività”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato