Contenuto sponsorizzato

Emergency, questa sera Gino Strada a Trento

L'appuntamento è fissato alle 21 all'auditorium Santa Chiara di Trento. L'incontro dal titolo "Uno straccio di Umanità" sarà trasmesso in diretta su ildolomiti.it 

Pubblicato il - 07 settembre 2018 - 14:07

TRENTO. Prenderà il via questa sera, con l'arrivo a Trento di Gino Strada, la due giorni di eventi insieme agli operatori umanitari e ai volontari di Emergency per conoscere il lavoro dell'associazione, l’impegno per i diritti umani e contro la guerra.

 

Questa sera, alle 21.15 circa, sul palco dell'auditorium Santa Chiara, il chirurgo e fondatore di Emergency, Gino Strada, prenderà parte all'incontro dal titolo “Uno straccio di umanità”. A fianco a lui ci saranno Rosella Miccio, presidente di Emergency e il sindaco di Riace Mimmo Lucano.

 

Al termine dell'incontro ci saranno le “Canzoni contro l'odio” di Neri Marcoré con voci e chitarre di Giua, Pietro Guarracino e Vieri Sturlini.

 

L'intero appuntamento con Gino Strada sarà trasmesso in diretta su ildolomiti.it

 

La due giorni di informazione e partecipazione proseguirà poi domani con diversi incontri e con l'appuntamento attorno alle 12, con il giornalista e direttore del Tg La7 Enrico Mentana, al Teatro Sociale, che sarà sempre trasmesso in diretta dal sito ildolomiti.it.

 

Il messaggio che l'associazione fondata del 1994 vuole lanciare in questi incontro è molto semplice: “Non è negando diritti ad altre persone che riusciremo a difendere i nostri”.

 

Emergency è nata 24 anni fa per offrire cure gratuite e di qualità alle vittime della guerra e della povertà. In un momento storico in cui il clima sociale è caratterizzato da una deriva verso odio, discriminazione e

violenza, Emergency invita la cittadinanza a partecipare a una serie di eventi intesi come momenti di riflessione sulla perdita di umanità, sull’innalzamento di muri, sulla strumentalizzazione della paura e la rimozione della memoria.

 

Numerosi eventi gratuiti animeranno, infatti, tutto il centro cittadino: un ciclo di conferenze, spettacoli teatrali, incontri pubblici, proiezioni, un percorso interattivo, una mostra e un concerto. A fare da cornice saranno alcuni dei luoghi più storici e rappresentativi di Trento.

 

Si parlerà di immigrazione, per sfatare i miti e i pregiudizi ormai legati al tema e riconsiderare la diversità come un elemento di partenza per rigenerare la nostra società. Si parlerà di guerra, perché nelle guerre contemporanee il 90% delle vittime sono civili. Donne, bambini, uomini con la sola colpa di essersi trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 06:01

E questa emergenza Covid-19 ha portato in luce pregi e difetti della Dad. Una professoressa: "Stabilizzarsi tramite il concorso? In Trentino sembra che non sia possibile". La sindacalista Cinzia Mazzacca: "A rischio la continuità didattica in molte scuole della nostra provincia, un docente potrebbe trasferirsi in un altro territorio"

26 maggio - 21:28

Una presa di posizione del critico d'arte che annuncia una querela per diffamazione nei confronti dei consiglieri provinciali del Pd. Sgarbi: "Offendono un anno di lavoro, il Caravaggio sarà a Rovereto. Nessuna 'magra figura', nessuna 'improvvisazione', nessuna 'politica degli annunci', nessuno 'smacco', nessuna 'ridicolizzazione', se non da parte di chi penosamente interroga"

27 maggio - 10:37

L'uomo stava scendendo con un amico dalla Roccia Baitone con gli sci quando è avvenuto l'incidente. Lascia moglie due figli e nipotini

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato