Contenuto sponsorizzato

Forestali sulle piste da sci, 86 casi di incidente e 14 interventi con l'elisoccorso

Le aree con il maggior numero di interventi sono state Brocon e Peio

Pubblicato il - 11 aprile 2018 - 20:07

TRENTO. Sono stati 22 i forestali che in quest'ultima stagione invernale hanno preso servizio sulle piste da sci in Trentino.

 

Le aree sciistiche presso cui i forestali hanno prestato servizio sono state cinque: Brocon (Funivie Lagorai SpA), Panarotta (Nuova Panarotta SpA), Peio (Peio Funivie SpA), Polsa San Valentino (Brentonicoski S cons.r.l.), Bolbeno (Pro Loco Bolbeno).

 

Nel corso della stagione gli agenti sono stati chiamati ad intervenire su 86 casi di incidente, 14 dei quali con intervento dell'elisoccorso.

 

Le aree sciistiche con il maggior numero di interventi sono state Brocon e Peio, rispettivamente 29 e 28.

 

Sempre durante il servizio gli agenti del corpo forestale hanno accertato 1 illecito penale presso l’area sciistica della Panarotta e 2 illeciti amministrativi in violazione alla legge provicniale 7/87 "Disciplina delle linee funiviarie in servizio pubblico e delle piste da sci", presso l’area sciistica della Polsa-San Valentin

 

L’avvio della operatività sulle piste da sci è stato preceduto, nel mese di dicembre, dalle attività di aggiornamento formativo concernenti la disciplina provinciale delle piste ed impianti da sci ed i casi di rilievo dell'ultima stagione sciistica, la procedura penale e il contenzioso in materia di rilievo degli incidenti sciistici e la responsabilità sul soccorso in incidenti sciistici. Complessivamente il personale forestale ha prestato servizio sulle piste per un totale di 435 giornate/operatore. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.50 del 10 Luglio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 luglio - 11:48

Padre Massimo ha comunicato nelle scorse ore la decisione di lasciare il convento attraverso una lettera che è stata spedita ai tanti volontari che lavorano quotidianamente alla mensa dei Cappuccini in via delle Laste. Fra Nicola gestirà al momento il convento mentre arriverà un nuovo frate per la mensa dei poveri 

11 luglio - 11:44
L'allerta è scattata intorno alle 8.30 nella parte finale del sentiero attrezzato Camillo De Paoli a quota 2.200 metri nel gruppo delle Pale di San Martino. Gli escursionisti erano partiti dal rifugio Velo della Madonna e lungo il percorso sono stati investiti da una scarica di sassi. In azione le unità del soccorso alpino
11 luglio - 06:01

Chiarastella Feder, esperta di gestione dei conflitti fra grandi predatori e piccole comunità rurali originaria di Treviso, lavora ormai da 15 anni per il governo della regione canadese dell'Alberta. Impegnata nell'educazione alla convivenza fra esseri umani ed orsi, ha deciso di dedicare la propria attenzione al Trentino e ai recenti fatti dell'aggressione sul Monte Peller. "Uccidere un'orsa è deleterio. La soluzione è educare alla coesistenza e alla conoscenza di questi animali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato