Contenuto sponsorizzato

I rifugiati saranno i custodi del Doss Trento

L'iniziativa lanciata dal Centro Astalli e accolta dal Comune di Trento. Avranno il compito di prendersi cura del Mausoleo di Cesare Battisti, di sorveglianza e cura dell'intera area

Pubblicato il - 11 November 2018 - 08:30

TRENTO. Saranno i rifugiati a custodire il Doss Trento. A confermarlo è stato l'assessora comunale Mariachiara Franzoia e il Centro Astalli che si è attivato per proporre il progetto.

 

Si tratta di una decisione arrivata dell'Amministrazione comunale dopo due bandi andati deserti per l'appartamento del custode.

 

Il Comune può decidere di affidare l'immobile ad una associazione e così ha fatto nell'interesse sia della struttura affinchè non vada in rovina che per il territorio visto che la presenza di persone permetterà una sorveglianza sul Doss.

 

Il progetto prevede, come già detto, il servizio di sorveglianza dell'intera zona con il coinvolgimento di ha portato a termine il percorso di accoglienza per rifugiati ed ha ottenuto la protezione internazionale. Tra le altre attività che dovranno essere portate avanti ci sarà quella di prendersi cura del Mausoleo di Battisti e del prato che si trova attorno.

 

Le persone che abiteranno nella struttura, però, non saranno sempre le stesse. Il centro Astalli, infatti, sta elaborando un progetto che permetterà una rotazione e quindi anche il coinvolgimento di un numero maggiore di rifugiati che attraverso questa opportunità potranno avviare un importante percorso di integrazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 February - 13:45

A 3 anni di distanza dall'ultimo servizio, Le Iene sono tornate a Rovereto per raccontare la "Bitcoin valley". Il direttore finanziario di Inbitcoin Nicola Vaccari: "Non è il prezzo la cosa più interessante dei bitcoin, ma la libertà di utilizzare i propri soldi in tutto il mondo. E' il più grande esperimento economico e sociale della storia dell'umanità"

28 February - 14:17

La decisione è stata presa da Ace, il braccio organizzativo di Team New Zealand. Secondo le ultime notizie, che verranno confermate nelle prossime ore, la Coppa America fra lo sfidante Luna Rossa e il defender Team New Zealand non incomincerà prima di mercoledì 10 marzo

28 February - 11:51

Crescono i dati degli ospedali in Alto Adige, dove però i numeri del contagio appaiono ancora in flessione. Ancora 5 i decessi registrati nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato