Contenuto sponsorizzato

Il cane abbaia troppo e viene sequestrato. Miro ora è al canile

L'anziana proprietaria respinge le accuse dei vicini dalle quali deriverebbero due querele per il disturbo che il cane crea durante la notte 

Foto da internet
Pubblicato il - 23 marzo 2018 - 08:53

ROVERE' DELLA LUNA. Fino a ieri era libero ma ora, Miro, un pastore maremmano, è finito del canile di Marco di Rovereto. Il motivo? Il suo abbaiare durante la notte. Il cane è di un'anziana di Roveré della Luna che abita in una casa a due piani con la figlia. Attorno all'abitazione c'è un giardino dove Miro passa gran parte della giornata e, quando non è freddo, anche la notte.

 

A poco distanza ci sono altre case ed è proprio da qui che qualcuno avrebbe fatto partire due querele, trasformate in due decreti penali di condanna all'anziana proprietaria, per l'eccessivo abbaiare del cane che non permetterebbe di dormire. Un'accusa, questa, respinta dai padroni di Miro che spesso la notte fanno entrare in casa il cane.

 

Ieri mattina a casa dell'anziana signora si sono presentati i carabinieri mandati dal giudice, in esecuzione di un provvedimento giudiziario, per prelevare il cane e portarlo al canile di Marco di Rovereto. La vicenda finirà ora in tribunale dopo Pasqua.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 settembre - 19:28

Elisa Filippi, renziana doc, oggi ha spiegato di non avere dichiarazioni da fare. Tra i possibili parlamentari pronti a seguire Renzi salta fuori anche il nome della senatrice Conzatti di Forza Italia. Intanto c'è attesa per l'appuntamento di giovedì a Trento con il vicepresidente alla Camera Ettore Rosato (pronto a seguire Renzi)  

17 settembre - 14:15

Dura interrogazione dell'ex assessore del Pd, il quale interviene sulla querelle della rinuncia di 1 milione di euro, anche di provenienza europea, da parte della Provincia a trazione Lega. Le risorse destinate per progetti di integrazione, ora piazza Dante dovrebbe restituire il 60% già anticipato dallo Stato

17 settembre - 12:13

La segretaria del Partito democratico Trentino ha fatto sapere che non prenderà parte all'incontro che si terrà giovedì nel capoluogo con il vicepresidente della Camera Ettore Rosato: "Sarebbe avvallare la scissione''. Per Maestri "Gli elettori del Pd hanno chiesto unità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato